Natura, mostra‑gioco per bambini - Rotonda della Besana - Milano

22/01/2019

Fino a domenica 5 gennaio 2020

Altre foto

© Elena Valdre

Milano - Dal 24 gennaio 2019 al 6 gennaio 2020 il MuBa - Museo dei Bambini di Milano (c/o Rotonda della Besana) ospita la mostra-gioco Natura: giocare e scoprire la natura con occhi nuovi. La mostra nasce con l’obiettivo di ampliare la capacità di osservazione dei bambini, fornendo loro strumenti che facilitino l’esplorazione della natura e proponendo attività ed esperienze che non si possono trovare fuori in una situazione naturalistica tradizionale.

Milano - Si tratta di un percorso emozionante, attivo e sensoriale che si snoda attraverso quattro diverse postazioni di gioco, ognuna delle quali indaga una categoria di conoscenza ben precisa. La mostra annovera un comitato scientifico composto da esperti del mondo pedagogico e culturale che, insieme al contributo di diversi artisti e creativi, hanno supportato MuBa nell’ideazione delle singole installazioni.

Milano - Il prato smisurato è dedicata al concetto di spazio: i bambini si ritrovano a giocare dentro ad un prato fuori scala dove si nascondono animali e vegetali proposti in tre dimensioni differenti. Di volta in volta, in base alla scelta degli elementi e al loro posizionamento all’interno del prato, il paesaggio assume un aspetto diverso, lasciando la possibilità di osservare uno spazio in continuo mutamento e di indagare le relazioni esistenti tra gli elementi che lo compongono. L’installazione è curata da Elisa Testori, editor e producer per le industrie creative e culturali, e vede la partecipazione della scenografa Isadora Bucciarelli che ha disegnato e progettato l’allestimento.

Il giardino incartato affronta invece le forme presenti in natura, approfondendo in particolare il tema della ricorsività. La linea, il cerchio, la raggiera e la spirale sono esempi di forme che tornano con continuità in diversi elementi naturali e che qui possono essere esplorate con le mani, con gli occhi e con tutto il corpo. L’interazione con strutture di carta modulabili di grandi dimensioni, che ricordano gli origami di tradizione giapponese, permette di modificarne di volta in volta la forma esplorandone le ricorrenze. L’installazione è curata da Barbara Zoccatelli, pedagogista e formatrice presso l’Università di Trento e Atelier La Coccinella scs. Le opere cartacee presenti nell’installazione, realizzate con carta Canson sponsor tecnico della mostra, sono opera di Daniele Papuli, scultore attivo nell’ambito della Paper Art.

La camera delle meraviglie indaga il concetto di materia partendo dall’allestimento di una vera e propria wunderkammer contenente una raccolta di materiali naturali e oggetti speciali. I differenti elementi naturali presenti sono esplorabili innanzitutto attraverso i sensi e anche attraverso l’uso di ingrandimenti. Possono nascere così osservazioni inedite e domande curiose intorno al mondo naturale, alle sue materie, a chi lo abita. L’installazione è curata da Monica Guerra, ricercatrice e docente presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università di Milano-Bicocca e presidente di Bambini e Natura. La progettazione della struttura è a cura degli architetti Lula Ferrari e Lola Ottolini, che hanno interpretato in chiave contemporanea questa camera delle meraviglie.

La mostra si chiude con Il paesaggio di passaggio, un percorso che si snoda attraverso otto passaggi nei quali i bambini scoprono come in natura esistano diverse e possibili sfumature dei colori naturali. Perché non esiste un solo blu cielo o verde prato, ma ogni colore presenta svariate sfumature e le possibilità sono infinite se solo si osserva con attenzione la natura circostante. L’installazione è curata dalla color designer Francesca Valan, già co-curatrice della precedente mostra Colore, e vede il supporto di Rosella Cilano, tintora e presidente Associazione Colore e Tintura Naturale M.E. Salice che ha supervisionato la realizzazione di un campionario di filati, presenti in mostra, tinti esclusivamente con colori naturali. Uno strumento che spiega come la natura stessa sia capace di creare colore, fornendo all’uomo dei pigmenti ideali per tingere e dipingere.

La mostra-gioco si rivolge ai bambini dai 2 ai 6 anni, da sempre uno dei target di riferimento del MuBa. A supporto dell’esperienza sono presenti didascalie di approfondimento dedicate al pubblico adulto, che forniscono gli strumenti necessari per accompagnare al meglio i bambini alla scoperta del tema affrontato.

Le visite alla mostra Natura sono organizzate a turni di ingresso della durata di 75 minuti. Questi gli orari: dal martedì al venerdì alle ore 17.00 (biglietti: adulti 6 euro, bambini 8 euro); sabato, domenica e vacanze scolastiche alle ore 10.00, 11.30, 14.00, 15.30 e 17.00 (biglietti: adulti 7 euro, bambini 9 euro). Per info 02 43980402.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 21/09/2019 alle ore 19:51.

Potrebbe interessarti anche: Leonardo da Vinci Parade, mostra, fino al 27 ottobre 2019 , Leonardo da Vinci 3D, mostra immersiva, fino al 26 settembre 2019 , Preraffaelliti: Amore e Desiderio, mostra, fino al 6 ottobre 2019 , La Vergine delle Rocce del Borghetto: in mostra l'opera di Francesco Melzi, fino al 31 dicembre 2019

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.