Architettura Spazialità Artefatto, mostra di Anne & Patrick Poirier, Marco Tirelli e Giuseppe Uncini - Milano

Architettura Spazialità Artefatto, mostra di Anne & Patrick Poirier, Marco Tirelli e Giuseppe Uncini - Galleria Fumagalli - Milano

21/04/2021

Fino a venerdì 30 luglio 2021

Anne & Patrick Poirier, Storia, Fragilità, Oblio, 2007-2017 © Courtesy Galleria Fumagalli

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Dal 26 maggio al 30 luglio 2021 la Galleria Fumagalli di Milano presenta la prima mostra del ciclo My30Years: Coherency in Diversity, un programma ideato e curato dal critico ungherese Lóránd Hegyi che intende celebrare i 30 anni di carriera di Annamaria Maggi, alla guida della galleria dal 1991. Ognuna delle otto mostre del ciclo prevede l’esposizione congiunta dell’opera di tre artisti seguiti e rappresentati dalla Galleria Fumagalli, appartenenti a diverse generazioni e gruppi, provenienti da città e paesi differenti, che rappresentano posizioni e strategie metodologiche diverse, eppure riconducibili ad alcune idee estetiche di base convergenti.

Milano - La prima mostra si intitolla Architettura Spazialità Artefatto e presenta congiuntamente le opere di Anne & Patrick Poirier, Marco Tirelli, Giuseppe Uncini consentendo una lettura plausibile e poeticamente efficace di certi loro orientamenti tematici senza voler suggerire alcuna forzata uniformità. I termini architettura, spazialità, artefatto, infatti, si concretizzano nelle loro opere in modi diversi, coniugando però connotazioni architettoniche, ricerca della presenza spaziale e significato metaforico dell’artefatto.

Milano - Mentre l’opera di Anne & Patrick Poirier combina forme architettoniche archetipiche a significati ed esperienze umane attuali, restituendo una continua reinterpretazione metaforica e un aggiornamento dell’eredità storico-culturale, collettiva e convenzionale, la ricerca plastica di Giuseppe Uncini si traduce in opere che si dispiegano immediatamente nello spazio come concrete, tangibili, eppure fondamentalmente mai mimetiche bensì astratte, che trasmettono una situazione spaziale stimolante, dinamica e un senso di nobile semplicità. A chiudere la triade, nell’opera di Marco Tirelli si palesano forme architettoniche volutamente enigmatiche, recanti poetiche allusioni a ricordi personali, spunti immaginari e associazioni mentali avulsi da qualsiasi contesto comprensibile, di fronte a cui lo spettatore diventa partecipe di un evento indefinito e spirituale che si svolge in uno spazio metaforico.

La mostra è aperta al pubblico, nel rispetto delle normative anti Covid-19, negli orari di apertura della Galleria Fumagalli (via Bonaventura Cavalieri 6, Milano), ovvero dal lunedì al venerdì dalle 13.00 alle 19.00. Per ulteriori informazioni telefonare al numero 02 36799285.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 17/09/2021 alle ore 18:50.

Potrebbe interessarti anche: Sotto il cielo di Nut: Egitto divino, mostra, fino al 30 gennaio 2022 , The world of Banksy: the Immersive Experience, fino al 31 ottobre 2021 , Tina Modotti: donne, Messico e libertà, mostra - Mudec Photo, fino al 7 novembre 2021 , Disney: l'arte di raccontare storie senza tempo, mostra, fino al 13 febbraio 2022

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.