Stanno tutti male: studio collettivo sull'infelicità individuale con Riccardo Goretti, Stefano Cenci e Colapesce - Milano

Stanno tutti male: studio collettivo sull'infelicità individuale con Riccardo Goretti, Stefano Cenci e Colapesce

06/09/2019

Da giovedì 28 novembre a domenica 1 dicembre 2019

Ore 20:00, 16:00

Acquista biglietti

Milano - Da giovedì 28 novembre a domenica primo dicembre 2019 al Triennale Milano Teatro va in scena uno studio collettivo sull'infelicità individuale, di e con Riccardo Goretti, Stefano Cenci e Colapesce.

Milano - Dopo il debutto a Prato a fine gennaio, arriva a Milano per la prima volta nella stagione di Triennale Milano Teatro uno degli esperimenti più curiosi realizzati quest’anno in Italia: Stanno tutti male, ironica parafrasi del titolo di una delle pellicole più celebri firmate dal regista italiano Giuseppe Tornatore, è un lavoro a sei mani firmato dal drammaturgo Riccardo Goretti (già membro fondatore della compagnia toscana Gli Omini) e dal regista ed attore Stefano Cenci insieme al cantautore siciliano Colapesce, indicato da più parti come uno dei legittimi eredi della più alta tradizione cantautorale italiana.

Milano - Ed è proprio da un verso di una canzone dell’autore di Egomostro che nasce in Goretti l’idea - subito condivisa con Cenci e successivamente con lo stesso cantante - di uno studio collettivo sull'infelicità individuale: viviamo in una società schizofrenica nella quale se non si soffre, se non si sta male, è segno che non ci si è impegnati abbastanza, che non si sta dando il massimo. Allo stesso tempo, la società ci richiede di mantenere obbligatoriamente la forma per essere al passo coi tempi, aggiornati su tutto, pronti a sfoggiare ironia e sarcasmo.

La forma della sofferenza viene così condensata in una sorta di party continuo, un disimpegnato frullatore di tutti e tutto, in cui stiamo tutti a fotografare i nostri sorrisi, le nostre gite, le nostre pietanze, preda di questo zapping intimo e personale in cui non riusciamo neppure più a dire se stiamo bene o stiamo male. Da qui nasce nel trio l’idea di lanciare un grande sondaggio online, chiedendo ai propri followers di raccontare il proprio star male per poi costruire, intorno a questi racconti, una drammaturgia collettiva, da restituire live in una scena trasformata in una sorta di tragicomico karaoke bar.

Perché, come diceva Voltaire, «tutto ciò che è troppo stupido per essere detto, viene cantato». Dietro l’apparenza ironica e scanzonata dello spettacolo, emergono però domande tutt’altro che futili: la nostra società sta bene o sta male? E qual è il termine di paragone di questo stare bene o male? Quale è la scala del bene e del male? E i singoli individui stanno bene o male? È poi possibile che stiano bene gli individui di una società che sta male? E viceversa? E poi, in fondo, è mai stato diverso?

Potrebbe interessarti anche: Notre Dame de Paris, musical, fino al 17 novembre 2019 , Charlie e la fabbrica di cioccolato, musical, fino al 31 gennaio 2020 , We Will Rock You, musical con le canzoni dei Queen, dal 17 marzo al 22 marzo 2020 , Slava's Snowshow, fino al 12 gennaio 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.