Libri Milano La Fabbrica del Vapore Giovedì 14 marzo 2019

Book Pride Milano 2019, il programma degli eventi da non perdere: orari e ospiti

Milano - Quinta edizione a Milano per Book Pride, la fiera degli editori indipendenti che quest'anno cambia location e, dagli spazi di Base Milano, si sposta alla Fabbrica del Vapore. L'appuntamento con Book Pride 2019 è da venerdì 15 a domenica 17 marzo con tre giorni di eventi a ingresso gratuito, oltre 250 con la partecipazione di circa 200 editori. L'orario di apertura è sempre dalle 10.00 alle 20.00.

Tra le novità di questa edizione, la collaborazione con gli eventi concomitanti Libri Come di Roma e Milano Digital Week 2019, con i quali si sono definiti ospiti comuni e programmi condivisi. Il programma di Book Pride 2019 è incentrato sul tema Ogni Desiderio e intende esplorare i modi diversi e spesso inaspettati nei quali il desiderio si manifesta.

Iniziamo dunque questa carrellata di eventi da non perdere di Book Pride 2019 dalle dodici Lezioni di Desiderio, incontri d'autore focalizzati su un personaggio letterario, maestro a sua volta nell’arte del desiderio: Violetta Bellocchio e il desiderio di Jane Eyre, dal romanzo di Charlotte Brontë (sabato 17, ore 14.00, Sala Beckett); Giorgio Fontana e il desiderio dell’agrimensore K., da Il Castello di Franz Kafka (sabato 16, ore 14.00, Arena Robinson); Fabio Geda e il desiderio di Asher Lev, da Il mio nome è Asher Lev di Chaim Potok (domenica 17, ore 11.00, Sala Lessing); Nicola Lagioia e il desiderio dei personaggi di Truman Capote, in A sangue freddo e in Preghiere esaudite (domenica 17, ore 15.00, Sala Beckett); Marco Malvaldi e il desiderio di Barney da La versione di Barney di Mordecai Richler e quello di Winston, il protagonista di 1984 di George Orwell (sabato 16, ore 16.00, Sala Luna); Antonio Moresco e Tiziano Scarpa e il desiderio di Don Chisciotte e Sancho Panza, dal capolavoro di Cervantes (domenica 17, ore 18.00, Sala Achmatova); Francesco Pacifico e il desiderio di Mrs Dalloway, dal romanzo di Virginia Woolf (sabato 16, ore 18.00, Sala Beckett); Valeria Parrella e il desiderio di Antigone, dalla tragedia di Sofocle (venerdì 15, ore 17.00, Sala Lessing); Elena Stancanelli e il desiderio dell'Iguana e del puma Alonso, da due tra i romanzi più belli di Anna Maria Ortese (sabato 16, ore 15.00, Sala Lessing); Chiara Valerio e il desiderio di Kurtz, da Cuore di tenebra di Joseph Conrad (sabato 16, ore 16.00, Sala Lessing); Simona Vinci e il desiderio dei personaggi delle fiabe dei Fratelli Grimm (domenica 17, ore 15.00, Sala Eliott).

Da non perdere neppure il ciclo di conversazioni e interviste Stelle polari, in cui i protagonisti raccontano il legame che hanno con l’oggetto del loro desiderio, la loro stella polarePaolo Cognetti Chandra Livia Candiani esplorano il desiderio di silenzio (domenica 17, ore 18.00, Sala Luna); Federico Fiumani si concentra sul desiderio del nulla, nell’incontro Affinità e divergenze, 35 anni dopo, tra Siberia e noi (domenica 17, ore 16.00, Sala Beckett); Giuseppe Genna racconta il desiderio italiano con Marco Damilano (domenica 17, ore 12.00, Arena Robinson); Dori Ghezzi interviene in un incontro, che a vent'anni dalla scomparsa di Fabrizio De André, si intitola All'incanto dei desideri (sabato 16, ore 15.00, Arena Robinson); Paolo Giordano racconta il desiderare quello che non c'è, prendendo spunto dall’intervento della giovane attivista svedese Greta Thunberg che ha riportato con forza l’attenzione sul cambiamento climatico (domenica 17, ore 16.00, Sala Luna); Christian Raimo parlerà del desiderio di uguaglianza a partire dall’articolo 3 della Costituzione (domenica 16, ore 13.00, Sala Scerbanenco); l’astrofisica Sandra Savaglio racconta il nesso tra desiderio e cielo stellato (sabato 16, ore 19.00, Sala Luna); Patrizia Valduga Pietro Barbetta si concentrano invece sul legame tra desiderio erotico, mancanza e poesia (venerdì 15, ore 17.00, Arena Robinson); Walter Siti si interroga infine sulla transizione dal desiderio al bisogno (sabato 16, ore 17.00, Sala Luna).

