Cinema Milano Teatro Franco Parenti Mercoledì 7 settembre 2016

Laurie Anderson a Milano per presentare il film Heart of a Dog

Laurie Anderson con il suo cane Lolabelle

Milano - Domenica 11 settembre 2016, Laurie Anderson incontra i milanesi al Teatro Franco Parenti per presentare in anteprima il suo film Heart of a Dog, che verrà successivamente proiettato nei cinema italiani martedì 13 e mercoledì 14 settembre.

Per l’occasione, domenica 11 sono in programma 2 proiezioni, rispettivamente alle 19.00 e alle 21.30, ognuna delle quali è seguita da un incontro esclusivo con Laurie Anderson. L'ingresso è consentito anche ai cani di piccola e media taglia, per un numero di 25 per ogni incontro. L'ingresso costa 15 euro.

Incentrato su Lolabelle - l'adorato rat terrier di Laurie Anderson, morto nel 2011- Heart of a Dog è un saggio personale che intreccia ricordi di infanzia, video diari, riflessioni filosofiche sul concetto buddista della vita dopo la morte, oltre a una serie di tributi sinceri e sentiti agli artisti, agli scrittori, ai musicisti e ai pensatori che l'hanno ispirata. Ed è proprio il libro tibetano dei morti, che sta sempre sullo sfondo, da cui Anderson ha tratto l’idea che la morte è anch’essa un condensato di energie.
Lou Reed - il compianto marito dell’artista, a cui il film è dedicato - interpreta la coda musicale del film, con il suo brano Turning Time Around.

«In quanto artista ho realizzato musiche, dipinti, installazioni, sculture e opere teatrali», spiega Laurie Anderson, «ma più di ogni altra cosa, sono una cantastorie. La scelta di fare Heart of a Dog è stata un modo per tradurre il mio lavoro in una forma che non avevo mai utilizzato. Anche se ho spesso usato immagini su schermi multipli in spettacoli multimediali, questa è stata la prima volta che ho cercato di collegare delle storie in un film dalla struttura narrativa flessibile usando le immagini e l'animazione per completare le frasi. La questione al centro di Heart of a Dog è: che cosa sono le storie? Come vengono realizzate e come vengono raccontate? Lungo tutto il percorso sono stata guidata dallo spirito di David Foster Wallace e dalla sua affermazione Ogni storia d'amore è una storia di fantasmi è stata il mio mantra».

Chi è Laurie Anderson

Laurie Anderson è una delle pioniere della creatività artistica più rinomate - e più audaci - degli Stati Uniti. È conosciuta soprattutto per le sue esibizioni multimediali e per l'uso innovativo della tecnologia. Come scrittrice, regista, artista visiva, musicista e vocalist ha creato delle opere avanguardiste che si muovono negli universi dell'arte, del teatro e della musica sperimentale.

La sua carriera discografica, lanciata nel 1981 dal singolo O Superman, comprende la colonna sonora del suo lungometraggio Home of the Brave e l'album Life on a String (2001). Gli spettacoli dal vivo di Laurie Anderson spaziano da semplici monologhi parlati ad elaborate performance multimediali, come Songs and Stories for Moby Dick (1999).
Laurie Anderson ha pubblicato sette libri e le sue opere visive sono state esposte nei più importanti musei di tutto il mondo.

Nel 2002, è stata nominata prima artista ufficiale della Nasa, incarico culminato nel 2004 con la tournée della sua performance da solista The End of the Moon” Tra i suoi progetti più recenti ricordiamo una serie di installazioni audiovisive e il film in alta definizione, Hidden Inside Mountains, realizzato per l'esposizione universale di Aichi, in Giappone, nel 2005. Nel 2007 ha ricevuto il prestigioso premio Dorothy and Lillian Gish per lo straordinario contributo alle arti. Nel 2008 ha completato una tournée mondiale di due anni del suo evento-performance Homeland, che è stato successivamente pubblicato in forma di album nel giugno 2010.

La sua performance da solista Delusion ha esordito alle Olimpiadi Culturali di Vancouver nel febbraio 2010. Nell'ottobre dello stesso anno, una retrospettiva delle sue opere visive e delle sue installazioni è stata inaugurata a Sao Paulo, in Brasile, prima di essere allestita anche a Rio de Janiero. Nel 2011, l'esposizione della sua nuova opera visiva intitolata Forty-Nine Days in the Bardo è stata inaugurata a Philadelphia e Boat, la sua prima mostra di dipinti, è stata presentata in anteprima alla Vito Schnabel Gallery di New York. Ha recentemente completato una fellowship di tre anni sia all'EMPAC, il centro multimediale al Rensselaer Polytechnic Institute di Troy, NY, sia al PAC della UCLA. Laurie Anderson vive a New York City.

Potrebbe interessarti anche: , Cinema Orchidea: la storica sala di Milano riaprirà al pubblico , Il Cinemino riapre dopo oltre 100 giorni di chiusura. Tutte le info, dalla tessera ai biglietti , L'Archivio Storico della Ca' Granda diventa un cinema per 3 mesi: orari e programmazione , Il David di Michelangelo a Milano in piazza San Babila per un weekend , Spike Lee alla Fondazione Prada di Milano: la fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.