Viaggi Milano Domenica 18 agosto 2013

Morbegno. Un itinerario fra bitto e bresaola

Morbegno

Milano - Quella che segue è una proposta di gita enogastronomica. La meta prescelta è Morbegno, cittadina in provincia di Sondrio, a meno di due ore da Milano. 
Se amate la geografia saprete che si trova nella parte bassa della Valtellina ed è circondata da montagne perfette per escursioni o picnic. Se come me amate i formaggi, non vi sfugge che è la patria del Bitto, una bontà che ha ottenuto il riconoscimento D.O.P. e prende il nome dal torrente che attraversa il centro del paese.

A confermare la vocazione da tavola del comune valtellinese ci pensano una serie di eventi che i food-lovers conoscono bene. Da Morbegno in Cantina, che, fra settembre e ottobre, porta in paese amanti dei vini di zona come Grumello, Inferno, Sassella, alla Mostra del Bitto che, a metà ottobre, permette di assaggiare menu tematici, comprare forme intere e vivere una tradizione ben lontana dalle mode, parliamo infatti di una sagra che ha oltre cento anni di storia.

Se visitate Morbegno non potete non assaggiare la mitica Bresaola o il Casera, altro formaggio di zona che troverete fra gli ingredienti dei pizzoccheri, il piatto di zona per eccellenza.
Il valtellinese doc li prepara facendo bollire l'acqua con verze e patate tagliate a pezzi, per poi impiattare il tutto cospargendo di grana e casera. Attenzione: per finire, non bisogna dimenticare burro e aglio. Una bomba calorica che va approcciata rigorosamente a stomaco vuoto.

Dove potete assaggiare tutto questo ben di Dio (e molto altro)? Vi segnaliamo l'Osteria del Zep (piazza Marconi 16) che nel menu inserisce anche gli Sciat, bocconcini di formaggio fritti in una pastella di grano saraceno o la polenta taragna, preparata con un mix di farine e formaggio. Si viaggia intorno ai 30 Eur per un menu abbondante.

In alternativa, per un pasto veloce, c'è il panificio La Bottega (via Garibaldi 80) che oltre a pane e torte tradizionali, come la Bisciola ripiena di fichi, noci e uvetta, offre anche piatti caldi e un déhor da cui osservare il via vai quieto di un luogo dove lo stress sembra bandito.

Per smaltire la pesantezza post-abbuffata, si può optare per una passeggiata attraverso il borgo storico spingendosi fino al Ponte di Ganda, uno dei simboli del paese insieme a Palazzo Malacrida, dimora nobiliare di stile rococò.

A chi, prima di ripartire, volesse portare a casa un po' di Valtellina, indichiamo il negozio dei Fratelli Ciapponi (piazza 3 Novembre), una bottega attiva dal 1883 dove trovare liquori e vini, conserve, pasta secca, formaggi, salumi, miele in un ambiente che da solo vale la visita.

Potrebbe interessarti anche: , Alla scoperta dei fari più belli e suggestivi della Sardegna , Da Milano al mondo. Ostello Bello è la migliore catena di ostelli del globo , La pista ciclabile dei sogni è sul Lago di Garda: come arrivare, info e foto , Le terme gratis di Milano: ecco dove sono e come arrivare , Bandiere Arancioni 2018 in Lombardia: i 13 borghi premiati dal Touring Club

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Il professore e il pazzo Di P.B. Shemran Drammatico 2019 Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell'Oxford English Dictionary, trovò nuova linfa, e vide più tardi la luce della pubblicazione, grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto... Guarda la scheda del film