Concerti Milano Sabato 12 maggio 2012

Bruno Santori: «Dirigerei anche Lady Gaga»

Radio Italia sarà in piazza Duomo da domenica 13 maggio con i suoi speakers: Clicca qui per saperne di più

Milano - Il Maestro Bruno Santori lunedì 14 maggio dirigerà il concerto per i trent'anni di Radio Italia. La Sanremo Festival Orchestra - di cui è direttore stabile ed artistico - accompagnerà le esibizioni di, fra gli altri, Laura Pausini, Tiziano Ferro, Biagio Antonacci ma anche Gianni Morandi, Pino Daniele e Negrita.

Il live in piazza Duomo promette di essere un evento a cui parteciperanno migliaia di persone, ma Santori è abituato ai grandi eventi: sul palco dell'Ariston ha diretto esibizioni storiche come quelle di Giorgio Faletti con Signor Tenente, correva l'anno 1994. Nel 2002 la performance pop di Daniele Silvestri con Salirò (ricordate il balletto di Fabio Ferri?).
Nel 2011, in occasione della Beatificazione di Giovanni Paolo II, ha diretto il concerto che si è tenuto all'auditorium della Conciliazione di Roma così pure, nel 2008, l'evento commemorativo per il trentennale dalla scomparsa di Maria Callas alla Fenice di Venezia.

A Santori insomma, non mancono né il curriculum né la voglia di mettersi alla prova con contesti perlomeno distanti. In vista del concertone l'abbiamo intervistato, cercando di carpire qualche "rivelazione" sulla scaletta del 14 maggio, tentativo a cui il Maestro ha risposto con un garbato «Chiedo perdono, ma non ho anticipazioni sulla scaletta».

Maestro Santori lei ha dichiarato qualche giorno fa: «Mi entusiasma il fatto di aver diretto pochi giorni fa Sergej Krylov, uno dei violinisti più importanti al mondo, sulle note di Brahms, mentre adesso mi ritrovo sul palco insieme ad eccellenze della musica pop italiana». Come coniugare due modalità tanto diverse di fare musica?
La musica è competenza ma anche istinto e poi elevazione e poi compensazione e quindi disequilibrio sull'equilibrio ritmico armonico o melodico. C'è chi piange sulle note di qualcosa o chi si scatena, chi allenta la presa sulle cose che lo circondano o chi cerca solo conforto. Nessun consiglio su come trovare quell'atmosfera che ci dia quel che cerchiamo, solo un indicazione : non fermiamoci mai di fronte a qualcosa che fino a quel momento non abbiamo ascoltato o percorso.

"La musica è oceano e un lupo di mare presuntuoso ha vita breve". Questa frase apre l'Home Page del suo sito. Il suo è più un elogio della modestia o una critica ai soloni della musica?
Solo la coscienza di quanto possano essere forti e potenti quei disarmanti momenti di un oceano in quiete, che a volte precedono o seguono tempeste e bufere. In ogni modo solo la consapevolezza che siamo una piccolissima barchetta in un oceano che ci risparmia solo se lo sappiamo rispettare e se lo conosciamo profondamente imparandolo sempre e senza fine.

Lei ha iniziato a suonare in età giovanissima. C'è un musicista che quando era bambino l'ha influenzata particolarmente? E se sì, di chi si tratta?
Credo non esista un solo musicista ma ogni musicista che ho amato per quel tempo è stato per me il piu' grande e il più influente.

Se la chiamassero a dirigere la Sanremo Festival Orchestra per accompagnare un concerto di Lady Gaga, direbbe sì?
Difficile che io dica di no ad un Artista a meno che non mi senta di non poterlo rappresentare al meglio quindi direi: ben venga Lady Gaga.

Potrebbe interessarti anche: , Giorgio Gaber, a 80 anni dalla nascita un targa nella sua casa natale , Le foto del concerto di Capodanno 2019 in piazza Duomo a Milano , Gennaio 2019, i concerti da non perdere a Milano, da Calcutta ai Tre Allegri Ragazzi Morti , Piano City Milano 2019, date e iscrizioni: tutte le info , Vasco Rossi a San Siro nel 2019: date dei concerti e prezzi dei biglietti

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Mia e il leone bianco Di Gilles de Maistre Drammatico 2018 Mia è una quattordicenne che vive in Sudafrica insieme ai genitori. Fin da piccina ha giocato con un cucciolo di leone bianco di nome Charlie costruendo una splendida amicizia con l'esemplare. Un giorno Mia scopre che il padre vuole vendere Charlie... Guarda la scheda del film