Libri Milano Base Milano Mercoledì 7 marzo 2018

Book Pride 2018 a Milano, con Murgia, Carofiglio e Larsson

© ulleo-U.Leone/pixabay.com

Milano - «Non facciamo massa, facciamo definizione». A tracciare il manifesto programmatico di Book Pride, fiera nazionale dell'editoria indipendente, è Giorgio Vasta, chiamato da Odei, Osservatorio degli editori indipendenti a dirigere la quarta edizione. Vasta ha scelto di dedicare il programma a Tutti i viventi cui propone di ascoltare e comprendere con scrupolo le forme, i paesaggi e le complessità del tempo che viviamo.

Da venerdì 23 a domenica 25 marzo Base Milano e il Mudec - Museo delle Culture accoglieranno bibliofili e operatori della filiera per tre giornate di incontri e proposte ad ingresso libero. Oltre duecento gli appuntamenti in programma a Book Pride 2018 scelti con orgoglio e in coerenza con il tema - Tutti i viventi, appunto - che restituisce «una convergenza verso la vulnerabilità che gli editori indipendenti rappresentano nei loro libri» ha spiegato Vasta durante l'incontro di presentazione. Una tensione alla vulnerabilità che ha molto a che fare con la presa in carico di inquietudine, contraddizioni e rischi dell'essere umani.

A Book Pride 2018 saranno rappresentati più di 140 cataloghi a restituire l'eterogenea fotografia di quanti non sono fra i player con migliaia di titoli pubblicati all'anno. Fra chi ha aderito alla chiamata di Odei troviamo Sellerio, E/0, Marcos y Marcos, La Nave di Teseo, Nottetempo, Castelvecchi, Fazi accanto a tante piccole e agguerrite realtà di tutta Italia. Non mancano editori di libri per bambini, libri d'arte e a fumetti. Editori per cui l'indipendenza è autonomia di scelta, ma anche «interdipendenza fra gli operatori» come ha sottolineato la publisher di NN, Eugenia Dubini.

Book Pride si mette in ascolto delle ferite, delle speranze, delle passioni e delle contraddizioni che sperimentiamo quotidianamente con un incipit che più inclusivo non si può: si intitola A tutela di tutti i viventi l'evento di inaugurazione che, venerdì 23 marzo (ore 16), fa interagire Marco Belpoliti, Helena Janeczek, Nicola Lagioia e Antonio Scurati, per un conversazione sul neofascismo italiano. A rendere cogente il dibattito (se non bastassero i fatti di cronaca di queste settimane) ci pensa un anniversario: novantanove anni fa proprio il 23 marzo Mussolini fondava - in piazza San Sepolcro, a Milano - i Fasci italiani di combattimento, il movimento che diventerà il Partito Nazionale Fascista.

Se la storia è un'occasione per parlare di presente, nel novero degli appuntamenti da non perdere c'è anche l'incontro No(d)i. Diritti visibili che attiva la collaborazione fra Salone Internazionale del Libro di Torino e Book Pride. A fare da portabandiera sono i rispettivi direttori, Nicola Lagioia e lo stesso Vasta insieme a Elena Stancanelli, Isabella Ferretti e Barbara Kenny che venerdì 23 marzo (ore 17) presentano il progetto di Osservatorio sulla parità di genere nel mondo editoriale e letterario italiano. Si tratta della prima di tre linee di indagine e azione che No(d)i porterà avanti per tutto il 2018 su altrettanti focus: i diritti dei migranti, l'editoria indipendente e, appunto, la parità di genere.

Se fin qui pare che a Book Pride 2018 ci sia solo l'Italia, l'impressione è fuorviante. Sono in arrivo Kateřina Tučková che, domenica 25 (ore 13) presenta L'eredità delle dee per i tipi di Keller. Un'opportunità per conoscere l'autrice ceca - specialista del genere storico - che ha fatto incetta di premi in patria, battendo ogni record di vendite nazionali. Lina Meruane arriva invece dal Cile per presentare Sangue negli occhi, edito da La Nuova Frontiera domenica 25 (ore 12) all'Auditorium Mudec. Venerdì 23 (ore 16) il maestro francese dell'humour nero, Régis Jauffret ci fa incontrare un uomo orribile come lui stesso ha definito il protagonista del suo Cannibali, già candidato al Premio Goncourt e disponibile in italiano nel catalogo Clichy. Per finire segnaliamo l'incontro con Björn Larsson, amatissimo autore svedese in programma domenica 25 (ore 14) che dice la sua sui campioni della letteratura di viaggio e d'avventura del passato e non solo.

Dalla ben più calda Sardegna arriva Michela Murgia, che apre la ricognizione sugli ospiti di casa nostra. Tocca a lei usare il volume Fantasie di stupro e altri racconti di Margaret Atwood per discutere dei paradossi e dei dubbi che costellano la vita di una donna oggi come nel 1977 quando il libro è stato pubblicato in Nord America. L'evento è in calendario venerdì 23 (ore 18). Si tiene invece sabato 24 (ore 16) l'incontro con Walter Siti, già Premio Strega e fresco autore del tanto discusso Bruciare tutto. In quest'occasione, Siti presenta il nuovo saggio Pagare o non pagare edito da Nottetempo. Sempre sabato 24 (ore 18), all'Auditorium Mudec, appuntamento con Gianrico Carofiglio per un incontro a partire da Con i piedi nel fango (Gruppo Abele). Domenica 25 (ore 17) Fulvio Abbate presenta LOve. Discorso generale sull'amore pubblicato da La nave di Teseo in dialogo con Annarita Briganti per raccontare come si scrive la biografia dell'amore. Finiamo citando Adriano Sofri che, insieme a Daria Bignardi introduce la genesi della sua nuova fatica, Una variazione di Kafka in catalogo per Sellerio. Appuntamento sabato 24 (ore 16).

Il corollario di Book Pride 2018 è corposo e variegato. C'è spazio per tre passeggiate pensate da piedipagina, associazione che organizza itinerari dedicati alla letteratura e propone un itinerario cittadino dedicato alla poesia, uno dedicato ai libri e a quanti ne sono ossessionati e un'ultima passeggiata che ripercorre i luoghi dell'ultimo romanzo di Giorgio Falco, Ipotesi di una sconfitta uscito per Einaudi. Tutte le info sulla pagina Facebook di piedipagina

Sabato 25 (ore 20.30), negli spazi di Base, Massimiliano Loizzi e il cantautore Folco Orselli firmano un omaggio alla Milano anni Sessanta con il reading-concerto Tirar mattina, ispirato all'omonimo romanzo di Umberto Simonetta, più noto come autore del primo Gaber di quanto non sia come romanziere.

Per il programma e ulteriori informazioni è disponibile il sito di Book Pride.

Potrebbe interessarti anche: , Milano è la città italiana dove si legge di più: la classifica 2018 di Amazon , Milano si racconta in libreria: il programma completo dei giovedì , Cartoline dalla fine del mondo, il nuovo noir milanese di Paolo Roversi , BookCity Milano 2017, un successo da 175 mila persone , Massimo Carlotto si fa in due a Milano con Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Salvador Dalì La ricerca dell'immortalità Di David Pujol Documentario Spagna, 2018 Salvador Dalí. La ricerca dell’immortalità propone un viaggio esaustivo attraverso la vita e l’opera di Salvador Dalí, e anche di Gala, sua musa e collaboratrice. Un percorso che ha inizio nel 1929, anno cruciale per l’artista sia dal punto di... Guarda la scheda del film