SuperDesign Show: Milano Design Week 2019 - Milano

SuperDesign Show - Superstudio Più - Milano

Milano Design Week 2019

13/02/2019

Tutti gli eventi di Speciale Milano Design Week 2019

Fino a domenica 14 aprile 2019

Lexus International, Leading with Light by Rhizomatiks

TERMINATO

Milano - Da martedì 9 a domenica 14 aprile, in occasione della Milano Design Week 2019, torna l'appuntamento con SuperDesign Show, il progetto di Gisella Borioli con l’art direction di Giulio Cappellini allestito negli spazi di Superstudio Più, in pieno Tortona Design District. L'appuntamento è in orario 10.00-21.00 (domenica 14 aprile, 10.00-18.00) a ingresso gratuito con registrazione obbligatoria sul sito del SuperDesign Show.

Milano - Dopo aver lanciato il format originale meno fiera, più museo, l'edizione 2019 di SuperDesign Show segue la consueta mission Only the Best con particolare attenzione al tema Innovation & Tradition. La tradizione, l’heritage, l’artigianato d’autore, le lavorazioni manuali, i materiali organici si accostano all’innovazione e alla tecnologia più spinta con un unico obiettivo: semplificare e rendere più belle, smart, ecosostenibili le nostre case e le nostre città. In apparenza natura e tecnologia, tradizione e innovazione, possono sembrare antitetiche, tutto ruota attorno a questa contrapposizione-tensione che è anche estetica. Anche la scelta di utilizzare nelle parti comuni del SuperDesign Show due colori opposti, il bianco e il nero, riflette il contrasto e al tempo stesso l’interdipendenza, come nella filosofia dello Yin e Yang, non a caso evocata da alcuni espositori del Far East.

Milano - Al Superstudio Più, nel padiglione centrale un percorso tutto bianco e nero ricorda la strada di una metropoli con grande piazza centrale e arcade con eleganti boutique in successione. Attorno, edifici indipendenti, padiglioni nazionali, installazioni, mostre tematiche, luci emozionali, contaminazioni con l’arte e la moda. Furniture ma anche automotive, mostre d’arte immateriali, software 3D, tessuti, raffinata hotellerie, outdoor.

Sguardo completamente rivolto al futuro per Lexus International che collabora con il collettivo di visual e media artist Rhizomatiks: i visitatori nell’oscurità hanno l’occasione di assistere a un emozionante spettacolo di luci creato per immergere il pubblico nella vision del brand giapponese sul futuro della mobilità. Contemporaneamente vengono presentati i sei progetti finalisti della settima edizione del Lexus Design Award, progetto che mira a promuovere e supportare le nuove generazioni di creativi.

La coreana LG Electronics presenta il primo televisore Oled arrotolabile al mondo, che permette agli spettatori di progettare lo spazio con maggiore libertà. Nella exhibition Redefining Space i visitatori hanno l’occasione di sperimentare un nuovo modo di guardare in un ambiente dall’estetica completamente ridefinita, in uno spazio progettato dallo studio internazionale Foster + Partners. Con Design in the Age of Experience quest’anno Dassault Systèmes, società leader di software per la progettazione 3D, rivela come le innovazioni pioneristiche possano portare il cambiamento nelle nostre città e attività quotidiane, nel modo di muoverci e di usare l’energia, creando un mondo più ecosostenibile, forte e autorigenerante. Grazie alla collaborazione con lo studio di architettura Morphosis e con il pluripremiato fondatore Thom Mayne (al servizio della presidenza Obama dal 2009 al 2016) e gli architetti Kerenza Harris ed Eric Meyer, Dassault Systèmes mostra in che modo il design thinking può rispondere ai bisogni degli ambienti urbani del XXI secolo.

Quest’anno Giulio Cappellini lancia il progetto speciale Superhotel, un hotel internazionale ma con profonde radici italiane che mixa prodotti industriali e di alto artigianato creati ad hoc. Un ristorante con aree differenziate racconta le cucine del mondo, mentre diverse tipologie di suite, una grande lounge ed una palestra completano il progetto. Tecnologia e prodotti si intersecano in modo assolutamente naturale e contemporaneo. A comporre l’hotel ideale e personalizzato i grandi nomi del design italiano, brand e architetti che firmano la migliore produzione.

