Pacta Salone 2021/2022: il cartellone teatrale della stagione futuristica Impacta 3022 - Milano

Pacta Salone 2021/2022: il cartellone teatrale della stagione futuristica Impacta 3022

Teatro Milano Pacta Salone Martedì 14 settembre 2021

Some disordered interior geometries
© Lucia Baldini

Milano - Impacta 3022: questo il titolo della stagione 2021/2022 di Pacta Salone, la realtà teatrale milanese che da anni oltre che a portare la gente a teatro, s’impegna a trasportare il palco con le sue storie anche nella vita di tutti i giorni. Un titolo che pensa al futuro perché dopo il buio è importante ricordare che torna sempre la luce e il cartellone al via il 5 ottobre 2021 in via Ulisse Dini 7 a Milano è un inno alla rinascita, alla speranza e alla cultura: una cultura che deve appartenere a tutti e che parli soprattutto il linguaggio di tutti.

Un progetto che s’impegna ad aiutare il pubblico ad interrogarsi su quello che sarà il nostro destino dopo aver toccato con mano la precarietà della vita e la volubilità della storia, ma quella di Pacta vuole essere anche una sfida che attraverso le sue molteplici manifestazioni ed iniziative artistiche sente l’esigenza di riempire non solo le sale, ma anche la città grazie a diverse collaborazioni con associazioni, ricordando ad ognuno l’importanza della cultura, che come ricorda la direttrice artistica Anning Raimondi, deve essere più importante della politica.

Impacta 3022 rappresenta il punto, l’archè da dove poter ricominciare a pensare ad un futuro migliore, lo spazio in cui il cambiamento non è solamente una parola, ma azione. Il cartellone 2021/2022 è vasto e variegato: 55 spettacoli, 153 aperture di sipario, 22 prime e 12 produzioni e coproduzioni Pacta tra riprese e novità, ma anche 3 progetti che abbracciano tematiche differenti: DonneTeatroDiritti, PactaSoundZone Parapiglia TeatroinFamiglia. A riscaldare l’inverno è in programma una rassegna dedicata alla danza, e non mancano neanche quest'anno gli appuntamenti con la scienza grazie al festival Scienza in Scena, giunto ormai alla sua quarta edizione. Una stagione in cui si intrecciano discipline, arti, e progetti diversi, proprio a voler rimarcare la premura di dover tornare a fare cultura oltre che a guardarla. Divenire noi stessi gli attori di questa nuova stagione del mondo, che ha sempre più bisogno di bellezza, perché il teatro è interazione e partecipazione attiva, ma soprattutto un sentire autentico.

Il cartellone di Pacta Salone parte con la musica. Il 5 ottobre 2021 si può ascoltare il Concerto di musica indiana con i musicisti Imran Khan e Francesco Gherardi, che regalano al pubblico un connubio di sonorità antiche della musica hindustani e contemporanee della tradizione indiana. L’8 e 9 ottobre 2021 al Pacta Salone va invece in scena Loockdown Memory, uno spettacolo ideato dagli attori Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola: una pièce profonda in cui vengono evocati dai protagonisti i momenti alienanti e tragici del lookdown attraverso video, annotazioni e intimi dialoghi; una rappresentazione che vuole farsi testimone della tragica esperienza del corona virus portando sul palco quella triste quotidianità vissuta da ognuno.

Ma la quotidianità è fatta anche di rinunce, assenze, gioie, fatiche, soddisfazioni. E lo sanno bene i protagonisti di Antonio e Cleopatra… o quel che ricordo, tratto dall’opera di Shakespeare con la regia di Andrea Collavino e con Filippo Gessi e Teresa Timpano. Ambientato in un deserto africano/calabrese, lo spettacolo va in scena dal 20 al 24 ottobre 2021: Cleopatra e Antonio tornano in vesti moderne con i nomi di Teresa e Filippo e raccontano una storia che non conosce tempo, quella della vita.

Dal 28 al 31 ottobre 2021 Kamikaze nella bassa (quando il perdono vince con la forza), tratta il tema della grazia laddove sempre impossibile poterla concedere. Se è vero che solo Dio può donare il perdono, è anche vero che gli uomini sono fatti a sua immagine e somiglianza e non resta che scoprire cosa fanno i protagonisti delle tre storie portate sul palco: Kamikaze nella bassa, Fratello luna sorella sole e Director’s Cut.

