Tra gli spazi, mostra dedicata a Corrado Levi - Milano

Tra gli spazi, mostra dedicata a Corrado Levi - Triennale di Milano - Milano

16/01/2020

Fino a domenica 29 marzo 2020

Baci urbani (piercing di Corrado Levi con il gruppo Cliostraat), Torino, 1996 © Courtesy Ribot Gallery

Milano - Dal 24 gennaio al 29 marzo 2020 la Triennale di Milano presenta Tra gli spazi, una mostra diffusa in tutto il Palazzo dell’Arte dedicata alla figura eclettica di Corrado Levi, architetto, artista, intellettuale, agitatore culturale, docente, critico, curatore, collezionista. Lamostra è a cura di Joseph Grima e Damiano Gullì.

Milano - La ricerca di Levi è ripercorsa attraverso una selezione dei suoi lavori più rappresentativi - installazioni site specific, interventi ambientali, sculture, oggetti di design, opere pittoriche, progetti architettonici - realizzati tra il 1982 e il 2019 e messi in dialogo con l’architettura della Triennale. La scelta di disseminare nei vari ambienti e spazi comuni le opere - che quasi si vanno a confondere in maniera mimetica con il preesistente o emergono inattese per i sorprendenti contrasti con l’architettura - riflette la pratica e la poetica di Levi.

Milano - L’artista opera sempre in una dimensione interstiziale, di passaggio e scivolamento tra le discipline e le tecniche. Animato dalla volontà di sviluppare l’arte anche attraverso contaminazioni e aperture a esperienze non artistiche, Levi sceglie e rielabora elementi del quotidiano e del banale, su cui interviene con piccoli gesti, caricandoli di nuovo senso, senza rinunciare a leggerezza e ironia e sempre con un forte rimando alla sfera personale e al proprio vissuto.

L’insistenza sul corpo o, per meglio dire, sulle sue parti, è una costante in Levi: un corpo spesso evocato nella sua assenza, come nell’installazione Desiderando gli amici del 1992 - composta da una sequenza di cinture appese - o nell’interventos ite specific Uomini di Corrado Levi, del 1985, realizzato nello stabile abbandonato della Brown Boveri, o ancora nel Motosauro del 1991,animale di fantasia la cui silhouette è composta da una serie di caschi da motocicletta. Il corpo può anche essere tradotto in segni veloci e aggrovigliati, in gesti rapidi e nervosi, con un fluido scivolamento dall’astrazione alla figurazione, come nel dipinto di grandi dimensioni Figura in movimento del 1982 o nell’intervento ambientale Pittura su muro e porta del 1985.

Anche l’architettura è intesa da Levi come un corpo su cui intervenire e da modellare, esemplare in questo senso Baci Urbani, piercing in scala monumentale realizzato in collaborazione con il collettivo di artisti e architetti Cliostraat nel 1996 per un palazzo di Torino e riproposto in Triennale in una nuova versione. Forte l’impegno sociale e politico di Levi, evidente nella Panchina rosa triangolare, monumento dedicato alle vittime omosessuali delle persecuzioni nazifasciste, realizzato nel 1989 con il Collettivo R.O.S.P.O. della Facoltà diArchitettura del Politecnico di Milano. Costante inoltre è il confronto con il design, dalla lampada Edipo del 2003 all’Attaccapanni del 2017, omaggio allo Sciangai dei Ddl, attualmente esposto nel Museo del Design Italiano.

Negli anni Corrado Levi con sensibilità rabdomantica ha intercettato e promosso alcune delle esperienze più significative della scena artistica milanese e non solo. La sua vita è costellata di luoghi e incontri speciali, da Torino a Milano, da New York a Marrakesh, da Felice Casorati a Carlo Mollino, a Carol Rama, figura omaggiata in Triennale attraverso l’opera Chiodo di Corrado, da lei realizzata in occasione della mostra alla Biennale di Venezia del 1993, curata dallo stesso Levi.

I visitatori hanno a disposizione come strumento di visita una mappa distribuita all’ingresso della Triennale che li accompagna, dall’Info Point al Caffè, dal Bookstore al Salone d’Onore fino ai posti più inaspettati, alla scoperta delle opere e dei progetti di Levi che nel loro confrontarsi con gli spazi della Triennale si aprono a nuove possibilità di lettura. La mostra è aperta al pubblico a ingresso gratuito in orario 10.30-20.30; per info 02 72434244.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 18/02/2020 alle ore 15:25.

Potrebbe interessarti anche: Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 15 marzo 2020 , Canova / Thorvaldsen: la nascita della scultura moderna, mostra, fino al 15 marzo 2020 , Guggenheim: la collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, mostra, fino al 1 marzo 2020 , L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina, mostra, fino al 5 aprile 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.