Material ConneXion Italia, network dedicato ai materiali, nuove tecnologie, design e sostenibilità riconferma la sua presenza al Superdesign Show con tre progetti distinti: Smart City, Materials Village e il progetto speciale The Beautiful Side of Design. La mostra-evento Smart City: People, Technology & Materials, curata dall’architetto Giulio Ceppi, si sposta negli spazi di Superstudio 13, via Forcella 13/via Bugatti 9, ed è visitabile da mercoledì 13 marzo, in occasione della Digital Week, proseguendo fino a domenica 14 aprile, giorno conclusivo della Design Week. La mostra, scandita da un ricco calendario di workshop, conferenze e dibattiti, ha come tema guida la via latina alla smart city, basato sull’analisi dei cambiamenti che stanno interessando il nostro vivere quotidiano e l’utilizzo della tecnologia come strumento di simbiosi ed empatia.

Materials Village, alla sestaedizione, trova spazio nell’Art Garden e nella Piazza dell’Arte di Superstudio Più, ospitando aziende con proposte progettuali e tecnologiche in termini di estetica, sostenibilità, ottimizzazione ed economia circolare. Emozionante l’installazione di 3M in collaborazione con Matteo Thun & Partners: A Pinnacle of Reflections è una torre dove i visitatori sono invitati ad entrare in un mondo colorato e caleidoscopico, ispirato alla rarissima farfalla blu, simbolo di trasformazione e innovazione. Il terzo progetto che Material ConneXion Italia presenta al Superstudio Più è Materica: The Beautiful Side of Design, nato dalla collaborazione con Marie Claire Maison.

Sempre in ambito di ricerca dei materiali innovativi Gobbetto presenta un progetto architettonico a cura di Giulio Cappellini formato da imponenti portali che segnano un percorso in cui colori e texture dell’azienda diventano protagonisti. Finsa approda al Superstudio con un’esposizione intitolata Astral Bodies, nata dal concept di Enorme Studio e del lavoro dello studio creativo Vitamin-arte. Pannelli in Mdf dai colori esuberanti, rivestiti di texture e finiture differenti, diventano meteoriti che generano ammirazione e curiosità, dove il pannello di fibre di legno Fibracolor è protagonista della mostra.

Jab Anstoetz, azienda tedesca tessile nata nel 1946, presenta Climatex, rivoluzionari tessuti, riciclabili ed ecosostenibili, in grado di bilanciare il caldo e il freddo, e assorbire e far evaporare l’umidità. Pna, con la mostra #stoneisbetter concepita da Remigio Architects, racconta la Pietra Naturale Autentica attraverso un'installazione il cui fascino e forza della natura emergono in un'alternanza di marmi bianchi e cambrian neri, che creano un gioco di illusioni ottiche, quasi un portale spazio temporale.

Anche in questa edizione di SuperDesign Show non mancano i padiglioni nazionali e transnazionali. Korea Craft & Design Foundation basa il proprio progetto, intitolato Monochrome Monologue e promosso dal governo coreano, sul concetto di sentimentalismo. Entrando nello spazio bianco e nero, la bellezza del vuoto è la prima a manifestarsi, arricchita dalla presenza di oggettistica e opere artigianali realizzate da 23 artisti nazionali. Con un allestimento lineare e pulito curato dal rinomato art director Kuho Jung, direttore della Seoul Fashion Week, la collettiva vuole dimostrare l’unificazione e l’integrazione delle arti.

Torna al Superstudio Indonesian Contemporary Art and Design by Artura, la prima ed unica mostra annuale che unisce i migliori artisti dell’Indonesia per promuovere la loro sapienza locale e artigianale in un contesto contemporaneo. Nella mostra Essential Jakarta sostenuta dal governo di Jakarta, ogni area dei petali del Kembang Goyang (fiore danzante) è un universo interattivo per far conoscere la dinamica e vibrante cultura dell’autoctono popolo batavo.

Worth Partnership Project, iniziativa finanziata dal programma Cosme dell’Unione Europea, presenta 24 prodotti innovativi e dirompenti, nati dal lavoro collettivo di giovani creativi provenienti da diversi stati dell’Unione Europea. Attraverso la creazione di collaborazioni transnazionali tra designer e Pmi.

Celebrando 20 anni di design, il brand danese Normann Copenhagen presenta arredamento e illuminazione per spazi privati e professionali: l’esibizione mette in luce l’ultima collezione creata tra arte e design in cui dieci artisti internazionali hanno espresso la loro pratica artistica in prodotti che integrano l’arte nella vita quotidiana.

