L'eroica all'Auditorium di Milano: laVerdi suona con i fratelli Jussen e Thomas Guggeis

L'eroica all'Auditorium di Milano: laVerdi suona con i fratelli Jussen e Thomas Guggeis

Musica Milano Auditorium di Milano Martedì 22 marzo 2022

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Contenuto in collaborazione con laVerdi

Milano - Un trionfo di giovani talenti è in arrivo sul palco dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi con un programma che unisce il meglio dell’anima classica di Mozart e Beethoven. L'appuntamento all’Auditorium di Milano è per venerdì primo aprile (ore 20.00) e domenica 3 aprile 2022 (ore 16.00), con l’esecuzione del Concerto per due pianoforti K365 di Mozart e la Terza sinfonia Eroica di Beethoven.

Protagonista un trio di artisti mitteleuropei di straordinario valore artistico e grandissima capacità comunicativa. Il primo è Thomas Guggeis, direttore d’orchestra già assistente del leggendario Daniel Barenboim, senza dubbio uno dei più promettenti della sua generazione. Un gradito ritorno all’Auditorium di Milano, dove un anno fa stupì tutti appena varcata la soglia, inventandosi un programma di sana pianta e salvando il Concerto di Capodanno in streaming. Anche i funambolici fratelli Lucas e Arthur Jussen, la scorsa estate, sono stati acclamati con rara intensità dal pubblico di largo Mahler al termine dell’esecuzione del Concerto per due pianoforti di Poulenc.

Questo tris di giovani musicisti d’oltralpe è pronto per unire le forze e infiammare il palco de laVerdi con la sua travolgente energia. Altrettanto travolgente è il programma: il Concerto per due pianoforti e orchestra in Mi bemolle maggiore K. 365 di Wolfgang Amadeus Mozart, la Sinfonia n. 3 in Mi bemolle maggiore op. 55 di Ludwig Van Beethoven e Pacific 231 di Arthur Honegger.

Il cuore del programma dell'Eroica ha come protagonisti i fratelli Jussen. I due, in un’intervista, hanno dichiarato: «fare musica insieme per noi è naturale. Non viviamo nella stessa casa, ma non passa sera che non ci riuniamo per suonare». Lucas e Arthur Jussen sono simbiotici, e a volte, mentre suonano, pare che usino la stessa testa. In tal senso, la composizione con cui si confrontano, il Concerto per due pianoforti K. 365, permette di esaltare questa complementarità: la scrittura destinata ai due solisti li fa apparire come due alleati che mai cercano di prevalere l’uno sull’altro. Con le parole di Hermann Abert, autore di una biografia punto di riferimento per Mozart, «in questo concerto i due pianoforti dividono ogni loro melodia, variano uno la musica dell'altro, si interrompono vicendevolmente, all'occasione discutono gentilmente; il loro fraterno dialogo non è turbato da nessuna seria divergenza di opinione».

Gli effetti che si riscontrano, infatti, sono di tipo stereofonico, e pare quasi che un unico discorso musicale, anziché provenire da uno strumento solo, sia spazializzato su due strumenti, che si completano vicendevolmente. L’ennesimo capolavoro di equilibrio formale del genio che fu Wolfgang Amadeus Mozart, con gli ingredienti perfetti per un’esecuzione che renda gloria alla sua magnifica scrittura cristallina: il talento pianistico di due solisti di grandissimo spessore, e la concertazione di un direttore d’orchestra in rapida ascesa, Thomas Guggeis, che è impegnato anche con uno dei massimi capolavori del sinfonismo di Beethoven: la Sinfonia n.3, conosciuta anche come Eroica, il lavoro sinfonico che dà il titolo all’appuntamento, un’opera smisurata sia per la lunghezza che per la densità dell’elaborazione tematica. Scritta tra il 1803 e il 1804 l'Eroica fu inizialmente dedicata a Napoleone Bonaparte, l’eroe del suo tempo. In questa speciale occasione l’esecuzione viene preceduta dalla lettura dell’ode Il Cinque Maggio, scritta da Alessandro Manzoni nel 1821 in occasione della morte proprio di Napoleone Bonaparte.

Il concerto rappresenta l’evento di chiusura dei festeggiamenti del Bicentenario Napoleonico 1821-2021.Il concerto di venerdì primo aprile è inoltre preceduto alle ore 18.30 da una conferenza introduttiva nel foyer della balconata. L’Ingresso è libero fino a esaurimento posti.

I biglietti per assistere al concerto hanno un costo di 36 euro in platea e 27 euro in galleria. La tariffa per over 60 e convenzioni è di 27 euro in platea e 21 euro in galleria; la tariffa per under 30 e sostenitori è invece di 19 euro in platea e 17 euro in galleria. Ingresso con Super Green Pass e mascherina Ffp2 obbligatori. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 02 83389401 oppure scrivere una email alla Biglietteria dell'Auditorium laVerdi.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.