Invito 2020, mostra di Loris Cecchini (Premio Acacia) - Milano

Invito 2020, mostra di Loris Cecchini (Premio Acacia) - Museo del Novecento - Milano

04/09/2020

Fino a domenica 31 gennaio 2021

Loris Cecchini, Waterbones, 2017, Fondaco dei Tedeschi (Venezia)

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Attenzione: a partire dal 22 ottobre 2020, nel rispetto delle norme anti Covid-19 vigenti in Lombardia, la chiusura serale del giovedì de Museo del Novecento è anticipata alle ore 20.30 (con ultimo ingresso alle ore 19.30) anziché alle ore 22.30, in modo da consentire il rientro dei visitatori e del personale al proprio domicilio entro le ore 23.00. Restano invariati gli orari di apertura negli altri giorni della settimana.


Milano - Dall'8 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 il Museo del Novecento di Milano ospita Invito 2020, la mostra dedicata all’artista vincitore del Premio Acacia - Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana, che per il quinto anno trova sede nelle sale del museo: l’edizione del 2020, la diciassettesima, vede protagonista Loris Cecchini, uno degli artisti italiani più affermati a livello internazionale, con le opere Waterbones (177) e Aeolian Landforms (Dahkla 137C), del 2020, che grazie alla generosità di Acacia entrano a far parte della collezione del Museo del Novecento.

Milano - Il lavoro recente di Loris Cecchini (Milano, 1969) trae linfa dalla meditazione sul concetto di organismo: un sistema in continua evoluzione che si auto-genera, costruendo la propria crescita a partire da un modulo, come avviene in architettura o nell’analisi del linguaggio. L’immaginario dell’artista è veicolato da una sottile ricerca sui materiali, dalle gomme alle plastiche ai metalli. L’installazione Waterbones (177) fa parte di una serie di opere realizzate a partire dal 2009 nelle quali l’artista si concentra sullo studio e sull’indagine della struttura profonda della materia. Letteralmente ossa di acqua, l’opera è costituita da moduli di acciaio inox che possono essere assemblati gli uni con gli altri in molteplici varianti. In questo modo la materia assume una doppia valenza: è solida come una struttura ossea, ma allo stesso tempo è fluida e modellabile come un flusso d’acqua. I soggetti che compaiono nel lavoro di Loris Cecchini includono collage multipli e modelli architettonici dettagliati, roulotte e case sugli alberi reinventate, spazi strutturalmente distorti e superfici prismatiche e trasparenti.

L’opera di Loris Cecchini si unisce a quelle di Mario Airò, Rosa Barba, Rossella Biscotti, Monica Bonvicini, Gianni Caravaggio, Maurizio Cattelan, Roberto Cuoghi, Rä di Martino, Lara Favaretto, Linda Fregni Nagler, Francesco Gennari, Sabrina Mezzaqui, Marzia Migliora, Adrian Paci, Paola Pivi, Luca Trevisani, Grazia Toderi, Tatiana Trouvé, Marcella Vanzo, Nico Vascellari, Francesco Vezzoli, donate al Museo del Novecento dall’Associazione Acacia.

La mostra apre al pubblico martedì 8 settembre 2020, in occasione della Milano Art Week 2020, ed è visitabile fino a domenica 31 gennaio 2021 negli orari di apertura del Museo del Novecento, ovvero: 9.30-19.30 dal martedì alla domenica; 9.30-22.30 il giovedì (ultimo ingresso un'ora prima della chiusura). L'ingresso è in via Marconi 1 e il numero degli accessi è limitato; la durata massima prevista per la visita è di due ore. Biglietti: intero 5 euro, ridotto 3 euro. Per info 02 88444061.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 27/10/2020 alle ore 19:35.

Potrebbe interessarti anche: Claude Monet: the Immersive Experience, mostra multimediale, fino al 13 dicembre 2020 , Unknown: Street Art Exhibition, mostra con opere di Banksy, Blu e altri, fino al 13 dicembre 2020 , Ren Hang: photography, mostra fotografica, fino al 29 novembre 2020 , Sotto il cielo di Nut: Egitto divino, mostra, fino al 20 dicembre 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.