Lockdown a Milano. Sala: «oggi sarebbe una scelta sbagliata»

Lockdown a Milano. Sala: «oggi sarebbe una scelta sbagliata»

Attualità Milano Mercoledì 28 ottobre 2020

Beppe Sala
© Flickr.com / Comune di Milano

Milano - Lockdown a Milano? Dopo le restrizioni del Dpcm del 24 ottobre 2020 e le ordinanze integrative della Regione Lombardia che prevedono, tra le altre cose, il coprifuoco in orario notturno con tanto di autocertificazione per gli spostamenti motivati, la curva dei contagi nel capoluogo lombardo non si abbassa, e alcuni iniziano a parlare dello spettro di un nuovo lockdown. A evocarlo è stato anche Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, che ha paventato la possibilità di un lockdown mirato per il capoluogo lombardo e per Napoli, l'altra grande malata di questa seconda ondata di contagi.

«Io e il sindaco di Napoli De Magistris abbiamo scritto per chiedere se questa è un'opinione condivisa dal Ministero e, se sì, se è basata su dati che noi non abbiamo», ha commentato il primo cittadino di Milano Beppe Sala in una delle sue dirette Facebook la mattina del 28 ottobre 2020. Sala ha poi detto la sua sull'eventualità di un nuovo lockdown a Milano: «per quello che osservo ad oggi ritengo che oggi sia una scelta sbagliata», ha spiegato, per poi sottolineare come il tema di oggi sia «tenere in casa gli anziani: è brutale ma il 90% dei decessi è sugli over 70. E poi c'è un problema di spazi da creare per gli asintomatici e per le quarantene, stiamo lavorando su questo con Ats e con la Regione Lombardia».

Walter Ricciardi aveva affermato che «a Milano e Napoli si può prendere il Covid entrando al bar, al ristorante, prendendo l’autobus» e che «stare a contatto stretto con un positivo è facilissimo perché il virus circola tantissimo: in queste due aree il lockdown è necessario, in altre del paese no». «Non credo che sia giusto fare un lockdown», ha invece ribadito Beppe Sala, «è nelle mie responsabilità: io ragiono con la testa e con il cuore, guardo i dati, abbiamo meno di 300 terapie intensive, ne abbiamo avute 1700, sono in crescita ma stiamo già facendo dei sacrifici e vedremo cosa succederà».

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.