Chaosmos, mostra di Francesca Torzo - Milano

Chaosmos, mostra di Francesca Torzo - Triennale di Milano - Milano

16/01/2020

Fino a domenica 29 marzo 2020

Milano - Dal 24 gennaio al 29 marzo 2020 alla Triennale di Milano è allestita la mostra Chaosmos di Francesca Torzo, a cura di Joseph Grima; la mostra apre la serie di mostre dedicate ad alcune delle più innovative e sperimentali figure di artisti, architetti e designer della scena contemporanea italiana e internazionale.

Milano - Francesca Torzo porta avanti da tempo un percorso di ricerca e analisi dei linguaggi architettonici, con una particolare attenzione alla sperimentazione sulle potenzialità dei materiali, che vengono proiettati in una dimensione poetica ed emozionale. Il suo recente progetto per l’ampliamento del centro belga per l’arte contemporanea Z33 ad Hasselt ha ottenuto il premio internazionale di architettura Piranesi Award 2018.

Milano - Il titoloChaosmosè una citazione da Finnegans Wake di James Joyce per rappresentare il caos che non si oppone ma si interpone al cosmo. Francesca Torzo trasferisce questo concetto nei suoi lavori attraverso un continuo dialogo tra gli opposti - tra cui è sempre centrale la dicotomia interno/esterno - alla costante ricerca di un equilibrio. Nella mostra queste dualità si manifestano nelle due tende da lei progettate in dialogo con gli spazi della Triennale e con volumetrie, tagli prospettici, condizioni di luce (naturale eartificiale) che variano nel corso della giornata.

Nell’atrio al primo piano, una tenda di reti semitrasparenti e cangianti è concepita come una sorta di vestibolo con aperture triangolari, che mette in comunione esperienza e immaginazione, il visibile e l’invisibile. La tenda accoglie un ipnotico scorrere di video con collage di foto di viaggio, che, nel momento incui sono ricomposti e assemblati, danno il via a un racconto non solo visivo, ma anche orale, per voce dell’architetto, che si ricollega così alle tradizioni dei racconti popolari. Collocata nell’Impluvium, la seconda tenda, citazione dell’affresco Sogno di Costantino di Piero della Francesca, proietta lo spettatore in una dimensione onirica: il sogno è inteso come mito privato e il mito come sogno pubblico.

All’interno della tenda sono presentati undici progetti architettonici, commissioni pubbliche e private in Italia e all’estero, che spaziano dal 2001 al 2019: modellini e riproduzioni in scala in cui l’attenzione è particolarmente rivolta ai materiali impiegati, che da una parte, raccontano il territorio nel quale le opere sono sviluppate, dall’altra inducono lo spettatore a libere associazioni tra il materiale stesso, il progetto e il luogo, facendo leva sul ricordo e sul desiderio. Accompagna la presentazione di modelli e prototipi dei lavori una serie di disegni e fotografie proiettati su quattro leggere superfici in tessuto, dei fazzoletti, strutture tremanti nello spazio.

La mostra è aperta al pubblico a ingresso gratuito in orario 10.30-20.30; per info 02 72434244.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 18/02/2020 alle ore 15:21.

Potrebbe interessarti anche: Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 15 marzo 2020 , Canova / Thorvaldsen: la nascita della scultura moderna, mostra, fino al 15 marzo 2020 , Guggenheim: la collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, mostra, fino al 1 marzo 2020 , L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina, mostra, fino al 5 aprile 2020

Mentelocale.it indica in modo indipendente alcuni link di prodotti e servizi che si possono acquistare online. In questo testo potrebbero comparire link a siti con cui mentelocale.it ha un’affiliazione, che consente all'azienda di ricavare una piccola percentuale dalle vendite, senza variazione dei prezzi per l'utente.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.