Attualità Milano Mediateca Santa Teresa Martedì 14 ottobre 2014

Matsuda: «Indago il futuro, ma non so come sarà»

Keiichi Matsuda

Milano - «Hyper Reality è il progetto sul quale sto lavorando da 4 anni. È un'indagine su come sarà la vita di tutti i giorni nel futuro». Keiichi Matsuda ha 30 anni. Sul suo viso i tratti orientali del papà si mescolano armonicamente con quelli occidentali della mamma.
È un bel ragazzo, potrebbe senza troppi problemi fare il modello, e forse anche per questo il suo lavoro di designer (ma anche di creativo e filmaker) ha incrociato il mondo del fashion. Ma non è per la moda che si trova a Milano. Martedì 14 ottobre dalle 19.30 tiene una lezione alla Mediateca Santa Teresa nell'ambito degli appuntamenti di Meet the Media Guru, promossi dalla Camera di Commercio di Milano. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare alcuni temi del suo speech.

«Hyper Reality è il nome del mio film che usa la cosiddetta Realtà Aumentata, una tecnologia che permette di "ricoprire" il mondo fisico con informazioni virtuali - spiega Matsuda - Ho iniziato ad approfondire l'argomento mentre completavo la mia laurea specialistica in Architettura. Allora ero molto frustato dal fatto che ciò che facevo non riuscisse a rientrare nelle discussioni su Internet, la cultura digitale e i social media. Volevo trovare un modo per "aggiornare l'architettura" pensando a un ambiente che fosse diverso da quello a cui eravamo abituati».

Nel suo film, Matsuda immagina una realtà che, semplificando molto, potrebbe assomigliare a una lasagna. Un mondo fatto a strati, insomma, molti dei quali non sono tangibili, ma virtuali. Un mix di informazioni che nasce dal mescolarsi di nozioni personali - la percezione di ciò che abbiamo intorno, la cultura di cui siamo portatori, i nostri gusti - con dati provenienti dall'ambiente circostante continuamente aggiornati attraverso i device elettronici che ci circondano.

Che dire poi del non lontano futuro in cui la wearable technology sarà alla portata di tutti, facendoci letteralmente indossare un computer. Una prospettiva al contempo entusiasmante e spaventosa. A questo proposito il guru Matsuda è molto chiaro: «Io non voglio né posso predire il futuro, naturalmente. Hyper Reality vuole essere uno strumento per aiutarci a pensare e discutere su quale tipo di futuro vogliamo. Ci chiama in causa per domandarci se quello che potrebbe diventare il nostro modo di vivere fra un certo numero di anni ci piaccia oppure no. Ma non dà risposte e evita di prendere una posizione netta a favore o contro».

Potrebbe interessarti anche: , Turismo a Milano: nel 2018 il 10% di visitatori in più rispetto al 2017 , Dove buttare i rifiuti elettronici? A Milano 8 EcoIsole, ecco dove sono , Milano: 10 app utili e gratuite per vivere e visitare la città , Biglietto contactless in metropolitana a Milano: lo usa una persona su quattro , Strisce blu: addio Gratta e Sosta, a Milano il parcheggio si paga con un sms

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Old man & the gun Di David Lowery Drammatico 2018 Forrest Tucker è un rapinatore di banche che si potrebbe definire seriale. A 77 anni e dopo 16 evasioni, anche da carceri come San Quintino, non ha smesso, insieme a due soci, di organizzare dei colpi decisamente originali. Utilizzando il suo fascino... Guarda la scheda del film