Teatro Milano Teatro Fontana Mercoledì 10 giugno 2015

Cannavacciuolo racconta l'erotismo dell'avanspettacolo

Gennaro Cannavacciuolo

Acquista i biglietti per Gran Varietà comodamente da casa su happyticket.

Milano - Gennaro Cannavacciuolo, storico collaboratore di Eduardo de Filippo, torna al Teatro Sala Fontana con Gran Varietà, il peccato erotico umoristico nella canzone d'epoca, in scena dal giovedì 11 a domenica 14 giugno. Uno spettacolo divertente e curioso che riporta alla luce il repertorio della ribalta minore, dell'avanspettacolo, del caffè-concerto, della rivista. Un repertorio piccantino che mostra come i temi a luci rosse (termine da prendere con le pinze) venissero trattati nel mondo del teatro tra la fine dell’ 800 e la prima metà del '900.

«La passione per questo tipo di teatro è dentro di me fin dall'inizio della mia carriera», racconta Cannavacciuolo: «ho lavorato con De Filippo, con Pupella Maggio due grandi artisti che hanno conoscere alcuni dei protagonisti di questo genere come i fratelli Maggio».
Lo show, diviso in due tempi, si basa sulla canzone, sul teatro e su monologhi che hanno il ruolo di coinvolgere il pubblico in uno spettacolo che mette sotto i riflettori l'eclettismo di Cannavacciuolo, in grado di vestire panni maschili e femminili con la naturalezza dei grandi protagonisti dell'avanspettacolo.

«Le canzoni che propongo», spiega l'attore, «sono quelle che venivano cantate nei caffè teatro durante le serate nere (particolari spettacoli nei quali i temi trattati erano marcatamente piccanti per l'epoca, n.d.r) dove il protagonista è il doppio senso che stuzzicava l'immaginazione erotica del pubblico senza ricorrere minimamente alle parolacce».

Per l'epoca spettacoli come quelli riproposti da Cannavacciuolo rappresentavano una nobile trasgressione che a volte non era accessibile a tutti, o meglio a tutte, come precisa l'artista: «in alcuni caffè teatro, quelli più popolari, le signore della media borghesia non potevano entrare».

Tra le canzoni citate dall'attore napoletano un sorriso lo fa scappare sicuramente Fatte fa na foto di Pisano-Cioffi: «Jammo, fattélla fá, bellezza mia / Io metto a fuoco e… tá, / tu si' venuta giá. / Fatte fá 'a fò'. / Fatte fá 'a fò'. / Fatte fotografá».

All'interno di questo viaggio a luci rosse, Canavacciuolo rende omaggio anche a un'altra sua grande passione, la canzone neomelodica: «canterò brani del grande Nino Taranto e omaggio il peccato raccontato da questo genere musicale, che non è erotico o a luci rosse, ma coincide con il peccato della malinconia, come ad esempio il rimpianto per non aver amato una persona».

L'avanspettacolo, ormai considerato da molti un genere di nicchia, è stato fondamentale per il teatro italiano: «è un genere che riesce ancora ad attirare pubblico anche se è indubbiamente di nicchia rispetto ad altre cose che vanno oggi, ma non dimentichiamoci che senza di esso non avremmo avuto grandi artisti come Petrolini, e successivamente, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi e Raimondo Vianello, che erano i figli diretti di questo genere».

Nella seconda parte dello show Cannavacciuolo si apre al pubblico portando in scena un camerino e facendo entrare gli spettatori nella dimensione in cui un artista si prepara a entrare in scena: «voglio rendere partecipe la gente, portarla con me, mostrargli come nasce un personaggio, come ci si traveste, come nasce uno spettacolo».

Potrebbe interessarti anche: , Milano per Gaber 2019: il programma da Paolo Conte a Cesare Cremonini , deSidera al Rosetum: a Milano una nuova stagione teatrale diretta da Giacomo Poretti , Prima Diffusa 2018: il programma degli eventi aspettando Attila alla Scala , Invito a Teatro: 40 anni e mai così giovani. Quest'anno 4 tipologie di card , Invito a Teatro 2018-2019: spettacoli, abbonamenti e festa. 40 anni e mai così giovani

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Scappo a casa Di Enrico Lando Commedia Italia, 2019 Per Michele, quel che conta è apparire: far colpo sulle belle donne (solo per accumulare punti su un’applicazione di incontri), guidare macchine di lusso (non perchè ne sia proprietario ma perchè lavora come meccanico nella concessionaria che le... Guarda la scheda del film