Corrente e l’Europa 1938‑1945, mostra - Milano

Corrente e l’Europa 1938‑1945, mostra - Fondazione Corrente - Milano

12/11/2019

Fino a giovedì 19 marzo 2020

Arnaldo Badodi, Donne nell'alcova, 1941

Milano - Dal 21 novembre 2019 al 19 marzo 2020 la Fondazione Corrente di Milano ospita la mostra Corrente e l’Europa 1938-1945, a cura di Nicoletta Colombo e Roberta Dulio con la collaborazione di Deianira Amico.

Milano - L’esposizione nasce dal clima culturale che si respirava a Milano dei secondi anni Trenta, clima che cercava una via di fuga dall’arte accademica e del gruppo Novecento italiano, aprendosi al confronto con l’arte contemporanea di riferimento europeo, in particolare con il post-impressionismo, il cubismo francese e l’espressionismo di area nordica. Anni che, anche per via dell’ascesa al potere del fascismo, necessitavano più che mai di un sentimento cosmopolita, di una connessione con l’Europa attraverso l’arte.

Milano - Il movimento espressionista di Corrente (1938-1943), aggregatosi a Milano attorno alla rivista Vita Giovanile, poi Corrente di vita giovanile e infine Corrente, testimonia nell’arco di pochi anni cruciali a ridosso del secondo conflitto mondiale il passaggio dall’iniziale stagione lirica vangoghiana, indicata dalla poetica di Birolli, alla successiva fase di contrapposizione realista picassiana, segnata dalla pittura di Guttuso. Gli artisti di Corrente fanno propria l’inquietudine di Kokoschka e di Soutine, il senso di precarietà sociale di Ensor. Sensibilizzati dal secondo conflitto mondiale imminente, riprendono le battaglie di Delacroix, si nutrono del romanticismo di Van Gogh e Gericault ed esprimono i loro sentimenti analizzando le veemenze cromatiche di Matisse.

In mostra 25 tele provenienti da importanti collezioni private realizzate tra il 1939 e il 1945; ai dipinti dei padri di Corrente Renato Birolli, Arnaldo Badodi, Bruno Cassinari, Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Ennio Morlotti, Aligi Sassu, Ernesto Treccani, Italo Valenti, Emilio Vedova, si accompagnano disegni e opere di Luigi Broggini, Gabriele Mucchi, Giovanni Paganin, Fiorenzo Tomea. Esposti libri rari e documenti provenienti da diversi archivi.

L’inaugurazone è fissata per le ore 18.00 di giovedì 21 novembre 2019. La mostra è poi visitabile fino a giovedì 19 marzo 2020 negli orari di apertura della Fondazione Corrente, ovvero: 9.00-12.30 e 15.00-1830 il martedì, mercoledì e giovedì. Per ulteriori informazioni, telefonare al numero 02 6572627.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 29/02/2020 alle ore 11:34.

Potrebbe interessarti anche: Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 15 marzo 2020 , Canova / Thorvaldsen: la nascita della scultura moderna, mostra, fino al 15 marzo 2020 , Guggenheim: la collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, mostra, fino al 1 marzo 2020 , L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina, mostra, fino al 5 aprile 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.