Chi ha paura del disegno? Opere su carta del '900 italiano dalla Collezione Ramo, mostra - Milano

Chi ha paura del disegno? Opere su carta del '900 italiano dalla Collezione Ramo, mostra - Museo del Novecento - Milano

08/11/2018

Fino a domenica 24 febbraio 2019

Altre foto

© Flickr.com / Comune di Milano

TERMINATO

Milano - Dal 23 novembre 2018 al 24 febbraio 2019 il Museo del Novecento di Milano presenta una mostra dedicata alle opere su carta del ‘900 italiano della Collezione Ramo, una delle maggiori raccolte private di opere su carta del XX secolo, iniziata alcuni anni fa dall’imprenditore milanese Pino Rabolini. Con più di cento opere, da Boccioni a Paolini, passando per Savinio, Fontana, Melotti, Rama, Castellani, Mauri, Agnetti, Mondino, Schifano, Pascali, Boetti, Salvo e molti altri, la collezione privata milanese si svela al pubblico per la prima volta

Milano - Chi ha paura del disegno? Il titolo, volutamente provocatorio, ironizza sulla mancanza di una cultura del disegno: la scelta delle opere e l'allestimento conferiscono al disegno l’importanza che merita nella storia dell’arte e ne esaltano la fruizione. Chi ha paura del disegno? presenta al pubblico un’ampia selezione di lavori dei più rappresentativi artisti italiani del XX secolo, e di altri ancora da riscoprire, provenienti dalla  Collezione Ramo. La scelta delle opere è basata su temi trasversali analizzati in diversi periodi storici, come le tipologie di astrattismo, i disegni degli scultori, i riferimenti alla storia dell’arte antica, l’uso della parola combinata con l’immagine e altre peculiarità di stile e contenuto, tipiche della sola arte italiana su carta.

Milano - Il pubblico ha l’occasione di apprezzare inediti e capolavori che offrono una nuova lettura di artisti conosciuti soprattutto per la produzione su tela come Cagnaccio di San Pietro, Tancredi, Gnoli, Burri, o per la scultura come Wildt, Marini, Consagra. Per alcuni artisti si è preferito esporre opere degli anni giovanili o la produzione tarda che svela aspetti molto interessanti e inediti. C'è anche l’opportunità di vedere la produzione di artisti come Rho, Sant’Elia, Munari o quella su carta di artisti noti per le installazioni con materiali poveri come Merz, Kounellis, Anselmo e Calzolari.

Data la recente scomparsa del collezionista Pino Rabolini, questa presentazione della Collezione Ramo assume anche il significato di celebrare proprio chi aveva creduto nella forza e nelle qualità uniche del disegno. L’esposizione vede  anche il vivace e inaspettato intervento di Virgilio Villoresi che ha realizzato una video animazione in carta, sorta di omaggio onirico alla Collezione Ramo. La collezione del Museo del Novecento offre al visitatore la possibilità di un confronto diretto con i dipinti e le sculture della collezione permanente, i cui autori in gran parte coincidono con quelli della Collezione Ramo.

La mostra inaugura giovedì 22 novembre 2018 alle ore 18.00, ed è visitabile fino a domenica 24 febbraio 2019 nei seguenti orari: lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30. I biglietti di ingresso al Museo del Novecento di Milano hanno i seguenti prezzi: intero 10 euro, ridotto 8 euro (per info 02 88444061).

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 14/10/2019 alle ore 03:57.

Potrebbe interessarti anche: Leonardo da Vinci Parade, mostra, fino al 27 ottobre 2019 , Natura, mostra-gioco per bambini, fino al 5 gennaio 2020 , Nikola Tesla Exhibition, mostra-museo interattivo, fino al 29 marzo 2020 , La Vergine delle Rocce del Borghetto: in mostra l'opera di Francesco Melzi, fino al 31 dicembre 2019

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.