Libri Milano Giovedì 23 ottobre 2014

Bookcity 2014. A novembre diluvio di libri su Milano. Il programma

Milano - Nel presentare il programma, Piergaetano Marchetti lo definisce «un fenomeno di mobilitazione culturale». E Bookcity senz'altro lo è. In soli tre anni di vita, la rassegna dedicata ai libri è riuscita a conquistarsi una visibilità enorme. E il presidente di Fondazione Corriere nella Sera (che è fra i promotori della manifestazione insieme alle Fondazioni Feltrinelli, Mauri e Mondadori e al Comune) ci tiene a sottolinearne la capacità inclusiva. Una caratteristica che emerge appieno guardando ai numeri: se nel 2013 il numero totale di proposte era pari a 650, nel 2014 si arriva a 900 fra presentazioni, reading, laboratori, mostre, spettacoli e dialoghi.

Se Bookcity cresce anche geograficamente - «la novità di quest'anno è la vocazione metropolitana» ha spiegato l'assessore alla cultura Filippo Del Corno, annunciando proposte diffuse in vari punti dell'hinterland milanese - la sua durata resta la stessa: 4 giorni, dal 13 al 16 novembre. E invariato è anche il carattere totalmente free dei suoi eventi.

Altra innovazione introdotta quest'anno, ha spiegato Del Corno, è quella di «conferire il Sigillo della Città a un grande autore della letteratura contemporanea». La scelta è andata su David Grossman che aprirà l'edizione 2014 al Teatro Dal Verme con un incontro dal titolo La forza delle parole (giovedì 13 ore 19.30). A chiudere è il Premio Nobel Dario Fo con una serata fra teatro e romanzo in programma al Piccolo Studio Melato (domenica 16 ore 20.30).

In mezzo ci stanno le centinaia di attività diffuse in spazi istituzionali, biblioteche, musei, centri culturali, librerie, teatri e persino alle terme. Centro nevralgico di tutta la rassegna è sempre il Castello Sforzesco dove viene allestita la libreria - all'Agorà di Expo 2015 - e si tengono diversi eventi collaterali, fra cui le visite gratuite alle Merlate.

È nelle diverse sale dello Sforzesco che si tengono gli incontri con gli scrittori internazionali da milioni di copie come Wilbur Smith (domenica 16 ore 17), Sophie Kinsella (sabato 15 ore 19) e i nostrani Andrea De Carlo (sabato 15 ore 12.30), Gianrico Carofiglio (sabato 15 ore 18.30), Walter Siti (sabato 15 ore 17), e il Premio Campiello Giorgio Fontana a dialogo con Benedetta Tobagi (domenica 16 ore 12.30), per citarne una minima parte.

Vagando qua e là, inoltre, si possono trovare Amos Oz alla Sinagoga (domenica 16 ore 18), Daria Bignardi all'Istituto dei Ciechi (sabato 15 ore 17) mentre Massimo Gramellini e Chiara Gamberale sono al Franco Parenti. Per finire, c'è Aldo Cazzullo alla Fondazione Corriere della Sera (domenica 16 ore 11).

Altri punti "caldi" sono l'Expo Gate che accoglie, fra l'altro, la lettura integrale dell'Inferno di Dante (sabato 25 dalle 14) e le Università: dalla Statale al Politecnico passando da Bicocca, Bocconi, Cattolica e IULM, ogni ateneo offrirà approfondimenti tematici sulle proprie aree di interesse.

Proprio pensando a chi voglia tuffarsi in Bookcity con piglio tematico gli organizzatori hanno suddiviso gli eventi per sedi. Se gli appassionati di poesia devono far riferimento a Casa Merini (via Magolfa 32), i patiti di Cibo e cucina possono dirigersi all'Umanitaria per incontrare lo chef Carlo Cracco o la giornalista-cuoca Benedetta Parodi.

Molto interessante anche il focus ospitato a Villa Necchi Campiglio dedicato a Milano: fra gli altri segnaliamo l'incontro Innamorati a Milano con Natalia Aspesi e Giovanna Zucconi (domenica 16 ore 15) e l'approfondimento sulla Mala attraverso i racconti dei protagonisti della cronaca nera dell'epoca (sabato 15 ore 13).

Insieme alle già citate Terme di Milano, sede degli appuntamenti dedicati a Corpo e Salute, fra le location dei poli tematici ricordiamo anche il Palazzo del Ghiaccio, centro chiave per la fotografia, e la Rotonda della Besana con gli eventi per bambine e bambini, di età scolare e non.

Agli studenti più grandicelli è dedicata un'intera giornata, quella del 13, con centinaia di incontri organizzati in 250 scuole. E per l'edizione 2014 è in arrivo un'altra novità: il Giornale dei ragazzi di Bookcity che vede 80 liceali nei panni di reporter con l'obiettivo di raccontare la manifestazione ai loro coetanei.

Anche quest'anno la rassegna dedicata una sezione al Sociale con una giornata di presentazione delle attività culturali all'interno dei carceri Bollate e San Vittore al Palazzo del Ghiaccio (sabato 15). E sempre guardando a chi vive dietro le sbarre, è nata la raccolta di volumi #zanzaunlibro per rimpinguare gli scaffali della biblioteca di San Vittore.

Anche Mentelocale partecipa a Bookcity con un evento intitolato La cultura e i libri ai tempi dei social network.
Il panel, dedicato all'interazione fra comunicazione culturale, libri, Facebook, Twitter e compagnia, vede la partecipazione di Paola Bonini, responsabile Social Media del Comune di Milano, della social media strategist Domitilla Ferrari, di Tomaso Greco di BookABook, di Maria Grazia Mattei, ideatrice di Meet the Media Guru e di Marco Zapparoli editore di Marcos y Marcos.
L'appuntamento è fissato per domenica 16 alle 15 alla Sala Conferenze di Palazzo Reale.

Potrebbe interessarti anche: , Qual è la città dove si legge di più? Milano domina la classifica 2019 secondo Amazon.it , Camilleri, funerali privati e omaggi in tutta Italia: l'ultima volta a Milano e il primo libro venduto da Ibs.it , In viale Espinasse appartamento confiscato alla criminalità diventa biblioteca condominiale , Milano è la più romantica d’Italia: la classifica di Amazon delle città che leggono più romanzi rosa , Lettori di notte, le biblioteche di Milano aperte fino a tardi: elenco e orari

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.