All’interno della rassegna di danza e arti multimediali Apriamo le gabbie, dal 3 al 13 novembre 2021, sul palco del Pacta Salone si esibiscono danzatori e performer italiani e stranieri, per dare visibilità alle nuove discipline e tematiche della danza, con una particolare attenzione alla danza indiana e all’innovatività di ragazzi della Grecia. Il 3 novembre 2021 va in scena Some disordered interior geometries (parafrasi sul ritrovamento del corpo), omaggio a Francesca Woodman con la coreografia e interpretazione di Paola Bedoni e con la partecipazione di Clara Consolandi; a seguire In sospeso, uno spettacolo in cui i corpi dialogano attraverso i propri movimenti e i propri sguardi interiori (coreografia e interpretazione di Sara Paternesi e Liber Dorizzi). Il 4 novembre 2021 Vito Cassano, ideatore e coreografo dello spettacolo Humans porta sul palco una rappresentazione che avrà come punto di partenza il dipinto di Salvador Dalì La metamorfosi di Narciso. Il 6 e il 7 novembre 2021 - a cura di Gianluca Riggi, Valerio Gatto Bonanini e Riccardo Cananiello - si può assistere allo spettacolo Boleroeuropa: studio sul Bolero di Ravel, la storia di una danza popolare di origine spagnola nata alla fine del 700 e del musicista che nel 1928 realizzò il suo capolavoro: sul palco il ballerino Cananiello danza davanti ad un gruppo di giovani migranti che nella pièce rappresenteranno se stessi. Il 9 e il 10 novembre è la volta di Common Landscape, un programma di tre pezzi inediti con le coreografie di Fabrizio Calanna e Matteo Sacco e l'interpretazione di Sofia Casprini, Fabrizio Calanna, Nicolò Giorgini, Valentina Paparella, Lara Viscuso e Chiara Verzola (produzione Compagnia Sanpapiè e VuotoperPieno). L'11 novembre 2021 l'appuntamento è con Fanfara Futura, ideato e diretto da Lucrezia Gabrieli e Andrea Marinelli. La rassegna sulla danza si conclude con due spettacoli indiani: il 12 e 13 novembre 2021 My journey with Indian classical dance è una performance conference di e con Dominique Delorme in cui attraverso il corpo racconta la storia dei Karanas, un alfabeto della danza ritrovato in degli antichi testi in sanscrito; il 13 novembre 2021 Natyamrita: nettare della danza, con le suggestive atmosfere del teatrodanza indiano di Stella Penzo, Roberta Cavicchioli, Lisa Pellegrini, Cristina Alfonsetti e Lucrezia Ottoboni.

Si torna alla prosa dal 18 al 28 novembre 2021 con Shocking Elsa di Maria Eugenia D’Aquino, Alberto Oliva e Ilaria Arosio che vede finalmente le luci del palco: in scena la storia dell’iconica artista della moda italiana Elsa Schiapparelli, la quale nel corso della sua vita ha dovuto confrontarsi con ostacoli e rivalità come quella con Coco Chanel. E a proposito di Elsa Schiapparelli, Black, Black Ski 2021 è un omaggio a lei e allo zio che tanto l’ha ispirata, Giovanni Virginio, grande astronomo italiano: lo spettacolo, ideato da Giorgio Rossi, Stefano Sandrelli e Maria D’Eugenio D’Acquino, va in scena il 28 e il 29 novembre 2021.

Il 4 e 5 dicembre 2021 la stagione del Pacta Salone prosegue una drammaturgia e regia di Giulia Sara Borghi e Stefania Buraschi dal titolo Gocce: è il viaggio di un profugo sul mare dove le gocce rappresentano le testimonianze di queste donne e di questi uomini coraggiosi pieni di sogni e speranze. Il 10 e l’11 dicembre 2021 si parla invece di potere con lo spettacolo Elisabetta I. Le donne e il potere di David Norisco e con la regia di Filippo d’Alessio e Maddalena Rizzi.

