Milano Giovedì 25 settembre 2014

City Angels: servono coperte per i profughi siriani

Milano - I City Angels chiedono aiuto ai milanesi: servono coperte o sacchi a pelo per i circa 200
circa 200 profughi siriani accolti dall'associazione fondata da Mario Furlan sotto il tendone del Palasharp, a Lampugnano.

I City Angels, che su incarico del Comune, si occupano di rendere decente la loro permanenza offrendo un luogo dove dormire e pasti caldi, hanno bisogno di altre coperte e sacchi a pelo anche in vista dell'abbassamento delle temperature.

A tutti viene chiesto di portare questi materiali nella sede di via Teodosio 85, in orario d’ufficio. Il numero di telefono per informazioni è 02 26809435.

I profughi siriani, in fuga dalla guerra che da anni è in corso nel paese del Medio Oriente, sono in Italia di passaggio in attesa di proseguire il viaggio che, di solito, ha come meta finale il Nord Europa.

A Milano i City Angels gestiscono 4 centri d’accoglienza per senzatetto, che ogni giorno ospitano oltre 300 clochard e profughi, soprattutto eritrei e siriani. Nel mese di agosto, l'associazione ha ricevuto in dono dal Rotary Club di Porta Venezia un nuovo pulmino per il servizio notturno dedicato ai clochard.

di Lorenza Delucchi

Potrebbe interessarti anche: , Oroscopo 2015 segno per segno. Le previsioni , Casa della Carità. 10 anni al servizio degli ultimi , 20 anni di Emergency. Cecilia Strada: «La guerra fa schifo» , Supporto psicologico, il numero del pronto intervento , Matilde Cani:«All'Affordable Art Fair l'arte aiuta l'AIL». L'intervista

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

The wife Vivere nell'ombra Di Björn Runge Drammatico 2017 Joe Castleman e la moglie Joan vengono svegliati all'alba da una telefonata proveniente dall'Europa. È la notizia che Joe ha vinto il premio Nobel per la letteratura. Mentre si prepara e poi ha luogo il loro soggiorno a Stoccolma in vista della... Guarda la scheda del film