Tiago Rodrigues: prima nazionale di Sopro - Milano

Tiago Rodrigues: prima nazionale di Sopro

06/09/2019

Da giovedì 13 febbraio a venerdì 14 febbraio 2020

Ore 20:00

© Christophe Raynaud de Lage

Acquista biglietti

Milano -  Senza prendere fiato dopo By Heart, il regista portoghese Tiago Rodrigues presenta al Triennale Milano Teatro anche la prima nazionale di Sopro, alle 20.00 di giovedì 13 e venerdì 14 febbraio 2020. Con Beatriz Maia, Cristina Vidal, Isabel Abreu, Marco Mendonça, Romeu Costa, Sara Barros Leitão. Spettacolo in portoghese sovratitolato in italiano.

Milano - Secondo spettacolo della dilogia dedicata a uno dei più importanti autori del teatro contemporaneo, Sopro è l’ultimo lavoro in ordine di tempo scritto e diretto da Tiago Rodrigues. In un teatro che non è altro che rovina, dove non rimane traccia delle mura, delle scrivanie, delle macchine, delle scenografie, qualcuno è ancora presente, qualcuno che rappresenta i polmoni di quel luogo, ma anche il motore del gesto drammatico che lo ha abitato: la suggeritrice.

Milano - Le voci, i suoni, le musiche che abitualmente dominano la scena fanno un passo indietro e il respiro del teatro stesso, questa presenza che nessuno ascolta, è infine posta per la prima volta al centro della ribalta: guardiana della memoria e della continuità, è una donna che ha speso tutta la sua vita in questo edificio, dove ogni giorno le persone si sono ritrovate e hanno recitato.

Questa sera è lei a raccontare le sue storie, tutte prodotto del teatro. In piena luce sotto i riflettori, al centro del palco, Rodrigues sceglie di esporla così alla vista del pubblico, fuori dalla scatola che è la sua casa, e convincerla - lei che sulla scena non ha mai avuto altra presenza che uno schioccare di dita - a sussurrare storie di un tempo passato, evocando i personaggi e le vicende che lo hanno percorso: entrando attraverso di lei nell’anima autentica di questo luogo unico che è il teatro, il regista tenta insieme allo spettatore di coglierne il respiro stesso e adottarne il ritmo.

In un solo movimento, gli attori cedono le loro voci ai sussurri dei fantasmi che lei sembra convocare. Sul palco, si avvicendano così i dialoghi e le biografie di professionisti del teatro e i loro personaggi: la regista che si innamora dell’attore incapace di imparare a memoria la propria parte, la ragazzina che assiste al primo spettacolo, la diagnosi nefasta alla regista a pochi giorni dalla prima, la vanagloria del direttore che tenta di convincere una suggeritrice a andare in scena – ironico ritratto deformato di sé a opera di Rodrigues.

Lavoro visionario e struggente, la forza di Sopro è quella di saperci riportare indietro verso un prima sconosciuto e denso di mistero: prima del testo, prima della voce, in una performance prima della performance, nel magico respiro del teatro.

Potrebbe interessarti anche: Totem, con il Cirque du Soleil, dal 20 maggio al 5 luglio 2020 , We Will Rock You, musical con le canzoni dei Queen, dal 17 marzo al 22 marzo 2020 , Arlecchino servitore di due padroni, dal 29 aprile al 17 maggio 2020 , L'uomo, la bestia e la virtù, fino al 23 febbraio 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.