Data unica per Valeri Versus D’Annunzio: autori in sfida di Lorenzo Vegani e con Alessandro Pazzi: il 13 dicembre 2021 sul palco del Pacta è in programma un duello per far riscoprire al pubblico i brani e le produzioni di due autori diversi che in comune hanno la Lombardia e un particolare anniversario. Dal 15 al 19 dicembre 2021 va poi in scena Fermenti lattici di Giovanna Biraghi, Ester Palma e Monica Pariante: sul palco la storia d’amore di Leda De Marco e Caterina Martinelli, due donne molto diverse l’una dall’altra, che dopo essersi allontanate per 8 anni si rincontrano in occasione dello spettacolo La nona nota. Il 2021 si conclude il 20 e 21 dicembre con Unghie, pièce di Valentina Fratini con la regia di Francesco Branchetti e con Isabella Giannone: le unghie di Anna, donna incarcerata nei primi anni ’50, sono la metafora di questa rappresentazione in cui la protagonista, dopo anni passati a mangiarsi le unghie, impara a curarsele grazie ad un uomo, fino a poi arrivare a mettersene di finte; ma le unghie infine usurate dal tempo cadranno una dopo l’altra. L’anno nuovo si apre con lo spettacolo Quanto resta della notte di e con Salvatore Arena l’8 e il 9 gennaio 2022: una pièce che affronta il tema della morte e della malattia, della fede e della salvezza.

Dal 14 gennaio al 13 febbraio 2022 a tenere compagnia al pubblico del Pacta Salone c'è il festival Scienza in Scena: ad aprire la kermesse un’ouverture all’Apres-coup di via Privata della Braida 5, Nel Salotto dell’Agnesi con lo storico della scienza Massimo Mazzotti, i matematici Betti e Toffalori, il regista Riccardo Magherini e tanti altri nomi illustri, tutti pronti a dialogare e a festeggiare i 20 anni del TeatroinMatematica con la musica del musicista ingegnere Carlo Centemeri di Canone Inverso. La stagione prosegue dal 20 al 30 gennaio 2022 con Black Box: dentro l’algoritmo di Maria Eugenia D’Acquino, seguito l’1 e il 2 febbraio 2022 dal commovente Parole Mute 2.0: una testimonianza sull’Alzheimer: una figlia costretta a vivere sapendo che un giorno arriverà il momento in cui il padre non la riconoscerà più. In scena poi Butterfly di e con Margherita Lisciandrano, il 4 e 5 febbraio 2022; Romanzo di un’anamnesi di e con Sara Parzani l’8 e 9 febbraio 2022; e Se.No di Andrea Brunello con il contributo medico e scientifico di Antonella Ferro il 10 e 11 febbraio 2022.

Dal 16 al 17 febbraio 2022 si parla ancora di sentimenti con La sorpresa dell’amore di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux, nella traduzione di Paola Ranzini e con la regia di Paolo Bignamini. Il nobile Lelio si ripromette di non amare più dopo aver sofferto molto e così fa anche una giovane contessa. Manteranno la promessa i nostri protagonisti?

Dal primo marzo al 14 aprile 2022 si prosegue con la rassegna DonneTeatroDiritti: cammino, frontiere, biosgni e sogni e una serie di spettacoli incentrati su tematiche sensibili e delicati. Temi trattati con impegno, dedizione, ma soprattutto con cura. Il progetto arrivato alla dodicesima edizione è il principio, la casa in cui poter parlare di libertà, di emancipazione e di diritti che troppo spesso vengono negati e sottratti a popoli e individui. Il primo marzo 2022 Cammino, frontiere, biosgni e sogni: lo spazio fisico del diritto è un incontro-conferenza con letture con le avvocate Ileana AlessoPaola Regina. Dal 3 al 6 marzo 2022 va in scena La Confessione, storia di un prete gay racconta la sua storia: Marco Politi, vaticanista e biografo di Giovanni Paolo II, racconta il suo combattuto dualismo interiore tra la fede e il voler essere un sacerdote di Dio o rimanere fedeli alla propria natura. 

