Attualità Milano Base Milano Martedì 20 ottobre 2015

Da Uber a Airbnb, la sharing economy che cambia il mondo

Salvadanai
© shutterstock

Milano - La sharing economy è davvero la nuova idea che cambierà il mondo? Di consumo collaborativo ormai si parla da qualche anno, anche con accenti polemici per iniziative, come ad esempio la piattaforma Uber che mette in contatto diretto clienti e autisti, che implicano cambiamenti non senza conseguenze. Ma cosa s’intende esattamente con sharing economy?

È in pratica un nuovo sistema socio-economico costruito intorno alla condivisione di risorse umane e materiali. Si può parlare di creazione, produzione, distribuzione, commercio e consumo di beni e servizi condivisi da persone e organizzazioni diverse. A Milano, qualche mese fa, la sharing economy ha trovato anche casa, in un edificio comunale al numero 10 di vicolo Calusca, zona Porta Ticinese. La Casa della Collaborazione è nata proprio per promuovere il dibattito, la formazione e l’informazione sulla cultura della condivisione. Nelle intenzioni, diventerà una sorta di micro-distretto della nuova economia e di sicuro potrà essere utile per conoscerne meglio i meccanicismi di fondo.

Da due settimane si è chiuso il bando per assegnare lo spazio alla migliore proposta progettuale che avrà la concessione d’uso gratuito per due anni. Fin dal dicembre del 2014, il Comune di Milano ha dato quindi segnali concreti di credere nel consumo collaborativo, anche attraverso l’istituzione, per delibera, di un Albo cui iscrivere gli operatori (a luglio di quest’anno erano oltre 70). Il testo varato dalla Giunta è, tra l’altro, il risultato di una consultazione pubblica online cui hanno risposto, con suggerimenti di modifiche o risposte al questionario proposto, oltre 200 cittadini tra startupper, ricercatori universitari, associazioni locali, utenti di servizi condivisi o semplici cittadini appassionati al tema. Gli operatori della nuova economia della condivisione a Milano agiscono per il 35% nell’ambito dello sviluppo economico, per un altro 35% nell’inclusione sociale e per il 30% restante nella formazione e innovazione tecnologica.

L’occasione di Expo Milano 2015 è stata senz’altro motivo di approfondimento e di sperimentazione della sharing economy, tanto da far nascere, alcuni mesi fa, il progetto Sharexpo, con «l’obiettivo di fornire uno stimolo progettuale e ottenere un superamento dei vincoli normativi e burocratici che impediscono l’effettiva attuazione dei servizi collaborativi nella città», come hanno dichiarato gli organizzatori.
L’idea è nata in seguito alla prima edizione di Sharitaly, il primo evento dedicato all’economia collaborativa in Italia tenutosi a Milano il 29 novembre 2013 grazie al lavoro comune di Collaboriamo e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, insieme alla Fondazione Eni Enrico Mattei.

La manifestazione,che «ha fatto emergere un diffuso desiderio di vivere e percepire la città in modo diverso» ed è patrocinata dal Comune di Milano, apre tra pochi giorni - lunedì 9 e martedì 10 novembre presso l’ex-Ansaldo di via Tortona - la sua terza edizione, dedicata all’economia collaborativa «nelle imprese, nelle amministrazioni, nel terzo settore», come indica il sottotitolo di quest’anno.

Condividere beni e servizi, promuovere l’accesso piuttosto che il possesso, creare reti e relazioni basate sulla fiducia, i legami di comunità, il senso di appartenenza. Sembra un’utopia ma in realtà: casi di successo planetario come il portale online Airbnb che ogni giorno mette in contatto milioni di persone in cerca di un alloggio con persone che ne dispongono uno extra, fanno pensare a un futuro molto prossimo e concreto.

Potrebbe interessarti anche: , Stramilano 2019: percorso, orari, iscrizioni, strade chiuse e modifiche alla circolazione , Corso Sempione, il progetto green: corsia per bici e pedoni, e addio al parcheggio selvaggio , Mind Milano, ecco l'area di Expo 2015 oggi: scienza, università e concerti , Il nuovo frutteto diffuso di Milano nascerà nel quartiere Gallaratese , Navigli patrimonio Unesco? Il comune di Milano appoggia la candidatura

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Peterloo Di Mike Leigh Drammatico 2018 Il giovane trombettiere Joseph sopravvive miracolosamente alla sanguinosa battaglia di Waterloo e torna a casa, a Manchester, dalla sua famiglia di umili operai. Ma un'altra battaglia si prepara da quelle parti: quella del popolo inglese del dopoguerra,... Guarda la scheda del film