Getsèmani, prima parte. La performance site‑specific di Antonio Syxty - Milano

Getsèmani, prima parte. La performance site‑specific di Antonio Syxty - MTM Teatro Litta - Milano

02/12/2019

Fino a domenica 15 dicembre 2019

Ore 19:30, 20:30

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - La Sala Cavallerizza del Teatro Litta di Milano, da martedì 10 a domenica 15 dicembre 2019, presenta il progetto di performance site-specific Getsèmani, di Antonio Syxty; in scena la prima parte dell'ampio progetto dedicato alla figura di Gesù, con il Magdalena e il Lazarus Piece.

Milano - Comportamento e ambiente emotivo a cura di Susanna Baccari. Con Bruna Serida De Almeida, Susanna Russo, Massimo Sansoterra, Gabriele Scarpino, Nicole Zanin e installazione luminosa di Fulvio Melli. Disegno dello spazio, installazione e opere di Antonio Syxty, costruzioni di Ahmad Shalabi. Direttore di produzione Elisa Mondadori; produzione Manifatture Teatrali Milanesi.

Milano - Così ci spiegano la performance gli appunti di Syxty:

«Getsèmani fa parte di un mio progetto molto più ampio dedicato alla figura di Gesù. È un progetto cui penso dagli anni ’80, quando ero molto più piccolo di oggi. In quegli anni consideravo di utilizzare le parabole del Nuovo Testamento e attraverso di esse cucire una drammaturgia in forma di testo che avesse come centro il rito, la ritualità del racconto, la presenza di una testimonianza. Di base era questa la mia prima intuizione e desiderio.

Nel corso degli anni ho tentato più volte di tornare su un progetto dedicato alla figura di Gesù, ma non ci sono mai riuscito. E non ero mosso da intenti evangelici o divulgativi. L’idea è sempre stata quella della scrittura in forma di testimonianza/corpo/azione/relazione umana. A distanza di molti anni mi sono finalmente deciso a intraprendere un possibile cammino, trasformando il progetto in forma di performance ambientale e visiva – relegando a me stesso e ai performer/attori l’azione e il comportamento emotivo e relazionale, in una narrazione molto de-strutturata, frammentata, rispetto alle idee e alle forme teatrali più convenzionali, che avevo molti anni fa, evitando così ogni forma di rappresentazione, e ogni fraintendimento evocativo.

Che cos’è Getsèmani, allora? Prima di tutto per me è un pensiero, un luogo mentale e emotivo, una traccia fatta di segni e scritture (alcuni versetti scelti dai Vangeli del Nuovo Testamento e confessioni di vita quotidiana). È anche una mappa/scrittura del corpo, del tempo, delle emozioni, e delle condizioni relazionali. Potrei dire che è ricerca di senso del gesto artistico in forma di confessione come riconoscimento di sé e dell’altro».

Matteo 16, 2-3: «Quando si fa sera, voi dite: «Bel tempo, perché il cielo rosseggia»; e al mattino: «Oggi burrasca, perché il cielo è rosso cupo».  Sapete dunque interpretare l’aspetto del cielo e non siete capaci di interpretare i segni dei tempi?».

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 29/09/2020 alle ore 13:08.

Potrebbe interessarti anche: Io, Ludwig Van Beethoven, fino al 25 ottobre 2020 , Cyrano sulla Luna, dal 29 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 , Il Venditore di Sigari, spettacolo di Amos Kamil, fino al 1 novembre 2020 , Ficarra e Picone in tour per i 25 anni di carriera, dal 3 novembre al 8 novembre 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.