Appocundria, mostra collettiva - Casa Testori - Novate Milanese (Milano)

26/03/2019

Fino a sabato 8 giugno 2019

Altre foto

Novate Milanese (Milano) - Dal primo aprile al 9 giugno 2019, in occasione dei 10 anni di Casa Testori, lo spazio museale di Novate Milanese ospita la mostra Appocundria, con 25 artisti da 22 nazioni che parlano di identità, memoria, della costruzione di una nuova casa e di una nuova vita.

Novate Milanese (Milano) - A cura di Marta Cereda, la mostra prende il titolo dalla traduzione napoletana di saudade, la celebre nostalgia e malinconia dell’anima, difficilmente definibile e altrimenti intraducibile. A raccontare la propria appocundria sono una serie di artisti emigrati in Italia dal proprio paese d’origine, per scelte differenti, per motivi di studio o di lavoro, per ragioni personali, politiche, economiche, sociali, familiari.

Novate Milanese (Milano) - 22 le nazioni di provenienza, a testimonianza dell’ampiezza della portata culturale e della sua valenza sociale: Felipe Aguila (Cile, 1977), Cláudia Alexandrino (Portogallo, 1989), Margaux Bricler (Francia, 1985), T Yong Chung (Sud Corea, 1977), Oscar Contreras Rojas (Messico, 1986), Enej Gala (Slovenia, 1990), Adi Haxhiaj (Albania, 1989), Délio Jasse (Angola, 1980), Mohamed Keita (Costa d’Avorio, 1993), Iva Lulashi (Albania, 1988), Nicolas Magnant (Francia, 1978), Saba Masoumian (Iran, 1982), Stefan Milosavljevic (Serbia, 1992), Alek O. (Argentina, 1981), Maki Ochoa (Venezuela, 1991), Barbara Prenka (Kosovo, 1990), Agne Raceviciute (Lituania, 1988), Olga Schigal (Russia, 1980), Caterina Erica Shanta (Germania, 1986), Hsing-Chun Shih (Arabia Saudita, 1986), Agnese Skuijna (Lettonia, 1985), Natalia Trejbalova (Slovacchia, 1989), Gosia Turzenecka (Polonia, 1974), Nicolas Vamvouklis (Grecia, 1990) e Aleksander Veliscek (Slovenia, 1982). 

Nel progetto ideato a partire dalla funzione originaria di Casa Testori come abitazione, l’idea di Appocundria si lega inevitabilmente alla nozione di casa e alla necessità o alla scelta di costruire in un paese lontano da quello dove si è nati la propria casa. In che modo si porta con sé la propria storia? Cosa si porta, cosa si lascia? Come si crea una nuova memoria, che modifica anche il passato? Come presentare questa dimensione in un contesto espositivo che, a sua volta, è stato casa di altre persone?
Domande che hanno un risvolto anche di grande attualità, nel dibattito sulle migrazioni e in tempi di Brexit.
Ma Appocundria non è solo una mostra a Casa Testori e non poteva che aprirsi alla Città di Milano e alla sua storia recente e passata di accoglienza e di casa.

La mostra è aperta al pubblico a ingresso libero da lunedì primo aprile al 9 giugno 2019 nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì, ore 10.00-13.00 e 14.30-18.00; sabato e festivi, ore 15.30-19.30; domenica chiuso. L'inaugurazione è fissata per le ore 18.00 di sabato 30 marzo. Per ulteriori informazioni, visitare il sito di Casa Testori o telefonare al numero 02 36586877.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 22/05/2019 alle ore 23:05.

Potrebbe interessarti anche: Milan is beautiful, mostra di Mr. Brainwash, fino al 4 giugno 2019 , Capire il cambiamento climatico: experience exhibition, mostra immersiva, fino al 26 maggio 2019 , Leonardo da Vinci Parade, mostra, fino al 13 ottobre 2019 , Antonello Da Messina: dentro la pittura, mostra, fino al 2 giugno 2019

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.