Milano Music Week 2017: il programma degli eventi da non perdere

Concerti Milano Venerdì 17 novembre 2017

Milano Music Week 2017: il programma degli eventi da non perdere

Milano - Si svolge da lunedì 20 a domenica 26 novembre 2017 la prima edizione della Milano Music Week: 200 artisti, 70 location, 100 live, 57 dj-set, 16 talks, 112 panel, 120 partner produttori di contenuti e un’intera settimana in cui la musica pop è protagonista assoluta dei molti appuntamenti sparsi per tutta Milano. Un programma di eventi che dimostra come, per la prima volta, un’iniziativa dedicata alla musica pop sia stata in grado di unire realtà differenti - dalle major alle etichette indipendenti, dai grandi locali alle associazioni -confermando la vocazione internazionale del tessuto artistico e produttivo milanese.

«Sette giorni e sette notti di musica da ascoltare, ballare, osservare, studiare, e vivere, con un’offerta che spazia dai concerti agli incontri, dai film alle mostre», spiega  l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno: «la Milano Music Week riunisce per la prima volta l’intera filiera musicale: l'industria discografica, i locali, i centri di formazione, gli artisti, i tecnici, i promoter, gli autori, gli editori». «Questa prima edizione della Milano Music Week è certamente una scommessa, ma nasce dall’entusiasmo e dalla volontà di tutti i promotori di dar vita ad un appuntamento nuovo in cui la musica possa essere un’esperienza totalizzante» aggiunge il curatore artistico della manifestazione Luca De Gennaro: «una settimana in grado di riunire e coinvolgere l’intera filiera musicale, con un’offerta il più ampia e variegata possibile rivolta non solo agli addetti ai lavori, ma anche al grande pubblico, affinché possa divertirsi, ma anche conoscere e scoprire nuove realtà»

Ad inaugurare il programma di appuntamenti della Milano Music Week è Niccolò Fabi, protagonista di una puntata di VH1 Storytellers al Teatro dal Verme alle ore 21.00 di lunedì 20 novembre: una serata in cui Niccolò Fabi ripercorre in versione intima e acustica due decenni di carriera (attenzione: i biglietti gratuiti per Niccolò Fabi sono terminati in poche ore).

Per tutta la settimana il centro nevralgico della Milano Music Week è il Linecheck Music Meeting and Festival, un ricco programma suddiviso tra la parte Meeting con conferenze, workshop e panel e la parte Festival con un programma musicale che punta su proposte fresche e originali. Se il Meeting prevede 76 incontri tra Base e Archiproducts Milano con la partecipazione di 180 relatori, il Festival presenta i protagonisti delle tendenze più nuove del mercato musicale nazionale ed internazionale: il pop di Little Dragon, Lim, Perfume GeniusYombe (mercoledì 22, Base Milano), i suoni ricercati di Thundercat e Calibro 35 (sabato 25, Base Milano), l'elettronica 3D di Ash Koosha e quella lisergica di Telefon Tel Aviv e James Holden (venerdì 24, Base Milano), la nuova urban globale di Freddie Gibbs (domenica 26, Base Milano), Mc Bin Laden (sabato 25, Base Milano), Kokoko! e Ariwo (venerdì 24, Base Milano), e anche una produzione originale di Iosonouncane in duetto con il chitarrista Paolo Angeli (venerdì 24, Base Milano). L'apertura (martedì 21, solo su invito), con il neonato format Linecheck Extravaganza, unisce idealmente i due mondi, quello degli addetti ai lavori e quello dei music lovers, con un omaggio a Lucio Dalla, a 40 anni di distanza dal suo Com'è Profondo il Mare, in una serata che vede la partecipazione speciale di Ron, Luca Carboni, Francesco Grillo, Riccardo Sinigallia.

Sono tantissimi i concerti inseriti nel programma della Milano Music Week, che vedono alternarsi nell’arco della settimana grandi nomi della musica italiana ma anche artisti di calibro internazionale. Per citare solo alcuni dei grandi protagonisti della Milano Music Week: Jamiroquai, da più di 20 anni vere e proprie icone della musica mondiale (lunedì 20, Mediolanum Forum); la musica sperimentale dei norvegesi Ulver (mercoledì 22, Santeria Social Club); le sonorità pop ricercate ed eclettiche della cantautrice canadese Allie X (mercoledì 22, Onstage); il pop elettrofolk di Jane Weaver (mercoledì 22, Salumeria della Musica); Michael Malarkey, scrittore e musicista autodidatta nonché attore della serie tv The Vampire Diaries che presenterà il suo primo album (giovedì 23, Salumeria della Musica).

