Addio al McDonald's di piazza San Babila, tempio dei paninari anni '80: quando chiude e perché - Milano

Addio al McDonald's di piazza San Babila, tempio dei paninari anni '80: quando chiude e perché

Food Milano Martedì 29 novembre 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Milano - Chiusura definitiva per il McDonald's di piazza San Babila a Milano, storico fast food all'angolo tra corso Europa e largo Toscanini e locale simbolo di una generazione. La data prevista per la cessazione delle attività è martedì 6 dicembre 2022, con la ricollocazione dei 35 lavoratori nei vicini locali di piazza Duomo e galleria Fontana.

Nessun posto di lavoro perso, dunque: quello che si perde però - sia per chi ama il cibo di McDonald's , sia per chi invece non lo sopporta - è un luogo storico di Milano: qui negli anni Ottanta nacque la moda dei paninari, fenomeno di costume che dalla città meneghina si diffuse rapidamente in tutta Italia, contraddistinto dal rifiuto di ogni forma di impegno sociale e e politico e dall'adesione ad uno stile di vita fondato sull'apparenza e sul consumo, con l'America come modello assoluto

Il locale aprì in realtà con l'insegna Burghy (e fu il primo Burghy d'Italia) nel 1981 e fu successivamente venduto a Mc Donald's nel 1995. Negli anni della Milano da bere, i paninari lo scelsero come loro principale punto di ritrovo, affollandolo quotidianamente con i loro piumini Moncler, le cinture El Charro e gli zaini Invicta.

Già in un'occasione il fast food annunciò la chiusura, nel 2015, per poi riaprire i battenti l'anno successivo totalmente rinnovato. Stavolta però, con la complicità della pandemia, il contratto di affitto in scadenza e i costi per il rinnovo troppo alti, pare proprio che le serrande del Mc Donald's di piazza San Babila siano destinate ad abbassarsi per sempre.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

La nostra azienda nel corso del 2022 a fronte della domanda di agevolazione presentata in data 05/08/2020 a valere sull’Azione 3.1.1 "Covid19" del POR FESR 2014-2020 ha ricevuto il sostegno finanziario dell’Unione Europea per la realizzazione di un programma di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale "Covid19 – Adeguamento processi produttivi delle PMI"