Villa Reale a Monza. Procede il restauro e al marketing ci pensano gli studenti - Milano

Mostre Milano Martedì 5 febbraio 2013

Villa Reale a Monza. Procede il restauro e al marketing ci pensano gli studenti

Villa Reale
© Flickr - Alberto Da Siena

Milano - Coinvolgere i ragazzi in un progetto di marketing culturale, ma anche sensibilizzarli ed educarli ad una fruizione più consapevole del prodotto artistico. Questi gli obiettivi del concorso di idee Villa Reale: Antico e Nuovo Splendore rivolto agli studenti degli Istituti superiori di tutta la Lombardia.

Voluto dalla società Nuova Villa Reale Monza Spa che si sta occupando del recupero della reggia monzese, in collaborazione con Consorzio Villa Reale, Parco di Monza e Infrastrutture Lombarde, il concorso vuole promuovere i lavori di restauro che dal marzo 2012 stanno interessando il complesso realizzato dal Piermarini tra il 1777 e il 1780.

Ogni classe partecipante dovrà, quindi, ideare un prodotto divulgativo o un progetto di comunicazione che implementi la visibilità della Villa Reale e del suo patrimonio storico-artistico.

Oltre al contenuto, tuttavia, importante si rivela anche la forma. Gli elaborati, infatti, potranno avere una connotazione più tradizionale, come, ad esempio, essere svolti sotto forma di articolo di giornale o testo letterario, oppure essere concepiti come prodotti grafici o multimediali.

Via libera, dunque, a pagine web, ipertesti, file audio, cortometraggi e filmati. E per toccare con mano il “prodotto” da pubblicizzare, gli studenti avranno anche la possibilità di visitare gli spazi interessati e constatare di persona lo stato e la qualità dei lavori. Le classi che desiderano partecipare hanno tempo fino a marzo per presentare i propri progetti e per i vincitori ci sarà un premio di 3mila Eu.

Si tratta, questa, di una delle ultime battute di una complicata opera di recupero cominciata, come già accennato, nel 2012 e che ha visto numerosi enti coinvolti, dal Comune di Monza a Regione Lombardia fino alla Provincia, per uno sforzo economico di oltre 25 milioni di euro.

Un restauro complesso, reso ancora più complicato dallo stato precario in cui versavano gli interni della Villa, che non ha mancato di rivelare sorprese. Un vero e proprio tesoro artistico è stato, infatti, rinvenuto, pochi mesi fa, sotto gli intonaci che ricoprono le volte e le pareti del piano terra. Si tratta di dieci graffiti policromi in stile Liberty, raffiguranti motivi naturali, risalenti ai primi decenni del Novecento, ovvero l’ultimo periodo di splendore vissuto dalla dimora brianzola prima della decadenza.

Si dovrà, tuttavia, aspettare la primavera del 2014 per poter ammirare i risultati del risanamento, quando le stanze della dimora neoclassica saranno finalmente aperte al pubblico.

Per saperne di più, www.nuovavillarealemonza.com

Potrebbe interessarti anche: , Da Van Gogh a Picasso: a Palazzo Reale i capolavori del Guggenheim di New York. Info, biglietti e orari della mostra , Marina Abramović: Estasi a Milano. La mostra alla Biblioteca Ambrosiana: orari e biglietti , Fujifilm e Monika Bulaj a Lodi per il Festival della Fotografia Etica 2019 , Raffaello 2020, la mostra a Milano in anteprima mondiale: info, orari e biglietti , De Chirico torna a Milano, la mostra a Palazzo Reale: info, orari e biglietti

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.