Dall’Homo Faber all’Homo Comfort, incontro con l'antropologo Stefano Boni - Milano

Dall’Homo Faber all’Homo Comfort, incontro con l'antropologo Stefano Boni - Fondazione Adolfo Pini - Milano

14/11/2019

Martedì 3 dicembre 2019

Ore 19:00

TERMINATO

Milano - Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 18.30, alla Fondazione Adolfo Pini di Milano è in programma un incontro con l’antropologo Stefano Boni, dal titolo Dall’Homo Faber all’Homo Comfort. L’utopia è la vita comoda o faticosa? e inserito nell’ambito del progetto Casa dei Saperi.

Milano - Ideato e diretto da Valeria Cantoni Mamiani e a cura di Sonia D’Alto, Elisa Gianni, Itamar Gov, Cristina Travanini e Alessia Zabatino, Casa dei Saperi è il progetto della Fondazione Adolfo Pini dedicato, per i prossimi due anni, alle nuove utopie con un alternarsi di talk, workshop, seminari, lecture e proiezioni. Stefano Boni analizza la comodità, la sua presenza ineliminabile nelle nostre vite e le sue conseguenze sulla capacità di percepire e interpretare la realtà. La riflessione si sviluppa in un dialogo con Elisa Gianni, componente del team curatoriale.

Milano - L'incontro con Stefano Boni prende spunto dal suo ultimo libro Homo Comfort per esplorare il tema della comodità, raramente indagato dalle scienze sociali. Homo comfort è l’umanità che, grazie all’ipertecnologia vive liberata da ogni fatica, pervasa dagli agi al punto da non riuscire nemmeno più a riconoscerli. Amata e ricercata oltre ogni effettiva necessità, la comodità, in meno di un secolo, è andata ben oltre la dimensione sensoriale ed esperienziale dei singoli, diventando un tratto necessario e cruciale dell’ideologia globale. Ma la contropartita è alta e gli effetti di questa comodità di massa emergono nella distruzione dei sistemi sociali, economici ed ecologici.

Dalla messa in discussione della comodità diffusa nelle nostre vite, emerge la proposta che l’utopia non sia la vita agiata ma quella che prevede un certo grado di fatica. Stefano Boni adotta il punto di vista del comfort per affrontare il progresso, l’evoluzione tecnologica e il consumismo da un punto di vista nuovo, mirato non a una critica fine a sé stessa, ma alla diffusione di una maggiore consapevolezza sugli effetti che la crescita dell’agio ha prodotto sull’umanità: dai sensi alle coscienze e al vivere politico, tutto sembra tendere alla previsione e al controllo oltre che alla minimizzazione dell’imprevisto, del rumore, della fatica.

Ingresso libero; per ulteriori informazioni scrivere all'indirizzo email della Fondazione Adolfo Pini.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 13/12/2019 alle ore 15:57.

Potrebbe interessarti anche: L'Ultima Cena di Leonardo gratis: 4 aperture serali gratuite del Cenacolo vinciano, fino al 30 gennaio 2020 , Afternoon tea Bus Tour, fino al 14 dicembre 2019 , Milano Latin Festival 2020 ad Assago, dal 11 giugno al 15 agosto 2020 , Aspettando il Natale a Villa Arconati con Presepe, mercatini e animazioni, fino al 15 dicembre 2019

Mentelocale.it indica in modo indipendente alcuni link di prodotti e servizi che si possono acquistare online. In questo testo potrebbero comparire link a siti con cui mentelocale.it ha un’affiliazione, che consente all'azienda di ricavare una piccola percentuale dalle vendite, senza variazione dei prezzi per l'utente.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.