La Milano di Napoleone, mostra di documenti e autografi d'epoca

La Milano di Napoleone, mostra di documenti e autografi d'epoca - Biblioteca Braidense - Milano

03/05/2021

Fino a sabato 10 luglio 2021

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Dal 5 maggio al 10 luglio 2021 la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano ricorda i 200 anni della morte di Napoleone con una mostra che espone rarissimi documenti e autografi dell’epoca.

Milano - La Biblioteca Braidense, dove si conserva l’autografo del Cinque Maggio di Alessandro Manzoni, non poteva mancare, il 5 maggio 2021, all’appuntamento celebrativo dei 200 anni dalla morte di Napoleone Bonaparte. Gli anni che vanno dall’arrivo dell’esercito della Francia repubblicana alla Restaurazione che segue la sconfitta di Napoleone, sono anni intensissimi, che rivoluzionano l’assetto politico e culturale dell’Italia, gli anni in cui nasce il senso di una nazione moderna e si crea un primo Stato unitario che porta il nome di Italia. Milano ne è la capitale, e a quel periodo la Braidense deve la qualifica di Nazionale.

Milano - A questo momento particolare che ha segnato la vita politica e culturale di Milano è dedicata la mostra La Milano di Napoleone: un laboratorio di idee rivoluzionarie. 1796-1821 che espone rarissimi documenti e autografi dell’epoca. A distanza di due secoli dalla scomparsa di Napoleone, la mostra vuole mostrarne la forza delle idee innovative, le passioni, i contrasti, le contraddizioni, da cui è comunque nata l’Italia europea che è nostra. Un laboratorio cui partecipano, tra i molti, intellettuali come Vincenzo Cuoco, Vincenzo Monti, Ugo Foscolo, Giuseppe Bossi, e in cui si sviluppa una riflessione della quale l’ode di Manzoni lascia a noi posteri il più memorabile sguardo retrospettivo. 

La mostra, a cura di Giorgio Panizza e Giulia Raboni, con la collaborazione di Gianluca Albergoni, Alviera Bussotti, Margherita Centenari, Aldo Coletto, Christian Del Vento, Matilde Esposito, Loredana Garlati, Mariella Goffredo, Carmela Marranchino, Alessandro Morandotti, Mauro Novelli, Duccio Tongiorgi, espone 147 opere, delle quali 123 del patrimonio conservato nella biblioteca e 24 da altre istituzioni che hanno prontamente risposto all’appello (Centro Nazionale Studi Manzoniani, Centro per gli studi sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei di Pavia, Biblioteca delle Civiche raccolte storiche di Milano, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano, Società Storica Lombarda di Milano, Biblioteca Sormani - Centro stendhaliano di Milano, Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana di Milano, Biblioteca Civica C. Bonetta di Pavia, Fondazione Raffaele Mattioli per la storia del pensiero economico di Milano). Arricchiscono il percorso i ritratti di tre protagonisti, in quadri che fanno parte del patrimonio della Braidense: gli oli su tela di Giuseppe Diotti, Ritratto di Napoleone I imperatore (1810); di Filippo PistrucciRitratto di Ugo Foscolo (1822), che riporta sul verso una redazione autografa del sonetto-autoritratto di Foscolo; e quello con Alessandro Manzoni a 20 anni (1805), già attribuito a Maria Cosway

La mostra La Milano di Napoleone è aperta al pubblico dal lunedì al giovedì in orario 9.30-13.30 (ultimo ingresso alle ore 12.30), previa prenotazione on line e nel rispetto delle normative anti Covid-19 vigenti.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 19/05/2021 alle ore 03:48.

Potrebbe interessarti anche: Sotto il cielo di Nut: Egitto divino, mostra, fino al 30 gennaio 2022 , Prima, donna: Margaret Bourke-White, mostra fotografica, fino al 29 agosto 2021 , Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli, mostra, fino al 12 settembre 2021 , Heimat: a Sense of Belonging, mostra di Peter Lindbergh, fino al 31 luglio 2021

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.