Concerti Milano Mercoledì 19 dicembre 2012

All'asta l'eredità di Arturo Toscanini. Spartiti, lettere e cimeli venduti ai privati

Arturo Toscanini e la nipote Emanuela nel catalogo dell'asta Bolaffi

Milano - L'archivio familiare si vende intero: base d'asta, 80 mila Eu. Per il resto, bastano 12mila Eu per la collezione di spartiti musicali, tremila per la partitura manoscritta del Nerone di Arrigo Boito, stessa cifra per le lettere di Richard Strauss. E poi 500 per un telegramma di Claude Debussy, mentre per una fotografia autografata dal Maestro di euro ne bastano 250.

Queste alcune cifre dal catalogo Aste Bolaffi Ambassador, la casa torinese specializzata nel collezionismo che alle 19 di questa sera, nella sue sede di Milano, batterà all'asta un patrimonio culturale inestimabile: l'eredità di Arturo Toscanini.
Smembrato in 73 lotti, il patrimonio con ogni probabilità finirà in salotti privati e cassette di sicurezza. E difficilmente entrerà nella disponibilità della comunità scientifica come invece meriterebbe.

Spartiti, appunti, fotografie, cimeli di ogni tipo. E poi 759 lettere autografe e telegrammi, dagli anni Novanta dell'Ottocento - quelli del debutto in Sud America - fino al secondo Dopoguerra del mito; lettere capaci di raccontare il Novecento con la viva voce dei protagonisti, impegnati in rapporti epistolari lunghissimi con un direttore d'orchestra leggendario.
Da Maria Callas a Maurice Ravel, da Alfredo Catalani a Giacomo Puccini, è difficile trovare nel catalogo una personalità di quel periodo cruciale per la nostra storia musicale che non abbia incrociato il proprio percorso artistico con quello del Maestro.

Un patrimonio soltanto in minima parte pubblicato (Harvey Sachs ne ha dato un sommario resoconto in The letters of Arturo Toscanini, 2002) e quasi tutto da studiare, che meriterebbe di stare in un museo e invece viene battuto all'incanto nell'eccezionale evento Bolaffi Arturo Toscanini. La vita, la famiglia, gli affetti.
E se il titolo del catalogo punta sul gossip e sul ritratto privato del Maestro - in vendita anche le lettere all'amante e quelle con i litigi con la moglie - insieme al feticcio per il collezionista (il frac, il monocolo, la bacchetta) vanno all'asta anche gli sfoghi con Luigi Illica sui direttori concorrenti (quelllo con Leopoldo Mugnone del 1906 lo si compra a partire da 800 Eu) e tutte le riflessioni del gigante della direzione sulle partiture che doveva mettere in scena.

Gli appelli affinché la ricca collezione di cimeli di Toscanini non vada dispersa sono stati numerosi. Nei giorni scorsi Maurizio Roi, presidente della Fondazione Toscanini di Parma e Carlo Fontana (ex sovrintendente della Scala e attuale amministratore del Teatro Regio), hanno preso carta e penna e hanno scritto al ministro dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi, per evitare lo scempio.

Scrivono Roi e Fontana nella lettera congiunta: «Il comune auspicio è che i preziosi oggetti e documenti di Toscanini messi all’asta - tra i quali il suo frac Caraceni, la bacchetta di legno donatagli da un’ammiratrice, gli occhialini, ma anche una lettera di Adolf Hitler e un telegramma firmato da Claude Debussy e Gabriele D’Annunzio – possano restare in mano pubblica e trovare una collocazione all’interno del Museo Casa Natale Arturo Toscanini in Borgo Tanzi a Parma. Sarebbe un visibile riconoscimento per la concreta azione di sostegno e sviluppo della vita musicale cittadina che Fondazione bancarie, sostenitori privati ed enti come i nostri svolgono a Parma».

Già lo scorso 28 novembre Sotheby's a Londra aveva venduto altri lotti dell'eredità Toscanini: il pianoforte, centinaia di manoscritti e documenti musicali. Una parte di questi, anche grazie alle interrogazioni delle parlamentari parmigiane Carmen Motta e Albertina Soliani, è stata acquistata dal Ministero dei Beni culturali, con un investimento di 56mila euro.

Potrebbe interessarti anche: , Piano City Milano 2019, date e iscrizioni: tutte le info , Capodanno 2019 in musica con laVerdi all'Auditorium di Milano con la Nona di Beethoven , Concerti a Milano. Gainsbourg, Irama, Einaudi, Cremonini e Gabbani: i live di dicembre 2018 da non perdere , Vasco Rossi a San Siro nel 2019: date dei concerti e prezzi dei biglietti , Vasco Rossi nel 2019 in concerto a San Siro: 4 date a Milano (come minimo)

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

I soliti ignoti Commedia Italia, 1958 Scombinato quartetto di ladri di mezza tacca tenta un furto a un Monte di Pegni periferico. Il colpo va buco, ma si fanno una mangiata. Uno dei pilastri della nascente commedia italiana: la sua eccezionale riuscita nasce da una scelta azzeccata degli... Guarda la scheda del film