Spazio anche al cantautorato italiano femminile con Meg, simbolo da vent’anni della scena alternativa italiana (martedì 21, Teatro Martinitt); il quartetto Vita da Cantautrice e Luca Gemma (martedì 21, Salumeria della Musica); la cantautrice Federica Abbate (mercoledì 22, Apollo Club). E ancora lo ska di Roy Paci che presenta il nuovo album Valelapena con i suoi Aretuska (giovedì 23, Magnolia); l’alternative rock dei Sick Tamburo (giovedì 23, Tunnel); le morbide sonorità cantautorali di Diodato (giovedì 23, Zog). 

Speciali sono inoltre gli appuntamenti che Samsung District Live propone all’interno della Milano Music Week con tre ospiti d’eccezione: Boosta (venerdì 24), Lodovica Comello (sabato 25) e Rocco Tanica (domenica 26). Da non perdere anche l’appuntamento con Sugar, Music and Words, che propone un cocktail music talk con tre artisti scoperti da Caterina Caselli: Raphael Gualazzi, Giovanni Caccamo e Nyvinne (martedì 21, Hotel Principe di Savoia).

Altro appuntamento è Cinematic Circus (giovedì 23, Apollo Club), evento musicale esclusivo e visionario in cui 30 musicisti si ritrovano sul palco per reinterpretare le colonne sonore più evocative del cinema italiano e mondiale, accompagnati dalla colonna visiva curata dai registi di AIR3.

Inoltre in occasione della Milano Music Week, aprirà al pubblico lo storico ex Casello Daziario con tre giorni di live set, dj set, lecture e video mapping targati Electropark (da giovedì 23 a sabato 25, Arco della Pace) tra cui la lecture-performance The Landscape Behind dell’artista tedesco Stefan Schneider in esclusiva mondiale con il live visual mapping di Andrew Quinn, i live di Alain Panteleimonoff e altri ospiti. Altro evento è Le Cannibale al PAC con il duo Boot & Tax e la dj Paquita Gordon (venerdì 24, Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano).

Anche l’aeroporto di Malpensa, grazie alla collaborazione con Sea, ospita due speciali concerti di Francesco Garolfi con la sua Odissea nel Rock (venerdì 24, ore 10.30, 11.30, 14.30 e 16.30) e Lorenzo Palmieri con Elio Marchesini (domenica 26, ore 11.30), in programma presso la Soglia Magica.

All’interno del programma della Milano Music Week trovano spazio anche appuntamenti in cui la musica viene raccontata direttamente da chi la fa: gli artisti, che incontrano il pubblico per raccontare la loro carriera, la loro musica, i loro progetti. Protagonisti di questi appuntamenti sono Paola Turci (lunedì 20, Fondazione Feltrinelli), Caparezza (martedì 21, Santeria Social Club), Pfm Premiata Forneria Marconi (martedì 21, mare culturale urbano), Nesli (mercoledì 22, Santeria Social Club), Mauro Pagani e Stefano Senardi (giovedì 23, Santeria Social Club), Cesare Cremonini (venerdì 24, Palazzina Liberty), Le Vibrazioni (sabato 25, Ral8022), Eugenio Finardi (domenica 26, mare culturale urbano). Ad intervistare gli artisti sulle proprie esperienze e la propria musica è il curatore artistico della Milano Music Week Luca De Gennaro.

La Milano Music Week propone anche molti appuntamenti per gli appassionati della nightlife milanese, con dj in arrivo da tutto il mondo per animare le notti con sonorità diverse che spaziano dalla house al rap, dalla techno all’elettronica. Tra i nomi che fanno ballare Milano in questa speciale settimana: il dj francese Laurent Garnier (anteprima venerdì 18, Magazzini Generali); l’icona della scena house e techno europea Spencer Parker (venerdì 24, Tunnel); il dj e produttore statunitense Kenny Dope Gonzalez, vero e proprio maestro della house music (venerdì 24, Dude Club); il dj olandese Young Marco (venerdì 24, Apollo Club); Not Waving e Still, due grandi nomi dell’elettronica italiana contemporanea (venerdì 24, Teatro Principe); Groove Squared, musicista, dj e producer tra funk, soul, ambient, techno ed elettronica (sabato 25, Ral8022). Da non perdere, il dj-set del tedesco Apparat per Astro Drops (sabato 25, Fabrique). E ancora, i ritmi provenienti dall’America Latina dell’Istituto Italiano di Cumbia All Stars, nuovo progetto capitanato da Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti (sabato 25, Santeria Social Club); lo show Mamacita tra hip hop, r’n’b, reggaeton, con Max Brigante (venerdì 24, Fabrique). Il party di chiusura della Milano Music Week con Mtv, in collaborazione con Rollover, ha come protagonista indiscusso il maestro dell’elettronica Erol Alkan (domenica 26, solo su invito, Apollo Club).

