Giuseppe Fava: cronaca di un uomo libero, incontro - Biblioteca Sormani - Milano

16/04/2019

Giovedì 16 maggio 2019

Ore 17:30

TERMINATO

Milano - La mostra Giuseppe Fava: la pittura come documento e denuncia, dedicata alla figura del giornalista siciliano assassinato dalla mafia nel 1984 e allestita a Milano nella Sala del Grechetto della Biblioteca Sormani, è accompagnata da una serie di incontri, durante i quali vengono approfonditi i molti diversi ambiti di espressione della complessa personalità dello scrittore che fu anche drammaturgo e pittore.

Milano - Giovedì 16 maggio 2019 alle 17.30 nella stessa Sala del Grechetto si tiene il primo appuntamento, dedicato alla poliedricità della sua attività: Giuseppe Fava: cronaca di un uomo libero.

Milano - L’incontro propone riflessioni sui vari aspetti della poliedrica attività di Giuseppe Fava. Per raccontare la sua professione di giornalista intervengono Claudio Fava e Antonio Roccuzzo, per la sua anima da drammaturgo prende la parola Massimiliano Scuriatti.

Parla del pittore Giuseppe Fava la curatrice della mostra Giovanna Mori, mentre Vittorio Sindoni descrive il rapporto fra lo scrittore e il piccolo schermo; chiudono l'incontro Nando Dalla Chiesa e Maria Teresa Ciancio, presidente della Fondazione Giuseppe Fava.

L'incontro è a ingresso libero. Per informazioni contattare la Sala del Grechetto allo 02 88463372 o scrivendo all'indirizzo email.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 26/05/2019 alle ore 23:18.

Potrebbe interessarti anche: Milano a colazione: incontri e conferenze sui misteri della città, fino al 9 giugno 2019 , Wired Next Fest Milano 2019, festival della cultura dell'innovazione, fino al 26 maggio 2019 , Scienza e credenze nella medicina contemporanea: ciclo di conferenze, fino al 14 novembre 2019 , Visite guidate con aperitivo e spettacoli al Teatro Gerolamo, fino al 22 giugno 2019

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.