Unreal but real, è invece la mostra irreale ma reale, da vedere solo con lo smartphone o il tablet: i toys immateriali di Flavio Lucchini, grandi sculture di cubi sovrapposti come giganteschi giocattoli colorati, punteggiano il percorso di tutto il Superdesign Show. Le sculture si fotografano con l’immancabile smartphone e si immortalano per sempre, ma in realtà non esistono perché lo spazio resta vuoto: nascono come piccole maquette reali progettate dall’artista ma si trasformano in monumenti irreali attraverso la tecnologia di Sense - Immaterial Reality. Con la mostra Moderni_ism arriva anche la community ucraina di Prostir86 composta da talenti e nuovi brand creativi per far vivere la semplicità e l’energia tipica del modernismo combinata alla sperimentazione dei materiali e delle tecniche.

Il centenario brand giapponese Inax, produttore di sanitari innovativi e piastrelle artistiche dal design sofisticato e dalla tecnologia avanzata, per la prima volta svela la sua nuova identità. Nella mostra The Rituals of Water l’iconico brand espone in anteprima la sua nuova linea di bagni giapponesi (guidata da Paul Flowers e Yasuhiro Shirai) e di prodotti, tra lavabi, rubinetterie e piastrelle decorative, oltre a una serie di ceramiche, tra cui un elegante bagno dell’epoca Meiji di fine Ottocento. Il metallo è invece il fil rouge delle collezioni di product design di Yokohama Makers Village che, aperto alla sperimentazione, propone una collezione innovativa di oggetti di design ispirati a uno stile di vita più sostenibile che riproducono la forza e le funzioni degli elementi naturali grazie alla progettazione parametrica.

Per celebrare il decimo anniversario della sua fondazione l’Able Design Award approda con la sua selezione finale al Superdesign con l’allestimento di uno spazio progettato da tre università giapponesi (University of Tokyo, Kyoto University of Art and Design, Tama Art University) e due europee (Politecnico di Milano, Central Saint Martins - University of the Arts London) tutto dedicato al tema della risata come simbolo della felicità.

Tokyo Creative 30 è la mostra che esprime il design contemporaneo di Tokyo attraverso prodotti caratterizzati dalle più recenti abilità di progettazione giapponese in vari settori, furniture fashion food design e tecnologia. Il brand Koizumiya sviluppa prodotti che seguono il concetto di Kaion, il suono del metallo che trasmette sensazioni piacevoli e armonia. Nell’installazione i visitatori sono invitati a sperimentare una nuova concezione di spazio mai vista prima ad ora, uno strumento musicale tutto da suonare. Lo storico brand giapponese leader nell’arredo per il contract Adal, presenta in anteprima la nuova collezione totalmente ispirata all’ambiente naturale nelle forme (cascate, grotte, montagne) e nei materiali (igusa, legno, acciaio), in uno spazio in cui il visitatore, grazie a colori, suoni e luci, è immerso in una vera e propria experience into nature.

Torna Budbrand con un progetto pensato per la next generation di talenti giapponesi del design, il cui tema 2019 è legato al viaggio e agli oggetti di design legati a questo tema che portano gioia a prescindere da circostanze, destinazioni e tempi. Alla riscoperta dei benefici scientificamente provati che il legno apporta alle nostre vite con Sumitomo Forestry Group: attraverso un’installazione interattiva e coinvolgente per il pubblico, la secolare società giapponese leader nella lavorazione del legname presenta le sue versatili e sostenibili soluzioni di design. Take a Seat è invece il progetto ideato da Asian Studies Group in collaborazione con Superstudio al Superdesign Show: un progetto rivolto ai giovani designer provenienti dalla prefettura di Osaka, con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura della città. Un pensiero, una sfida, un invito a riflettere su un archetipo dell’arredo, espressione di funzioni e culture diverse, ha portato a selezionare, tra i vari progetti lasciati anonimi, le proposte di tre designer giapponesi che si sono rivelate tre donne di tre diverse generazioni. Akino Iida (in collaborazione con Koji Saki, Eko Yasuno) con la sua sedia primordiale di tronchi di bambù, Mayumi Kuwayama con la seduta concettuale di vene vegetali intrecciate, e la sediaportaoggetti curvilinea della studentessa Luna Naito.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 11/11/2019 alle ore 21:44.

Altri eventi di Speciale Milano Design Week 2019:

Potrebbe interessarti anche: L'Ultima Cena di Leonardo gratis: 4 aperture serali gratuite del Cenacolo vinciano, fino al 30 gennaio 2020 , Afternoon tea Bus Tour, fino al 14 dicembre 2019 , Scienza e credenze nella medicina contemporanea: ciclo di conferenze, fino al 14 novembre 2019 , Milano Latin Festival 2020 ad Assago, dal 11 giugno al 15 agosto 2020

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.