Because it’s in my blood, mostra di Kennedy Yanko - Milano

Because it’s in my blood, mostra di Kennedy Yanko - Galleria Poggiali - Milano

10/08/2020

Fino a venerdì 20 novembre 2020

Kennedy Yanko, Space, 2020 © Martin Parsekian

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Dal 24 settembre al 20 novembre 2020 la Galleria Poggiali di Milano ospita la mostra Because it's in my blood, prima personale in Italia dell’artista newyorchese Kennedy Yanko (St. Louis, 1988).

Milano - Because it’s in my blood, è un omaggio a Betty Davis. Il titolo è preso in prestito dalla canzone F.U.N.K contenuta nell’album Nasty Gal del 1975. Simbolo di una generazione ed esempio di emancipazione sia per le donne che per la comunità afroamericana, Betty Davis, attraverso la sua musica, ha espresso la volontà di non dare per scontate le regole imposte da una società basata su principi ingiusti, gridando la sua indipendenza e rigettando tutte le regole alle quali, al tempo, e forse ancora oggi, la nostra società si aspetta che una donna afroamericana si attenga. Ora ritorna più attuale che mai la necessità di essere liberi, di esprimere sé stessi senza censure. Censurare qualcosa solo perché non si è in grado di comprenderlo significa privarsi, sia individualmente che collettivamente, di crescita, turbamento e messa in discussione.

Milano - In mostra alla Galleria Poggiali sette nuove produzioni di Kennedy Yanko, frutto di una ricerca che l’artista porta avanti dal 2017; opere di dimensioni variabili, dalle più piccole, Jimmie e Space alla più grande Crow, sono tutte realizzate in bronzo e pelle dipinta. Si tratta di uno studio nato da una prima serie di lavori, Elements and Skin (2017), nella quale frammenti di metallo recuperato erano uniti a pelle di vernice policroma. Negli ultimi anni Kennedy Yanko ha continuato a lavorare su queste stesse coordinate attraverso un processo di sottrazione e semplificazione. Ispirata dai dipinti ad olio realizzati su supporti in rame tipicamente rinascimentali e dall’uso del colore monocromo tipico delle avanguardie del secolo scorso, l’artista ha sviluppato un corpus di lavori realizzati in rame di riuso e pelle verniciata a tinte monocroma. Le opere nascono da un processo mentale, l’impiego materiali di recupero, che portano con sé il proprio vissuto, consente nel loro riutilizzo, una nuova vita.

Le opere esposte in Because it’s in my blood si sottraggono alle aspettative, alle associazioni e alle nozioni preconcette nello spirito di Betty Davis, dei surrealisti e di coloro che lottano continuamente per annullare la fissità delle concezioni umane. I lavori contengono uno spirito sovversivo, invitano lo spettatore a esaminarli e riesaminarli, richiedono del tempo. A prima vista, il rame affilato sostiene l’installazione e la pelle fragile, scivola via. Dall’altro, la pelle si arrampica all'interno delle cavità di rame. Le dinamiche relazionali sono aperte e indefinite, in continua evoluzione. Un’irrisolvibile ambiguità.

 L'inaugurazione è fissata per le ore 18.30 di giovedì 24 settembre; la mostra è poi aperta al pubblico fino a venerdì 20 novembre 2020 dal martedì al sabato in orario 10.30-13.30 e 15.00-19.00. Per info 02 72095815.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 27/10/2020 alle ore 19:01.

Potrebbe interessarti anche: Claude Monet: the Immersive Experience, mostra multimediale, fino al 13 dicembre 2020 , Unknown: Street Art Exhibition, mostra con opere di Banksy, Blu e altri, fino al 13 dicembre 2020 , Ren Hang: photography, mostra fotografica, fino al 29 novembre 2020 , Sotto il cielo di Nut: Egitto divino, mostra, fino al 20 dicembre 2020

Mentelocale.it indica in modo indipendente alcuni link di prodotti e servizi che si possono acquistare online. In questo testo potrebbero comparire link a siti con cui mentelocale.it ha un’affiliazione, che consente all'azienda di ricavare una piccola percentuale dalle vendite, senza variazione dei prezzi per l'utente.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.