Milano Spazio Asti 17 Lunedì 17 novembre 2014

Natura Donna Impresa va verso Expo 2015

Un modello firmato da Cristina Caffi

Natura, Donna, Impresa. Verso Expo 2015 è aperta al pubblico con ingresso libero e gratuito nei seguenti orari: venerdì 21 dalle ore 16 alle 21; sabato 22 dalle ore 11 alle 20 e domenica 23 dalle ore 11 alle 20.

Milano - Dal 21 al 23 novembre allo Spazio Asti 17 torna Natura, Donna, Impresa, evento che unisce due anime, quella dell'exhibition e quella dello shop. Come da 5 anni a questa parte, in esposizione si trovano oggetti e abbigliamento di design dal concept etico.

Novità del 2014 è lo sguardo rivolto al futuro prossimo di Milano, non a caso il sottotitolo di questa edizione è Verso Expo 2015. Ad ideare la tre giorni ad ingresso libero sono Paola Sammarro e Caterina Misuraca, che dal 2010 portano avanti in collaborazione con Valentina Martin e Riccardo Grazioli.
Abbiamo intervistato Paola e Caterina per farci raccontare qualcosa di più del loro evento.

Chi espone a Natura, Donna, Impresa? Potete presentarci le creazioni di qualche designer che partecipa all’edizione 2014?

Da quando è nato il nostro progetto - ormai cinque anni fa - che per altro è stato il primo in Italia a coniare il termine Verso Expo 2015, abbiamo tracciato un percorso virtuoso incontrando e selezionando il meglio della green economy al femminile del Paese. In cinque anni abbiamo messo in rete e veicolato con una forte campagna di comunicazione più di 100 donne artiste, artigiane, designer, imprenditrici. Ognuna di queste donne fa buona impresa in Italia operando nel campo del critical fashion e dell’eco design. Come ogni anno abbiamo alcune illustri conferme come per esempio Caterina Crepax che realizza collezioni di abiti in carta che ormai hanno fatto il giro del mondo. O Arlette Vermier Zuccoli che con la carta crea complementi d’arredo imponenti. E poi il nostro simbolo per eccellenza: il marchio 13 Ricrea che con i suoi eco arredi per indoor e outdoor (in questo momento il suo team leader Angela Mensi è a Dubai per una mostra e noi stiamo già pensando proprio all’Expo 2020 che infatti si svolgerà lì, negli Emirati Arabi).
E poi insieme ai grandi nomi, come ogni anno ci sono le realtà in fase di start up, le imprese individuali di designer meravigliose che fanno ogni giorno sperimentazione e ricerca: alcuni tra i nuovi Messaggi da indossare, Alubijou, Toto Verien, Tatò. Sono tutti marchi esemplari, venite a scoprirli dal 21 al 23 novembre in Spazio Asti 17!

Natura Impresa Donnasi tiene dal 2010. Com’è cambiato in 4 anni il panorama dell’imprenditoria femminile guardandolo dal vostro osservatorio speciale?

Dal 2010 a oggi tutto il panorama italiano è cambiato perché nel 2010 si percepiva l’aria di crisi, ma ancora non in maniera così forte come negli anni successivi. Purtroppo nel tempo abbiamo visto “spegnersi” delle realtà piccole che in altri momenti avrebbero potuto proseguire il cammino, anche per grave colpa di un sistema fiscale che strozza le piccole imprese. Noi stesse in prima persona abbiamo vissuto le incertezze dei tempi e le difficoltà contingenti. Ma le donne sono portate al sacrificio e alle gestioni complesse di momenti altrettanto complicati. Per quello che ci è dato constatare il panorama attuale è costellato da una grande voglia di fare, e fare bene. C’è un humus di creatività molto forte nel nostro Paese. Una creatività con i piedi ben puntati a terra...altro che fantaeconomia! Qui nel contesto dell’imprenditoria al femminile non si sgarra: il passo lo si fa per quello che si può, ma ci sono progetti così validi che da soli possono scalare vette inarrivabili da altri!

In calendario c’è uno shooting fotografico contro la violenza sulle donne. In cosa consiste?

Come ogni anno, facciamo coincidere le date del nostro evento con la ricorrenza della Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne. Ci abbiamo tenuto sin dal primo istante perché parlare di donne nel mondo del lavoro non può prescindere da questa amara realtà che ancora ogni giorno nel nostro Paese e nel resto del mondo fa migliaia di vittime. E quest’anno abbiamo scelto di chiedere a tutti di “metterci la faccia”. Già sui nostri social è partita la campagna All together now! invitando tutti, uomini e donne di tutte le razze ed estrazioni sociali ad aderire con un selfie a dire “no alla violenza sulle donne” perché è una vergogna sociale che deve vedere tutti uniti e nessuno escluso. In contemporanea nella giornata di inaugurazione il 21 novembre dalle ore 16 e fino alle 18 da piazza Piemonte allo Spazio Asti 17 inviteremo per strada la gente ad aderire con una foto a questa campagna. E insieme costruiremo un grande striscione “no alla violenza sulle donne” con i volti di tutti e lo esporremo nella nostra location. Un gesto simbolico, ma importante.

Nel programma c’è anche un evento riservato alle sole donne, il Boudoir Letterario dal titolo Fate l’amore con le parole. Cosa bisogna aspettarsi?

Abbiamo come ogni anno, insieme al percorso espositivo, un ricco programma di eventi collaterali. Tra questi il Boudoir è un bellissimo format ideato dalla giornalista e blogger Lucia Giulia Picchio che già lo scorso anno ha avuto un grande successo e siamo lieti di ospitarlo nel nostro calendario. La scrittrice incontrerà amiche, lettrici, scrittrici e giornaliste per fare il punto sull’età più straordinaria della vita di una donna: la vita dai 40 anni. I vista della prossima uscita del suo libro Dizionario di sopravvivenza dai quaranta tra nuove consapevolezze e nuove sfide. Un ospite a sorpresa verrà ammesso nel boudoir, per confrontarsi con le ospiti e l’autrice sul tema della serata. Ascolterà quello che di solito le donne non dicono e, tra domande e risposte, parteciperà al gioco della verità. Lo scorso anno l’ospite a sorpresa è stata il professor Francesco Alberoni e quest’anno vedremo chi di altrettanto interessante sarà.

Quest’edizione va verso Expo 2015. Avete già in mente qualcosa di speciale per il prossimo anno?

Il leitmotiv di questa edizione è l’evento prima del grande evento del 2015. In sostanza per i mesi di Expo abbiamo in progress la progettazione di un evento che sia la somma di tutti questi cinque anni e che dunque mostri al mondo il meglio della green economy al femminile che c’è in Italia. Dopo Natale daremo i dettagli dell’evento. Ma Expo 2015 sarà solo un traguardo. Da lì, come accennavamo poc'anzi, procederemo verso nuove mete!

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Il professore e il pazzo Di P.B. Shemran Drammatico 2019 Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell'Oxford English Dictionary, trovò nuova linfa, e vide più tardi la luce della pubblicazione, grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto... Guarda la scheda del film