Paesaggi Spaesati, mostra di Augusto Daolio (Nomadi) - Milano

Paesaggi Spaesati, mostra di Augusto Daolio (Nomadi) - Fondazione Matalon - Milano

03/07/2019

Fino a sabato 14 settembre 2019

TERMINATO

Milano - Dal 4 al 14 settembre 2019 la Fondazione Luciana Matalon ospita la mostra Paesaggi Spaesati, personale di Augusto Daolio, storica voce dei Nomadi.

Milano - Non è certo la sua scomparsa, avvenuta nel 1992, a fermare la sua cultura, la sua storia ed il suo talento per l’arte. Per la prima volta i suoi dipinti, oli e chine, vengono esposti a Milano.

Milano - Conosciuto dal grande pubblico per le sue canzoni che hanno accompagnato per quasi trent’anni due generazioni, Augusto Daolio ha riservato invece a pochi le passioni per la pittura e la scrittura, le quali non erano da lui considerate secondarie, piuttosto una sorta di confessione della sua natura più profonda. La sua maniera di disegnare e dipingere non era schiava di un metodo, così come quella di comporre. La fantasia guidava la sua mano alla ricerca di un mondo surreale e magico; tutto quello che Augusto presentava era sempre e comunque ben radicato nella natura, madre e ancella di tutte le cose.

L'inaugurazione di Paesaggi Spaesati è fissata per le ore 18.00 di mercoledì 4 settembre. La mostra di Augusto Daolio è poi aperta al pubblico a ingresso gratuito fino a sabato 14 settembre nei seguenti orari: da martedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00. Per ulteriori informazioni telefonare ai numeri 02 878781 o 02 45470885.

Nato nel 1947 a Novellara (Reggio Emilia), Augusto Daolio ha cantato nel gruppo musicale dei Nomadi all’adolescenza fino a pochi mesi prima della sua scomparsa, avvenuta nell’ottobre 1992. Voce unica e personalità debordante, nella sua carriera ha creato uno stile e un modo di fare spettacolo unico, interagendo sempre con il suo pubblico. Alla fine degli anni Sessanta interpreta alcune canzoni inedite di Francesco Guccini. È autore inoltre di alcuni importanti testi musicali rimasti nella storia. L'attività artistica di Daolio non si esprime solo con la musica, ma riversa i suoi interessi anche nella pittura, scultura e poesia. Profondamente legato alla sua terra, alle sue radici, egli è tuttavia anche un grande e insaziabile viaggiatore, frequentatore di musei, gallerie d'arte e siti archeologici, dai quali trae ispirazione per i suoi respiri artistici. 

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 16/10/2019 alle ore 07:26.

Potrebbe interessarti anche: Leonardo da Vinci Parade, mostra, fino al 27 ottobre 2019 , Natura, mostra-gioco per bambini, fino al 5 gennaio 2020 , Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 29 marzo 2020 , La Vergine delle Rocce del Borghetto: in mostra l'opera di Francesco Melzi, fino al 31 dicembre 2019

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.