Ad accrescere l’offerta della Milano Music Week sono anche le mostre Gibson Brands: The sound of arts, (dal 22 al 26 novembre, Galleria Spaziotemporaneo) e Musica in Mostra. Cinquanta immagini dell’industria musicale in Italia dal 1950 al 1970 (dal 21 novembre al 3 dicembre, mare culturale urbano) con immagini dell'archivio di Musica e Dischi che ripercorrono i momenti più importanti della storia dell'industria musicale di quegli anni.

Spazio anche al cinema con una serie di proiezioni di film a tema musicale, tra cui Sign o’ the times, il film diretto da Prince, a trent’anni di distanza dalla sua prima uscita al cinema e a un anno dalla scomparsa dell’artista, distribuito da Nexo Digital in versione restaurata digitalmente, oltre all’imperdibile appuntamento con La notte rossa del videoclip (mercoledì 22, Zog).

Tra gli altri appuntamenti spicca anche Dracula - RockShadowOpera, lo spettacolo horror-pop interpretato dai Perturbazione che portano sul palcoscenico dieci brani inediti uniti al testo di Rosa Mogliasso (venerdì 24, Teatro Maciachini). Ad incontrare il pubblico della Milano Music Week è anche Francesco Gabbani per il firmacopie di Magellano Special Edition (martedì 21, Mondadori Duomo).

I negozi di dischi di Milano sono poi protagonisti della Vinyl Night (sabato 25), una serata dedicata alla musica e agli amanti del vinile in cui i negozi di vinili (che hanno scelto di aderire) rimangono aperti dalle 18.30 alle 23.00 per presentare al pubblico le novità e le chicche di questo affascinante supporto che, come i dati di mercato testimoniano, è sempre più amato anche da giovani e giovanissimi.

Warner presenta invece l’appuntamento #Warnersquad wants you, invitando il presso gli uffici di Warner Music non solo per incontrare gli artisti, ma anche per portare la propria musica e il proprio talento. Sky Italia ogni giorno propone numerosi eventi presso l’X Factor Music District allestito in corso Garibaldi (da lunedì 20 a domenica 26).

Nel corso della manifestazione l’Urban Center, nel cuore di Milano, è operativo come punto informazioni della Milano Music Week, per comunicare in tempo reale tutti gli appuntamenti della manifestazione e ospitare incontri, panel e dibattiti presentati al grande pubblico direttamente dai partner della settimana più musicale dell’anno. MilanoCard propone inoltre una MilanoCard MMW Special Edition che permette ai suoi possessori non solo di viaggiare gratuitamente su tutti i trasporti pubblici di Milano (per la durata di 24, 48 o 72 ore, a seconda della MilanoCard scelta), ma anche di ottenere sconti e posti riservati. Per info, ulteriori approfondimenti e programma aggiornato consultare il sito www.milanomusicweek.it.

Milano Music Week è promossa e coordinata dal Comune di Milano insieme a Siae (Società Italiana degli Autori ed Editori), Fimi (Federazione Industria Musicale Italiana), Assomusica (Associazione Italiana Organizzatori e Produttori Spettacoli di Musica dal Vivo) e NuovoImaie (Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori), con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Potrebbe interessarti anche: , Bryan Adams a Milano: orari, biglietti, scaletta del concerto, come arrivare e sicurezza , Capodanno 2020 in musica con laVerdi e la Nona di Beethoven all'Auditorium di Milano , Aerosmith a Milano nel 2020: costo dei biglietti e data del concerto agli Idays , Max Pezzali a San Siro nel 2020: data e costo dei biglietti , Da Patti Smith a Bryan Adams, dai Modà a Ramazzotti e Einaudi: i concerti di dicembre 2019 da non perdere a Milano

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.