Ma fittissimo di incontri è il programma di Book Pride 2019 con una folta schiera di ospiti italiani e esteri. Tra gli scrittori internazionali spiccano i nomi dello statunitense Peter Cameron che parla del suo ultimo libro Gli inconvenienti della vita (sabato 16, ore 17.00, Sala Beckett), dell'olandese di origine iraniana Kader Abdolah con il suo ultimo romanzo Uno scià alla corte d’Europa (domenica 17, ore 12.00, Sala Achmatova), il filosofo sudafricano sostenitore dell’antinatalismo David Benatar (domenica 17, ore 19.00, Sala Luna), l'inglese Anthony Cartwright con il suo nuovo romanzo Il taglio sul tema della Brexit (sabato 16, ore 17.00, Sala Lessing), il critico musicale e biografo di Lou Reed Anthony De Curtis (domenica 17, ore 16.00, Arena Robinson), lo scrittore spagnolo Guillem López con il suo Ventuno, definito un incrocio tra Mad Max, Camus e Bukowski (sabato 16, ore 16.00, Sala Salinger), gli autori cinesi Zeng Shaomei Zhang Yueran dell’antologia Gli insaziabili (sabato 16, ore 13.00, Sala Beckett).

Non mancano gli ospiti italiani. Oltre a quelli già citati, vale la pena segnalare la presenza di Marco Baliani che legge Canto della pianura di Kent Haruf (domenica 17, ore 16.00, Sala Lessing), Alessandro Robecchi con il suo ultimo libro I tempi nuovi (sabato 16, ore 18.00, Sala Luna), Gioele Dix con La Bibbia ha (quasi) sempre ragione (domenica 17, ore 16.00, Sala Achmatova). Michele Vaccaro, con Ilaria Scarioni, Rosa Matteucci e Laura Guglielmi, presenta i racconti del libro Il ponte: un'antologia, dedicato al tragico crollo del Ponte Morandi a Genova (domenica 17, ore 11.00, Sala Scerbanenco), mentre Ezio GuaitamacchiFabio Treves Luca Valtorta parlano del libro Woodstock: i tre giorni che hanno cambiato il mondo di Mike Evans e Paul Kingsbury (domenica 17, ore 14.00, Arena Robinson). Tra gli ospiti di Book Pride 2019 c'è anche il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli, ospite dell'incontro Libri, Lettura, Lettori (domenica 17, ore 17.00, Sala Colonna).

I già citati Premi Strega Paolo CognettiPaolo GiordanoNicola Lagioia e Walter Siti sono anche protagonisti della conversazione Ogni romanzo, un desiderio (domenica 17, ore 14.00, Sala Luna). Gianni Mura e Beppe Smorto dialogano intorno a Gianni Brera nel centenario della nascita (venerdì 15, ore 16.00, Arena Robinson). Paolo Bacilieri presenta Tramezzino, la sua storia d'amore a fumetti attraverso i palazzi di Milano, in dialogo con Gianni Biondillo (venerdì 15, ore 17.00, Sala Scerbanenco).

Tra gli eventi di Book Pride Off - eh sì, il festival esce anche dalla Fabbrica del Vapore con un programma di una ventina di appuntamenti tra locali e librerie di Milano - segnaliamo lo speciale ricordo di Andrea G. Pinketts, morto lo scorso dicembre, a cura di Alessandro Beretta (venerdì 15, ore 21.00, Circolo Ex Combattenti).

Come sempre Book Pride pensa anche ai bambini e ai ragazzi: durante tutta la rassegna lo spazio Book Young a cura delle librerie La linea d’ombra e Isola libri propone laboratori per piccoli lettori e letture ad alta voce.

E questa è solo la punta dell'iceberg della fiera degli editori indipendenti. Il programma prevede un sacco di iniziative per tutti i gusti: per scoprire tutti, ma proprio tutti gli eventi di Book Pride 2019 e gli eventuali aggiornamenti di orari e ospiti consultare il sito ufficiale di Book Pride.

Potrebbe interessarti anche: , Milano da leggere 2019: libri in download gratuito in metropolitana (e non solo) , Milano è la più romantica d’Italia: la classifica di Amazon delle città che leggono più romanzi rosa , Lettori di notte, le biblioteche di Milano aperte fino a tardi: elenco e orari , Con Pinketts è morto l'animo bohémien di Milano. I funerali a Sant'Eustorgio , BookCity 2018, le foto. «La festa dei libri di Milano rappresenta la crescita civile della città»

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.