BookCity 2018, le foto. «La festa dei libri di Milano rappresenta la crescita civile della città»

Libri Milano Lunedì 19 novembre 2018

BookCity 2018, le foto. «La festa dei libri di Milano rappresenta la crescita civile della città»

© Mario Barone
Altre foto

Milano - BookCity Milano si è confermata anche quest'anno la grande festa partecipata dei libri, degli autori, dei lettori e dell'editoria diffusa nei musei, nei teatri, nelle scuole, nelle università, nelle biblioteche, nei palazzi storici, nelle librerie, nelle associazioni, nei negozi, negli spazi pubblici e privati. L'edizione 2018 di BookCity  è stata caratterizzata da un totale di 1452 eventi distribuiti in 354 sedi (contro i 437 eventi in 133 sedi della prima edizione nel 2012), con la partecipazione di 2996 tra relatori e presentatori.

Il pubblico di BookCity è più che raddoppiato rispetto al 2012, quando il numero di visitatori era stato intorno agli 80 mila: quest'anno le presenze sono state dunque oltre le 160 mila (mentre la scorsa edizione di BookCity aveva registrato 175 mila visitatori). «Nella crescita del modello BookCity, in questa edizione ha avuto un peso particolare il taglio internazionale del progetto, grazie al coinvolgimento delle città della Letteratura del circuito Unesco, e in particolare di Dublino», commenta l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno: «la presenza di Mike McCormack testimonia la partecipazione e la condivisione sempre più internazionale di temi e protagonisti del mondo creativo della produzione letteraria ed editoriale».

BookCity mette al servizio della città di Milano una varietà di luoghi al di fuori della filiera editoriale e aggrega tutti coloro che, pur non facendone parte, hanno a cuore il libro e la lettura. Sono nati nuovi poli in quartieri lontani dal centro, per esempio Anguriera di Chiaravalle, Auditorium Edy Cremonesi, Hug Milano, Mare Culturale Urbano, Memoriale della Shoah, Nolo District. Inoltre, ad oggi, dei 135 comuni della Grande Milano, 72 hanno avuto almeno una sede di BookCity. Nel 2018 hanno partecipato 7 Università e 6 Accademie, e gli eventi organizzati all’interno delle università milanesi, cresciuti in un anno del 77%, testimoniano la volontà del sistema universitario cittadino di consolidare la presenza diffusa e di qualità della manifestazione. La libreria di BookCity, ubicata al Castello Sforzesco, ha registrato il 20% in più di vendita dei libri rispetto alla passata edizione.

«Ci fa piacere constatare che la manifestazione rappresenti concretamente la crescita civile della città. Una storia di 7 anni, nata come partnership pubblico privato, che ha mantenuto questa identità e ha progressivamente allargato la presenza della società civile», commenta il comitato promotore di BookCity Milano.

Potrebbe interessarti anche: , BookCity Milano 2019: il programma dei 30 eventi da non perdere , Qual è la città dove si legge di più? Milano domina la classifica 2019 secondo Amazon.it , Camilleri, funerali privati e omaggi in tutta Italia: l'ultima volta a Milano e il primo libro venduto da Ibs.it , In viale Espinasse appartamento confiscato alla criminalità diventa biblioteca condominiale , Milano è la più romantica d’Italia: la classifica di Amazon delle città che leggono più romanzi rosa

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.