Concerti Milano Martedì 13 novembre 2012

Riccardo Muti, laurea honoris causa e medaglia d'oro a Milano

Milano - Doppia onorificenza per Riccardo Muti: una laurea magistrale honoris causa in Arti, patrimoni e mercati e la medaglia d'oro del Ministero degli Affari Esteri per la promozione della cultura italiana all'estero.
Entrambi i riconoscimenti sono stati consegnati al settantenne Maestro nel corso di una cerimonia che si è svolta ieri, lunedì 12 novembre, presso l'Aula Magna dell'Università Iulm di Milano. Gli onori di casa li ha fatti il rettore Giovanni Puglisi, che dopo aver pronunciato la tradizionale laudatio nei confronti di una leggenda della musica, ha anche fatto le veci del ministro degli Esteri Giulio Tezi di Santagata, consegnando al direttore d'orchestra il riconoscimento ministeriale.

Per Muti si tratta della seconda laurea honoris causa, dopo quella conferitagli nel 2007 dall'Univeristà degli Studi di Siena in Letteratura e Spettacolo. Un'onorificenza che il Maestro ha accolto con il consueto impegno nei confronti dei giovani: al posto di ergersi in cattedra per la tradizionale lectio magistralis, Muti ha preferito salire sul podio, armato di bacchetta, per concertare una composizione per archi di Vivaldi in una sorta di prova aperta con gli allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Un'attività che ha reso celebre l'apporto didattico e divulgativo del Muti concertatore, come testimoniato tra l'altro dal successo delle Lezioni concerto tenute con l'Orchestra Giovanile Cherubini di Ravenna: registrate in Dvd, hanno documentato il lavoro del direttore alle prese con un ensemble giovane e punti fermi del repertorio (da Berlioz a Dvorak), per poi essere distribuite al grande pubblico in supplemento a Repubblica e L'Espresso.

Il legame di Riccardo Muti con Milano, il suo Conservatorio e il suo massimo teatro - La Scala - è di vecchissima data, ma non è sempre stato facile o disteso: perfezionatosi al Verdi in composizione e direzione con Bruno Bettinelli e Antonino Votto, il maestro napoletano è tornato a Milano all'apice del successo, nei primissimi anni Ottanta, caratterizzando la produzione del Teatro alla Scala con una direzione artistica e musicale lunga un ventennio. Un teatro, il Piermarini, che negli anni Settanta gli era stato precluso probabilmente per il difficile rapporto con Claudio Abbado, nel decennio precedente direttore artistico dell'ente lirico milanese.

L'ingresso di Muti alla Scala avviene nel 1981 con le Nozze di Figaro di Giorgio Strehler, una nuova edizione dell'opera di Mozart e Da Ponte destinata a una longeva fortuna, tutta costruita su una rielaborazione dell'allestimento progettato dal regista triestino e dallo scenografo Ezio Frigerio quasi dieci anni prima per l'Opéra di Parigi.
Da quel successo, gli allestimenti operistici di Muti alla Scala non si contano: dallo storico Ernani su ponti mobili di Luca Ronconi con Domingo, alle prove pucciniane, passando per l'adorata riscoperta del Settecento italiano.
Dopo aver inaugurato nel 2004 la restaurata sala del Piermarini con il recupero filologico (e forse un po' pretestuoso) dell'Europa riconosciuta di Antonio Salieri, nel 2005 il regno scaligero di Muti cade bruscamente per dissidi interni all'ente lirico. Un'epoca che si chiude, aprendo le porte alla sovrintendenza Lissner (anche direttore artistico) e alle scelte del tutto differenti del Maestro Scaligero Daniel Barenboim.

Potrebbe interessarti anche: , Concerti ad agosto: a Milano e in Lombardia estate in festival , Notturni in Castello 2018, la colonna sonora dell’estate milanese , Stabilimento Estivo Base 2018: a Milano un'estate di eventi non stop, il programma , PoliMi Fest 2018 tra concerti e cinema all'aperto: il programma completo , Radio Italia Live Milano 2018: la scaletta e la fotogallery del concerto

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film