Food Milano La Fabbrica del Vapore Sabato 21 settembre 2013

Mercato della terra, a Milano nel segno di Slow Food

Ortaggi del Parco Agricolo Sud Milano al Mercato della Terra
© Matteo Paoletti
Altre foto

Milano - Torna nella mattinata di sabato 21 settembre il Mercato della Terra, l'appuntamento che porta  alla Fabbrica del Vapore il meglio della cultura e della produzione agroalimentare del milanese.Tutta rigorosamente proveniente da un raggio di 40 km intorno alla città.

Dalle 9 alle 14, sotto l'occhio vigile di Slow Food, si avrà la possibilità di toccare con mano un mondo vicino e per molti versi sorprendente, una civiltà contadina che cresce (e molto spesso resiste) a un passo dalla metropoli, nell'area compresa fra i tre fiumi che costituiscono il confine geografico della città (il Ticino, l'Adda e il Po) e i laghi della Brianza e di Varese.
Ci sono i prodotti del varesotto, le eccellenze del bresciano, ma anche la frutta e gli ortaggi di stagione coltivati nel Parco Agricolo Sud Milano, la cintura di prati, boschi e filari che abbraccia i confini meridionali della città con i suoi 47mila ettari di verde, le 600 cascine e le 1024 aziende agricole presenti. Uno dei parchi periurbani più grandi d'Europa.
Un'area preziosa anche per il tema di Expo 2015, nutrire la terra. Che, non a caso, ha concesso il proprio patrocinio al Mercato della Terra.

Ogni primo e terzo sabato del mese si possono così scoprire tra le bancarelle i frutti dimenticati (corniolo, olivello spinoso e gelso), quelli noti ma spesso difficili da trovare (i fagioli di Gambolò) e le eccellenze dei presidi Slow Food della Lombardia, tra cui la sardina essiccata del lago d’Iseo e la pasta fresca di farro monococco della Comunità del cibo della Bassa bresciana (leggi l'elenco completo degli espositori).

Tra i banchi, anche la possibilità di gustare birre artigianali e street food rigorosamente «slow». Ovvero, fuori dalla anglofonia tantocool, dei sanissimi panini con pane di lievito madre, salamelle e formaggi bio, da abbinare a delle buone bionde dei mastri birrai lombardi.

E in mezzo a tanto gusto, anche laboratori e una ventata di tecnologia: nello stand di imaginary è possibile fare la conoscenza del portale nutrinforma, sorta di nutrizionista virtuale che - in base alla nostra alimentazione quotidiana - ci indica la strada per trovare una dieta corretta ed equilibrata.
Il sito, realizzato nell’ambito del progetto internazionale TNS (Train Nutrition Seriously), funziona come un vero e proprio social network che permette di trovare informazioni utili ed attuali, di condividere ricette, di confrontarsi sulle proprie abitudini alimentari e di avere accesso a un diario personale.

Potrebbe interessarti anche: , Come è nato il risotto allo zafferano? Storia di un mito milanese , Irish pub da Porta Romana ai Navigli: 7 angoli di Irlanda a Milano (non solo a San Patrizio) , Aperitivo in enoteca? 5 indirizzi a Milano, dai Navigli all'Isola , Boul & Co. A Milano il poke hawaiano è anche in versione mediterranea , Tàscaro: a Milano arriva il primo bacaro veneziano

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.