laVerdi all’Estate Sforzesca 2020: con la Nona si chiude il programma della Beethoven Summer - Milano

laVerdi all’Estate Sforzesca 2020: con la Nona si chiude il programma della Beethoven Summer

Musica Milano Castello Sforzesco Martedì 4 agosto 2020

La Nona Beethoven summer
© La Verdi
Altre foto

Contenuto in collaborazione con laVerdi

Milano - L’esperienza della Beethoven Summer ha rappresentato una scommessa. Affrontare l’integrale delle sinfonie e dei concerti per pianoforte di Ludwig Van Beethoven con una formazione ridotta ha consentito ai professori dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi di sperimentare una nuova dimensione orchestrale: 35 elementi sul palco, ognuno col proprio leggio, distanziati l’un l’altro di circa un metro e mezzo. Un nuovo modo di approcciare l’orchestra, un’esperienza che a laVerdi è servita, e che ha consentito di tenere compagnia alla città di Milano durante questa estate un po’ particolare che stiamo vivendo.

Il coronamento di questo ambizioso progetto non poteva che essere l’esecuzione della Sinfonia n.9 in re minore op.125, la Corale, l’ultimo capolavoro sinfonico beethoveniano. E per farlo, laVerdi esce dalla sua casa, l’Auditorium di Milano e approda, domenica 30 agosto alle 21.00, sul palco allestito nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, che fino al 4 settembre ospita gli oltre 80 eventi dal vivo inseriti nel programma della Estate Sforzesca 2020, l'iniziativa del Comune di Milano nonché cuore del cartellone Aria di Cultura.

laVerdi insieme al suo direttore musicale Claus Peter Flor esegue la Nona di Beethoven, a conclusione della rassegna che laVerdi ha voluto dedicare al grande compositore tedesco nel 250° anniversario dalla nascita. Per l’occasione, i quattro solisti sono Sabina von Walther (soprano), Josè Maria Lo Monaco (mezzosoprano), Patrik Reiter (tenore) e Ugo Guagliardo (basso).

Sul palco dell’Estate Sforzesca è possibile assistere a un programma che conclude perfettamente la Beethoven Summer, il cui spirito è stato descritto perfettamente dalle parole del maestro Claus Peter Flor: «occorre tornare alla musica viva con più slancio di prima. Non interrogarci troppo su come farla, buttarci dentro a capofitto, nutrirci ogni giorno della sua bellezza per celebrare la forza della vita». Un grande inno alla gioia e alla fratellanza, che in questo momento storico più che mai rappresenta una necessità imprescindibile.

I biglietti sono acquistabili on line al prezzo di 15 euro + 1,22 euro di prevendita.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.