DonneTeatroDiritti prosegue dall’8 al 13 marzo 2022 con L’infinita speranza di un ritorno con vita e poesia di Antonia Pozzi, progetto di e con Elisabetta Vergani; dal 16 al 20 marzo 2022 con Il Canto di Penelope di Margaret Atwood; dal 22 al 27 marzo 2022 con Ragazze di vetro, tratto dalla Campana di vetro di Sylvia Plath; dal 30 marzo al 3 aprile 2022 con Mileva di Ksenija Martinovic, la biografia di una scienziata. L’11 e il 12 aprile 2022 lo spettacolo in scena al Pacta Salone è ambientato in Sicilia: sul palco la coppia protagonista di Con Sorte, scritto e diretto da Giacomo Guarnieri con Oriana Martucci. Il 13 e il 14 aprile 2022 è poi possibile tornare indietro nel tempo, più precisamente nel Medioevo, grazie a Libellule in volo, racconti confessioni e letture sulle streghe e l’inquisizione, ideato e diretto da Antonio Rosti.

La rassegna New Classic apre la sua carrellata di spettacoli con Verlaine + Rimbaud: un’ora all’inferno con te, interpretato da Alessandro Pazzi e Edoardo Rivoira e in scena dal 5 al 10 aprile 2022. Dal 26 aprile all’8 maggio 2022 in prima assoluta c'è Vecchi Tempi di Harold Pinter, diretto dal premio Ubu Claudio Morganti: è la storia di un marito, di una moglie e di una vecchia amica di lei che  insieme ricordano i tempi di gioventù, ma tutti in modo differente.

Dal 18 al 20 maggio 2022 torna lo storico spettacolo The Waste Land di T.S. Eliot, portato in scena da Annig Raimondi per il ventunesimo anno e ripreso in occasione dei 100 anni dalla scrittura del testo e dalla sua pubblicazione. Chiude infine la stagione dal 24 al 29 maggio 2022 Non si sa come, che non a caso è l’ultima opera scritta di Luigi Pirandello: con la regia di Paolo Bignami, la pièce produzione Pacta termina così una stagione importante dove ad ogni espressione artistica, politica e culturale trova il suo posto, il suo spazio, la sua rigenerazione.

Da ricordare sono inoltre gli appuntamenti del giorno dopo, quando il teatro e il palco sono ormai vuoti, ed è lì che nasce PactaSoundZone: quattro lunedì in cui gli artisti ospiti inventano e improvvisano con il pubblico una scena, un non previsto. Queste le date: il 10 gennaio 2022 Teatroorchestra; il 21 febbraio 2022 Duet II con Simone Grande e Elisa Capucci; il 14 marzo 2022 Bluering Underwood; e lunedi 28 marzo 2022 Mani rotte con Simone Grande.

Infine c'è anche quest'anno Parapiglia TeatroinFamiglia, organizzata per bambini e ragazzi da Ditta Gioco Fiaba e Pacta. dei Teatri: un luogo culturale in cui aiutare i più giovani a scoprire l’arte affinché anche le periferie possano godere del bene più prezioso che ci sia, la cultura. Il programma di Parapiglia TeatroinFamiglia 2021/2022 prevede spettacoli in matineé per bambini dai 18 mesi ai 4 anni e in orario pomeridiano per bambini dai 4 anni in su. Questo il cartellone delle matineé: il 31 ottobre 2021, Lo scoiattolo Gillo in cucina; il 7 novembre 2021, Il frigor dello scoiattolo Gillo; il 14 novembre 2021, Lo Scoiattolo Gillo sul tram. Questo il cartellone degli appuntamenti pomeridiani: il 31 ottore 2021, Storie di Paura; il 7 novembre 2021, Cavoli a merenda; il 14 novembre, I love Dante: una sfida d’amore nell’inferno del web; il 6 gennaio 2022, La befana si è arrabbiata; il 30 gennaio 2022, Nina delle stelle: puoi salvare il mio pianeta di e con Filippo Tognazzo; il 6 febbraio 2022, Leonardo curioso di tutto, in collaborazione con Riccardo Secchi; il 20 febbraio 2022, spettacolo da definire; il 27 febbraio 2022, Cartoline di Don Chisciotte.

L'orario di inizio degli spettacoli è alle 20.45 dal martedì al sabato e alle 17.30 la domenica. Gli appuntamenti di Parapiglia TeatroinFamiglia sono invece in programma alle 11.00 e alle 15.30. I biglietti possono essere acquistati comodamente on line via Happyticket. Per ulteriori informazioni contattare la biglietteria del Pacta Salone telefonando al numero 02 36503740 oppure via email.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.