Dialoghi sull'Africa: il programma del workshop 2018 - La Fabbrica del Vapore - Milano

14/11/2018

Fino a domenica 25 novembre 2018

© unsplash

TERMINATO

Milano - In questi anni di difficile gestazione per il continente africano, aprire un dialogo sulla rappresentazione della sua identità e sui suoi obiettivi è fondamentale. Con questo spirito di attenzione al futuro dei paesi a sude del Mediterraneo, la rivista Africa propone una nuova edizione di incontri per informarsi, dibattere, dialogare. Il prossimo appuntamento è alla Fabbrica del Vapore di Milano, nello spazio Viafarini, sabato 24 e domenica 25 novembre 2018.

Milano - L’iniziativa è rivolta a studenti, viaggiatori, giornalisti, ricercatori, volontari, cooperanti, missionari, imprenditori, ma anche a chi muove i primi passi nell’interesse per l’Africa. Il programma prevede una lunga serie di ospiti e interventi, spalmati per tutto il weekend.

Sabato 24 novembre

  • 8.15: Registrazione dei partecipanti.
  • 9.00 - 11.00: Tendenze e pulsioni del continente vero. Introduce e modera Marco Trovato, direttore editoriale di Africa. Interventi: Leadership politiche e stato della democrazia in Africa (Giovanni Carbone, docente universitario e ricercatore Ispi); La globalizzazione difficile e suoi effetti sull’Africa (Mario Giro, docente di relazioni internazionali); Le nuove generazioni, in bilico tra modernità e tradizione (Padre Renato Kizito Sesana, missionario comboniano in collegamento da Nairobi); Check-up Africa: diagnosi e cura di un continente sofferente (Don Dante Carraro, direttore Medici con l’Africa-Cuamm).
  • Milano - 11.00 - 12.30: Dibattito: L’Africa è in movimento. Ma la direzione è giusta? con Giovanni Carbone, Mario Giro e Don Dante Carraro.

  • 12.30 - 14.00: Pausa pranzo.

  • 14.00 - 15.00: Le rotte africane della dispetazione: migrazioni, profughi e cause di instabilità. Introduce e modera Massimo Zaurrini, Africa e Affari - InfoAfrica. Interventi: L’esodo del nuovo millennio (Domenico Quirico, giornalista); Incognita Libia, cronache di un Paese allo sbando, inferno per i migranti (Michela Mercuri, ricercatrice).

  • 15.00 - 15.30: Dibattito: Migrazioni e crisi umanitarie. Come prevenirle, come affrontarle. E come raccontarle con Domenico Quirico e Michela Mercuri.
  • 15.30 - 15.4: Coffee Break.
  • 15.45 - 16.35: Effetto serra, effetto guerra. Introduce e modera Marco Trovato. Migranti climatici, nuova emergenza mondiale con Grammenos Mastrojeni, diplomatico italiano.

  • 16.35 - 17.15: Dibattito: L’acqua come il petrolio? Il clima impazzito, la fame di terre fertili e le nuove guerre per l’oro blu. Con Grammenos Mastrojeni.

  • 17.15 - 17.30: Coffee Break.
  • 17.30 - 18.30: Profondo CongoIntroduce e modera Giusy Baioni, giornalista. Da Mobutu a Kabila, cos’è cambiato? (Padre Rigobert Minani, gesuita); Il tesoro congolese, una ricchezza contesa (François Misser, giornalista).

  • 18.30-19.15: Dibattito. Presidenti inamovibili, corruzione, malgoverno: come può la Rd Congo – maledetta dalle proprie ricchezze – mutare destino? con Padre Rigobert Minani, François Misser e Giusy Baioni.

  • 19.30 - 20.45: Cena libera o buffet senegalese (su prenotazione).

  • 20.45 - 22.30: Proiezione di un film sul Congo. Introduce Raffaele Masto, editorialista e reporter di Africa.

