Attualità Milano Palazzo Marino Giovedì 21 gennaio 2016

Svegliati Milano! Il 23 gennaio in piazza per le unioni civili

Cuori arcobaleno
© Guillaume Paumier / flickr.com

Milano - Svegliati Milano! Anzi, Svegliati Italia! In occasione della discussione in Senato del ddl sulle unioni civili, le associazioni Lgbt nazionali (Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno, Mit) hanno indetto una manifestazione nazionale in moltissime piazze italiane, per la giornata di sabato 23 gennaio 2016.

A Milano l'iniziativa è stata organizzata dalle associazioni del Coordinamento Arcobaleno: Agedo, Ala Milano, Arcilesbica Zami, B.Rain Bicocca Rainbow, Studenti Best, Associazione Radicale Certi Diritti, Cig Arcigay Milano, Circolo Culturale Harvay Milk, Famiglie Arcobaleno, GayStatale, Pride Sport Milano, PoliEdro, Renzo e Lucia Associazione glbt Lecco, Rete Genitori Rainbow. Con loro hanno collaborato I sentinelli di Milano e Quelli di Calusca.

«Manifestiamo per essere messi al pari del resto d'Europa, siamo uno degli ultimi paesi a non aver alcun tipo di diritto e tutela», spiega Maria Silvia Fiengo, responsabile regionale delle Famiglie Arcobaleno. «C'è chi si presenterà con delle sveglie, a ricordare lo slogan Svegliati Italia!, chi canterà assieme al Checcoro, chi ballerà». E a proposito della tanto discussa Stepchild Adoption afferma: «è fondamentale. È un primo passo per la tutela piena di bambini che già oggi sono figli di genitori che non possono riconoscerli come tali».

Ci si ritrova così alle 14.30 in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino per far sentire la propria voce e dire sì alle unioni civili. Ad un certo punto della manifestazione si terrà anche un flashmob dall'ironico titolo Fai il primo passo (di tango) verso l'uguaglianza!, proprio al lato sinistro della porta centrale di Palazzo Marino si chiederanno diritti civili e uguaglianza per tutti ballando il tango. Un inconsueto flashmob in cui, non appena verrà trasmesso in filodiffusione un brano di questa danza tradizionale, i partecipanti tireranno fuori le loro scarpe da tango e inizieranno a ballare, invitando tutti a unirsi al loro per esprimere il proprio supporto.

«Invitiamo tutti a partecipare, non soltanto persone Lgbt, questa vuole essere una manifestazione laica ed inclusiva, a differenza di altre che tendono ad escludere: noi sappiamo che a maggiori diritti per qualcuno corrispondono maggiori diritti per tutti», dice Antonio Capitani dei Sentinelli di Milano: «noi saremo in piazza con la nostra caratteristica goliardia e i nostri cartelloni beffardi, dimostreremo anche in questa occasione come si possa essere seri usando l'ironia, in contrapposizione alla pochezza di chi usa tanta serietà per opporsi».

A Sveglia Milano hanno aderito anche la Casa delle Donne di Milano, UIL Lombardia, Camera del Lavoro Metropolitana di Milano, Circolo UAAR Milano, AVEN Asexual Visibility and Education Network, DIritti Democratici, Unione degli Universitari & Rete Studenti Medi, Terna Sinistrorsa, Family Gay, Chiesa Pastafariana, Checcoro, Good News, ASA, Centro sociale autogestito Fridman, Rete della Conoscenza (UdS Milano e Link Milano), Attivisti Gay Harvey Milk Onlus, Papà Arcobaleno.

Potrebbe interessarti anche: , Nuova vita per il Mercato di Zara: il restyling plastic free, ma con carne di zebra e canguro , Addio palme e banani in piazza Duomo? Il Comune di Milano cerca nuovi sponsor per le aiuole , Hyperloop, fra Milano e Torino potrebbe arrivare il treno più veloce del mondo , Chiusura Linate: nei parcheggi di Malpensa nuovi posti auto , Case di lusso a Milano: conviene affittare o vendere?

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.