Mascherine a Milano e in Lombardia: sono obbligatorie? Le regole dell'ordinanza

Mascherine a Milano e in Lombardia: sono obbligatorie? Le regole dell'ordinanza

Attualità Milano Lunedì 18 maggio 2020

© Pixabay

Milano - La nuova ordinanza della Regione Lombardia, che segna l'entrata dell'Italia in piena fase 2, prolunga almeno fino al 31 maggio 2020 l'obbligo di indossare la mascherina chirurgica di protezione per bocca e naso, anche all'aperto. L'ordinanza firmata dal presidente Attilio Fontana stabilisce che, dal 18 maggio 2020: «Regione Lombardia ha deciso di riaprire musei, ristoranti, bar, parrucchieri, estetiste e molte altre attività commerciali. Via libera anche alle funzioni religiose».

Riguardo alle mascherine, in Lombardia e a Milano, è obbligatorio utilizzo anche all'aperto (dunque non solo in luoghi chiusi e accessibili al pubblico). La mascherina chirurgica può non essere indossata dai bambini minori di 6 anni e persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i loro accompagnatori.

Altra novità dal 18 maggio è la misurazione della temperatura per i clienti dei ristoranti, e - come stabilito in una precedente ordinanza - anche la misurazione della temperatura in tutti i luoghi di lavoro a dipendenti e clienti. Vige il divieto, ad entrambi, di accesso e permanenza in caso la temperatura sia superiore ai 37,5°. Resta l'obbligo di rispettare in ogni situazione la distanza interpersonale, così come restano in vigore le disposizioni previste nella precedente ordinanza in tema di organizzazione del lavoro.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.