Domenica 25 novembre 2018

  • 8.00 - 8.30: Santa Messa festiva nella sala del Workshop (partecipazione libera).
  • 8.45 - 10.15: Mille colline d'Africa, Ruanda. 1994-2019 Introduce e modera Marco Trovato. Interventi: Il genocidio, un’ecatombe annunciata ed evitabile: le responsabilità della comunità internazionale (Daniele Scaglione, formatore e consulente); Il ruolo della memoria nella ricostruzione del Ruanda (Honorine Mujyambere, presidente di Ibuka Italia); Così abbiamo filmato l’inferno del Ruanda. E la sua redenzione (Davide Demichelis, giornalista e conduttore televisivo); Il regno di Paul Kagame (François Misser, giornalista).
  • 10.15 - 10-45: Dibattito: Il Ruanda può sembrare oggi un Paese modello. Ma l’apparenza inganna? con Honorine Mujyambere, Davide Demichelis e François Misser.
  • 10.45 - 11.00: Coffee Break.
  • 11.00 - 12.00: La terra degli uomini integri. Introduce e modera Enrico Casale. Interventi: Thomas Sankara, l’ultimo rivoluzionario d’Africa, tra mito e realtà (Maurizio Schmidt, autore e regista teatrale e Alberto Malanchino, attore); Il difficile cammino della democrazia e della libertà (Cleophas Adrien Dioma, ideatore dell’Ottobre Africano).
  • 12.00 - 12.30: Dibattito: Da una rivoluzione all’altra: da Sankara alla “primavera” del 2014. Che cos’ha di speciale il Burkina Faso? con Maurizio Schmidt e Cleophas Adrien Dioma.
  • 12.30 - 14.00: Pranzo libero o buffet sahariano (su prenotazione).
  • 14.00 - 15.20: Sabbie mobili. Sabbie roventi. Introduce e modera Raffaele Masto. Interventi: Le frontiere calde del Jihad (Andrea De Georgio, giornalista freelance); Dal nord del Mali all’Italia, il grido di aiuto degli uomini blu (Ousmane Ag Hamatou, attivista e cooperante tuareg, collegamento da Gao); Niger, crocevia di migranti e snodo strategico per l’Europa (Padre Mauro Armanino, missionario in collegamento da Niamey); Tra i miliziani (e le vittime) di Boko Haram nella regione del Lago Ciad (Daniele Bellocchio, giornalista freelance).
  • 15.20 - 16.00: Dibattito: Perché si concentrano nel deserto i traffici più turpi della modernità con Andrea De Georgio e Daniele Bellocchio.
  • 16.00 - 16.15: Coffee Break (tè marocchino o caffè speziato).
  • 16.15 - 16.45: Eppure le carovane non si fermano… con Elena Dak, scrittrice e guida sahariana.
  • 16.45 - 17.15: DialogoQuale futuro per i nomadi del Sahara? con Elena Dak.
  • 17.15 - 17.30: Le menzogne sui migranti e il dovere di scuotere le coscienze, con Aboubakar Soumahoro, sindacalista Usb dei braccianti agricoli (video intervista).
  • 17.30 - 18.00: Etnocentrismo? Xenofobia? Razzismo? Un'antropologia di Homo Italicus, con Marco Aime, antropologo e scrittore.
  • 18.00 - 18.30: Dialogo Perchè l’antirazzismo non scalda più i cuori? con Marco Aime.
  • 18.30: Conclusione del Workshop e saluti a cura di Pier Maria Mazzola, direttore responsabile di Africa.

La partecipazione è a numero chiuso, per un massimo di 80 iscritti. Data ultima di iscrizione, venerdì 16 novembre 2018 (salvo esaurimento dei posti disponibili); si accettano le iscrizioni, in base alla data di ricezione, compilando il form online e inviando copia della ricevuta del pagamento della caparra.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 21/01/2019 alle ore 14:48.

Potrebbe interessarti anche: L’ebraismo, una chiave di lettura del mondo: rassegna di incontri sul pensiero ebraico, fino al 28 aprile 2019 , There is (no) alternative, ciclo di incontri, fino al 27 febbraio 2019 , Conseguenze sul futuro: incontro sulla Formazione con Vincenzo Barone e Miguel Benasayag, 21 gennaio 2019 , Urlare non serve a nulla, incontro della Scuola Genitori di Milano, fino al 25 marzo 2019

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

L'agenzia dei bugiardi Di Volfango De Biasi Commedia 2019 Il seducente Fred, l'esperto di tecnologia Diego e l'apprendista narcolettico Paolo sono i componenti di una diabolica e geniale agenzia che fornisce alibi ai propri clienti e il cui motto è 'Meglio una bella bugia che una brutta verità'.... Guarda la scheda del film