Cold Shoulders..., mostra di Matthew Brannon - Milano

Cold Shoulders..., mostra di Matthew Brannon - Gió Marconi - Milano

12/04/2021

Fino a giovedì 3 giugno 2021

Matthew Brannon, Silkscreen with hand painted elements on paper (detail), 2021 © Kevin Frances

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Dall'8 aprile al 3 giugno 2021 la galleria Gió Marconi di Milano (via Tadino 15) ospita la personale di Matthew Brannon dal titolo Cold Shoulders / Foreign Affairs /Seafood Dinners / Power Vacuums / and The Last Gate atthe End of a Very Long Terminal. La mostra è visitabile esclusivamente su appuntamento (ulteriori informazioni via email), dal martedì al sabato in orario 11.00-19.00.

Milano - Realizzata nel 2020, la mostra di Matthew Brannon (Usa, 1971) riguarda il concetto di viaggio e il passare del tempo. L'idea di viaggiare liberamente è diventata quasi un'ossessione da quando il mondo si è fermato all'inizio del 2020 e le chiusure globali hanno tenuto le persone a casa. C'è un desiderio sempre più urgente di spostarsi e viaggiare di nuovo.

Milano - Con il suo stile che ricorda le riviste di lifestyle e le pubblicità della metà del XX secolo, Brannon ha catturato questo particolare momento attuale, pieno di desiderio e nostalgia, e lo ha tradotto in immagini densamente colorate e ricche di dettagli. La grande tela in bianco e nero Classical Music, all’entrata della galleria, prepara il palco per il resto dello spettacolo: si viaggia con classe e stile. Last Gate at the end of a very long Terminal, che si legge sull’insegnasopra l'ingresso alla mostra, serve sia come indicazione che come descrizione arguta dello status quo. In sala sono in mostra gli interni degli aerei dai colori vivaci: un’opera di grandi dimensioni sulla parete di fondo mostra la cabina di pilotaggio dell'aereo, mentre opere di medie dimensioni su ciascuna delle pareti laterali raffigurano diverse file di sedili. Ognuna di queste composizioni include un sedile, un tavolino e un finestrino con vista dall’alto su una città notturna.

Le opere, tutte serigrafie uniche, sono nature morte ricche di oggetti e dettagli accuratamente ricercati: bottiglie di vino costose si scontrano con sacchetti di McDonald's, deodoranti e dentifrici; mentre pedine degli scacchi, carte da gioco, libri e riviste parlano di abitudini di viaggio precedenti. Strani oggetti come un modello anatomico del cuore, una confezione di candeggina o un pezzo di prosciutto, danno allo spettatore un'idea dei gusti e della personalità del viaggiatore, così come le varie scelte letterarie da Pasolini ai romanzi gialli e a quelli rosa.

Titoli narrativi ma comunque enigmatici come Sentence Structure, Persistent vs Suggestive o War Correspondent contribuiscono all'aspetto dello story-telling della pratica di Brannon. Ogni pezzo da solo non è solo un'opera d'arte bidimensionale, ma evoca un racconto breve con un titolo stravagante e una trama accuratamente delineata. Tutte le opere combinate sembrano capitoli diversi di un diario di viaggio.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 16/05/2021 alle ore 22:28.

Potrebbe interessarti anche: Sotto il cielo di Nut: Egitto divino, mostra, fino al 30 gennaio 2022 , Prima, donna: Margaret Bourke-White, mostra fotografica, fino al 29 agosto 2021 , Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli, mostra, fino al 12 settembre 2021 , Heimat: a Sense of Belonging, mostra di Peter Lindbergh, fino al 31 luglio 2021

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.