Gauguin, Matisse, Chagall: la Passione nell'arte francese dai Musei Vaticani, mostra - Milano

Gauguin, Matisse, Chagall: la Passione nell'arte francese dai Musei Vaticani, mostra - Museo Diocesano - Milano

05/02/2020

Fino a domenica 17 maggio 2020

Marc Chagall, Le Christ et le peintre, 1951 © Governatorato SCV Direzione dei Musei

Milano - Dal 21 febbraio al 17 maggio 2020 presso il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano è allestita la mostra Gauguin, Matisse, Chagall: la Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani, che presenta una selezione di capolavori dell’arte francese del XIX e XX secolo, proveniente dalla Collezione di Arte Contemporanea dei Musei Vaticani.

Milano -  La mostra offre spunti di riflessione sulla Passione e sulla Resurrezione di Cristo, e nel contempo sul delicato e fertile rapporto fra modernità e tradizione nell’arte sacra tra fine Ottocento e Novecento. Gli oltre 20 capolavori di artisti quali Paul Gauguin, Auguste Rodin, Marc Chagall, Maurice Denis, Henri Matisse, Georges Rouault sono stati scelti nel ricco nucleo di arte francese presente nella Collezione di Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, voluta fin dal 1964 da papa Paolo VI. In quell’anno papa Montini incontra in Cappella Sistina gli artisti, da lui stesso definiti custodi della bellezza del mondo, per riallacciare lo storico legame tra Chiesa e contemporaneità.

Milano - La mostra ruota attorno ai temi della passione, del sacrificio e della speranza, interpretati dagli artisti con una capacità di visione potentemente innovativa e attuale; le opere sono esposte in quattro ambienti, corrispondenti ad altrettanti nuclei tematici, che dall’Annunciazione conducono il pubblico fino alla Resurrezione di Cristo. La prima sala è dedicata alla Vergine Maria e a Gesù Bambino: le xilografie di Maurice Denis introducono la narrazione con le illustrazioni del momento dell’Annunciazione, mentre Henri Matisse e Léonard Tsuguharu Foujita, artista giapponese naturalizzato francese, convertitosi al Cattolicesimo, mostrano l’intimità della relazione tra la Madre e il Figlio.

La sofferenza di Cristo in croce è protagonista della terza sala, dove s’incontrano capolavori di Marc Chagall, Jean Fautrier, e ancora di Henri Matisse, oltre alle graffianti incisioni di Bernard Buffet. Il percorso si chiude con la Resurrezione di Émile Bernard e il grande trittico di George Desvallières che raffigura il velo della Veronica, il panno sporco di sangue e sudore che una pia donna usò per detergere il volto di Gesù durante la Via Crucis.

La rassegna, curata da Micol Forti, responsabile della Collezione d’Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, e da Nadia Righi, direttrice del Museo Diocesano, con il patrocinio della Regione Lombardia, del Comune di Milano, dell’Arcidiocesi di Milano, segna un nuovo capitolo nella collaborazione tra le due istituzioni, iniziata nel 2018 con l’esposizione Gaetano Previati: la Passione, che proponeva un nucleo di opere sacre dell’artista provenienti da entrambi i musei.

La mostra Gaguguin, Matisse, Chagall: la Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani è aperta al pubblico dal 21 febbraio al 17 maggio 2020 in orario 10.00-18.00 dal martedì alla domenica (lunedì chiuso, tranne i festivi); la biglietteria chiude sempre alle ore 17.30. I biglietti di ingresso costano 8 euro (ridotto 6 euro). Per info 02 89420019 o 02 89402671.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 28/02/2020 alle ore 22:27.

Potrebbe interessarti anche: Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 15 marzo 2020 , Canova / Thorvaldsen: la nascita della scultura moderna, mostra, fino al 15 marzo 2020 , Guggenheim: la collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, mostra, fino al 1 marzo 2020 , L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina, mostra, fino al 5 aprile 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.