Cultura Milano Triennale di Milano Lunedì 16 aprile 2012

Fuorisalone 2012. In visita alla Triennale

© mentelocale.it / Lorenza Delucchi
Altre foto

Milano - Design come segno grafico al Triennale Design Museum (viale Alemagna 6).
Con la mostra TDM5: grafica italiana si compie un ulteriore passo nella scoperta della cultura visiva italiana. Come da tradizione, l'esposizione - curata da Giorgio Camuffo, Mario Piazza e Carlo Vinti - inaugura in occasione del Fuorisalone del Mobile con un allestimento progettato da Fabio Novembre.

Sette colori ci fanno da guida, mentre nell'ambiente si diffonde la melodia di Parole, parole, parole, attraverso altrettante aree di un discorso comunicativo fatto di punti, linee e spazi. Dai font (ndr i caratteri) dei periodici ai manifesti elettorali, dai loghi eterni di aziende come Coop, Eni o Rinascente, ai lavori del pubblicitario Armando Testa, ci avventuriamo in un universo fatto di rimandi, ricordi e oggetti del quotidiano. Così capita di incappare nel più casalingo dei pezzi in mostra, niente più di un elenco telefonico "riabilitato" dalla sua veste grafica iperfunzionale.

L'esposizione, che resta aperta fino al 24 febbraio 2013, è la proposta più eclatante di un carnet altrimenti fitto. Restando alle produzioni di Triennale, è interessante l'omaggio allo studio d'architettura De Pas, D'Urbino e Lomazzi a cui si deve la celeberrima poltrona Joe a forma di guantone da baseball, pezzo storico risalente al 1970.

Tornano al presente, Lorenzo Damiani è protagonista del terzo e ultimo allestimento che porta la firma della casa. Di lui la direttrice del museo Silvana Annichiarico dichiara: «Damiani fa della sorprendenza la caratteristica più evidente del proprio metodo di lavoro e, insieme, del proprio rapporto con le cose e con o luoghi». Non a caso, i suoi oggetti sono sparsi negli spazi della Triennale, con la volontà di scatenare il brivido della caccia al tesoro.

Fra le decine di allestimenti ospiti segnaliamo le poltrone Iperbolica, undici pezzi unici ipercolorati e accoglienti, ideati da Alessandro Ciffo, realizzati in silicone e riempiti di poliuretano espanso. Lunare l'ambiente creato da Lasvit che propone un minipadiglione in cristallo firmato dal designer Ross Lovegrove, mentre sono ritratti in bianco e nero su grande formato i mattoncini che compongono la mostra Future Roots voluta da Hogan. Fra gli scatti - firmati da Ornella Sancassani - le archistar Zaha Hadid e Gae Aulenti, Santiago Calatrava, Tadao Ando e anche l'attuale assessore alla cultura Stefano Boeri.

Davvero creative le soluzioni esposte dai designer che arrivano dal Belgio, dal divano Mutation che assomiglia ad un grappolo d'uva di Maarteen de Ceulaer alla maxiseduta in stile patchwork tessile Lichtbed di Chevalier-Masson, per non parlare del tappeto color ciliegia Looping adatto per esterni ed interni.

A chi, dopo questa scorpacciata di design, sentisse il bisogno di relax ci permettiamo di consigliare un salto nell'allestimento Sense is simple di Simone Micheli dove - fra forme morbide e teli d'organza - c'è anche la possibilità di godere di una massaggio cervicale.
Per quelli che preferissero rinfocillarsi,c'è il Camparitivo, l'ormai classico happy hour targato Campari, che quest'anno festeggia gli ottant'anni di vita e opta per un restyling della celebre bottiglietta di vetro, già firmata da Depero e oggi reinterpretata da Matteo Ragni.

Infine, per chi amasse le commistioni, arriva Design Dance, spettacolo-omaggio alla storia del design made in Italy ideato da Michela Marelli e Francesca Molteni e realizzato appositamente per i Saloni 2012. Lo show va in scena per tutta la durata della Settimana del Mobile, dal 17 al 22 aprile all'interno del Teatro dell'Arte.
Clicca qui per le immagini e per saperne di più.

Potrebbe interessarti anche: , Sensazioni visive. Immagini ed emozioni nella mostra dedicata alle opere di Erminio Tansini a Lodi , Riapre la Casa degli Artisti di Milano: la nuova vita a 110 anni dalla nascita , Feltrinelli, chiude per sempre la prima libreria di Milano: era la preferita di Inge , Eventi a Milano nel 2020: il calendario di tutte le week , Brera si prende il Cenacolo: l'Ultima Cena di Leonardo accorpata alla Pinacoteca

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.