Teatro Milano Teatro Fontana Giovedì 21 giugno 2018

Teatro Fontana: la stagione 2018/2019 in bilico tra classici e sperimentazione

Altre foto

Milano - 16 titoli tra nuove produzioni, riprese e ospitalità, eventi musicali e rassegne di danza contemporanea, weekend dedicati alle famiglie per un totale di 182 aperture di sipario con un repertorio all’insegna di una «classicità contemporanea», secondo la definizione della direttrice artistica Rossella Lepore. La stagione 2018/2019 del Teatro Fontana si muove tra i due poli opposti della tradizione e della sperimentazione, nel solco degli anni passati, privilegiando storie in cui il rumore di fondo dell’attualità si insinua in un contesto classico o addirittura mitologico.

Il filone principale è quello relativo alla Fatherness, ovvero al corto circuito generazionale e all’eredità simbolica che le giovani generazioni possono (o meno) aver ricevuto da quelle precedenti. In quest’ottica trova tutto il suo senso la riproposizione di testi famosissimi del passato, talvolta molto frequentati e apprezzati come i drammi di Cechov o i Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello, talvolta più lontani dalla sensibilità contemporanea come il Ruy Blas di Victor Hugo, portati in scena da personalità artistiche emergenti sulle quali il teatro nel cuore del quartiere Isola ha deciso di puntare con forza.

La stagione 2018/2019 del Teatro Fontana si apre nella terza decade di settembre con un prodromo en plein air, una suite amletica nel chiostro cinquecentesco del teatro formata da due spettacoli che propongono due diversi punti di vista su uno dei personaggi più amati del corpus shakespeariano. Io sono. Solo. Amleto di Marco Cacciola (in scena dal 20 al 22 settembre 2018) riflette sull’identità, sulla solitudine e sull’arte, mentre Amleto di Michele Sinisi (prodotto da Elsinor, centro di produzione del teatro, e in programma dal 27 al 29 settembre 2018) ritrae il principe di Danimarca da solo, chiuso in una stanza e impegnato a fare i conti con il proprio passato.

A seguire, due classici riletti in maniera originale dalla compagnia Il Mulino di Amleto con la regia del giovane Marco Lorenzi, entrambi assaggi di quello che potrebbe essere definito un approccio spericolato ai testi della tradizione teatrale europea. Il Ruy Blas di Victor Hugo, allestito per pochi spettatori con il pubblico sul palco, fa risuonare in un contesto moderno il linguaggio alto del melodramma ottocentesco (dal 25 al 28 ottobre 2018). Il dramma giovanile di Anton Cechov Platonov. Un modo come un altro per dire che la felicità è altrove (dal 6 al 18 novembre 2018), presentato in anteprima nazionale a giugno all’interno del Festival delle Colline Torinesi e frutto di una coproduzione con la Fondazione Teatro Piemonte Europa, è un affresco formato da brandelli di scene, dialoghi e personaggi che cercano un senso a quello che senso non può avere.

Supermarket. A modern tragedy, testo di nuova drammaturgia nato dalla creatività del regista e compositore Gipo Gurrado (sempre prodotto da Elsinor e in scena il 31 dicembre 2018 e dal 15 al 27 gennaio 2019) è un musical inedito in cui una galleria di personaggi esilaranti si muove e agisce in un supermercato, luogo della grande distribuzione che diventa simbolo dello straniamento e della solitudine dell’uomo contemporaneo. Completano l’elenco delle produzioni targate Elsinor i Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello per la regia di Michele Sinisi (dal 12 al 24 marzo 2019), che cerca una nuova via per mettere in scena il testo dello scrittore e commediografo siciliano conservando intatto il fascino dell’elemento perturbante e senza cadere nel cliché, e la ripresa del Sogno di una notte di mezza estate di Filippo Renda, che ha debuttato all’inizio di giugno con un buon successo.

Anche sul fronte delle ospitalità si è scelto di lavorare sulla contaminazione dei generi: ReProduction, produzione Phoebe Zeitgeist di Giuseppe Isgrò, è una commedia nera su quando riprodursi, come replicarsi e se ancora conviene farlo (5 e 6 ottobre 2018); Frame (in programma dal 7 al 10 febbraio 2019), firmato dal premio Ubu 2017 Alessandro Serra e prodotto dai Cantieri Teatrali Koreja, costruisce una novella visiva a partire dall’universo pittorico e dalle opere di Edward Hopper; l’Anfitrione di Teresa Ludovico per i Teatri di Bari (dal 19 al 24 febbraio 2019) affronta il tema del mito nella contemporaneità con un’operazione rischiosa; Da soli non si è cattivi della giovane ma già acclamata regista Fabiana Iacozzilli prodotto da La Fabbrica (dal 4 al 7 aprile 2019) racconta in maniera paradossale, e in tre capitoli ispirati ad altrettanti racconti di Tiziana Tomasulo, l’incomunicabilità tra uomo e donna. Sempre in chiusura di stagione (dal 30 aprile al 5 maggio 2019), la versione firmata da Franco Però de La guerra, prodotta dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, prosegue l’esplorazione dell’universo goldoniano avviata nelle stagioni precedenti.

Per quanto riguarda la musica e la danza, il Teatro Fontana ospita nuovamente Ah-Um Milano Jazz Festival ideato da Antonio Ribatti, con 8 concerti, e due rassegne di danza: Più che danza! ideata da Franca Ferrari con la partecipazione di giovani coreografi già affermati (dal 26 novembre al 2 dicembre 2018) e Exister, contenitore a cura di Annamaria Onetti dedicato alla ricerca e all’innovazione (dal 14 al 16 dicembre 2018).

Approfondisci con: Amleto, fino al 22 settembre 2018 , Io Sono. Solo. Amleto., dal 27 settembre al 29 settembre 2018 , Arte, dal 1 ottobre al 2 ottobre 2018 , ReProduction, dal 5 ottobre al 6 ottobre 2018 , Una classica storia d'amore eterosessuale, dal 12 ottobre al 13 ottobre 2018 ,

Potrebbe interessarti anche: , Autunno 2018 ai Bagni Misteriosi con piscina aperta e spettacoli: il programma , Pacta, la stagione 2018/2019 è un invito a vivere il teatro: tutti gli spettacoli , Triennale di Milano: la stagione 2018-2019 del Teatro dell'Arte , Teatro Martinitt: 2018/2019, una stagione di fantasisti , Al via le campagne abbonamenti per la stagione 2018/2019 del Teatro Franco Parenti

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Gli incredibili 2 Di Brad Bird Animazione U.S.A., 2018 Torna la famiglia di supereroi più amata del mondo. Helen viene scelta per condurre una campagna a favore del ritorno dei supereroi, mentre Bob deve gestire le imprese quotidiane di una vita “normale” a casa con Violetta, Flash e il... Guarda la scheda del film