Attualità Milano Lunedì 15 dicembre 2014

Nevicata in piazza Castello. Ecco come sarà per Expo 2015

Rendering del progetto #nevicata14 del gruppo Guidarini&Salvadeo + Snark

Milano - Una nevicata su piazza Castello. Per Expo 2015 l'intera area pedonale sarà ripulita da ogni dislivello, cablata con una rete tecnologica sotterranea e ricoperta da calcestro bianco che darà alla pavimentazione un aspetto lattigginoso, verrebbe da dire "invernale".

#Nevicata14 è il progetto che ha vinto Atelier Castello, il concorso lanciato per stabilire che aspetto dare alla piazza oggi pedonale in vista dell'Esposizione Universale.

Premiato dalla giuria composta da Marco Romano, Franco Purini, Paola Viganò e Francesca Bavestrelli «per la qualità e la leggerezza del progetto, per la sua reversibilità, la capacità di rispondere alle immediate esigenze della fase Expo, ai limiti di budget, senza compromettere la possibilità di un’ulteriore riflessione sull’assetto futuro dell’intera zona» #nevicata14 è stato ideato dal team Guidarini&Salvadeo + Snark.

L'idea originale è quella di un'area divenuta un «campo di possibilità». Gli architetti hanno pensato di "purificare" la piazza, rendendola uno spazio continuo - via marciapiedi, cartelli, semafori e cordoli - e coprendola con un manto lattigginoso quanto la neve. ll materiale, che ricoprirà ogni superficie calpestabile, è una sorta di ghiaia fine, proveniente dal parco Sempione.

Nel sottosuolo verrà tirata una rete di servizi tecnologici (luce, acqua, dati) che emergeranno in superfice sotto forma di sedute, alberature in vaso e elementi di arredo capaci di offrire comfort d'estate e di inverno con isole climatizzate o riscaldate. L'area sarà attrezzata per usi diversi, dalle fiere, prima su tutti gli OhBej! Oh Bej!, ad esposizioni open air fino al più generico passeggio.

L'iter del concorso Atelier Castello era iniziato nel giugno scorso con il coinvolgimento della Triennale nel percorso di restyling voluto dal Comune. Alla Call for proposal hanno partecipato molte realtà cittadine operanti nell'ambito urbanistico, ma anche cittadini e residenti della zona. Fra i criteri richiesti ai progetti da Palazzo Marino c'erano fattibilità e sostenibilità economica, rapidità di esecuzione e temporaneità.

In autunno gli 11 progetti finalisti sono stati votati on line dai cittadini e successivamente presentati alla città in un'esposizione alla Triennale. Concluso "il sondaggio", una relazione del Comune ha messo nero su bianco le indicazioni emerse dalla consultazione. Sulla base di questo documento si è giunti alla decisione finale.

Potrebbe interessarti anche: , Stramilano 2019: percorso, orari, iscrizioni, strade chiuse e modifiche alla circolazione , Corso Sempione, il progetto green: corsia per bici e pedoni, e addio al parcheggio selvaggio , Mind Milano, ecco l'area di Expo 2015 oggi: scienza, università e concerti , Il nuovo frutteto diffuso di Milano nascerà nel quartiere Gallaratese , Navigli patrimonio Unesco? Il comune di Milano appoggia la candidatura

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

La conseguenza Di James Kent Drammatico 2019 Amburgo, 1945. Rachael e Lewis Morgan si sono appena trasferiti in Germania dopo la sconfitta tedesca. Lewis è un alto comandante dell'esercito inglese, dunque gli viene assegnata una dimora di grande prestigio: la villa di Stefan Lubert, un celebre... Guarda la scheda del film