Noumeno, mostra di Romy Ferrara - Milano

Noumeno, mostra di Romy Ferrara - Mondadori Multicenter Duomo - Milano

26/11/2019

Fino a domenica 15 dicembre 2019

Abiss by Romy Ferrara

TERMINATO

Milano - L'arte torna protagonista in libreria, ospite del Mondadori Multicenter Duomo di Milano, con una nuova esposizione della rassegna st art. L'arte per tuttiDa martedì 26 novembre a domenica 15 dicembre 2019 lo store presenta la mostra Noumeno di Romy Ferrara, a cavallo fra astrattismo e concettuale.

Milano - La parola noumeno proviene dal verbo greco noeo, che significa pensare, ed essendone il participio presente medio-passivo letteralmente si traduce con ciò che è pensato. Il concetto di noumeno viene usato da Platone (in seguito da Kant) per indicare un’idea che non può essere esperita nel mondo sensibile, ma a cui ci si arriva con il ragionamento. Il noumeno è, dunque, tutto quanto è pensato o pensabile dal puro intelletto, un tutto quanto di cui però non abbiamo e non possiamo avere esperienza sensibile. In questo senso, il noumeno si distingue dai fenomena che viceversa sono appunto le cose che appaiono nella realtà sensibile.

Milano - Se pensiamo all’arte astratta, un’arte totalmente bidimensionale, che - interrogandosi sul proprio medium - ha come fine programmatico quello di esprimere sentimenti senza rappresentare figure (al pari della musica che usa le note e non produce immagini, bensì suoni). Se pensiamo all’arte astratta che si limita ad utilizzare gli elementi essenziali propri, cioè punto-linea-superficie e colore, capiamo come il concetto di noumeno possa essere utilizzato in una sua specifica declinazione in questo preciso settore.

Il noumeno è infatti l’idea di cui non possiamo avere esperienza sensibile, eppure questa idea è intellegibile, può essere pensata, è pensabile, e dunque paradossalmente può anche essere rappresentata, è rappresentabile, ma solo attraverso un’arte che non sia mimetica, cioè che non voglia imitare il reale, bensì attraverso l’arte astratta che dal reale si distacca, essendo pura rappresentazione delle forme/idee, o dei sentimenti che esse generano.

Così il lavoro astratto di Romy Ferrara è la perfetta estrinsecazione del concetto di noumeno. Forzandone la non rappresentabilità in virtù della sua intellegibilità, l’artista fa un’operazione quasi miracolosa (intendendo il miracoloso come cosa incomprensibile non per oscurità, bensì per sovrabbondanza di luce) di far apparire e manifestare ciò che altrimenti resterebbe inconoscibile, o inesperibile coi sensi. Il risultato sono opere astratte di una levigatezza e lucentezza assoluta, in cui il colore domina la forma, ne determina l’esistere.

La mostra è a ingresso libero, dalle 9.00 alle 23.00.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 17/01/2020 alle ore 15:37.

Potrebbe interessarti anche: Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 15 marzo 2020 , I Love Lego, mostra di opere con mattoncini, fino al 2 febbraio 2020 , Canova / Thorvaldsen: la nascita della scultura moderna, mostra, fino al 15 marzo 2020 , Guggenheim: la collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, mostra, fino al 1 marzo 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.