Concerti Milano Giovedì 5 aprile 2012

Noemi in concerto a Milano il 5 aprile 2012

Milano - Storie da talent. I grandi nomi come Carta, Scanu e Marrone sono riusciti a vincere il Festival di Sanremo a suon di sms del televoto, altri sono sprofondati nel limbo di chi non va più in televisione, qualcuno ha persino avuto problemi con la legge, e sui giornali si è spostato dalle pagine degli spettacoli a quelle di cronaca. Tra gli innumerevoli aspiranti talenti passati davanti alle telecamere di Amici e X Factor, i due talent show al musicale della nostra tv, c’è stato però anche chi ha puntato sulla musica di qualità, e ha sfondato sul mercato con il proprio stile, una bella voce e tanto cuore.

È il caso di Noemi, al secolo Veronica Scopelliti, figlia d'arte (i genitori hanno suonato e cantato entrambi, in gioventù) e voce calda come la musica che l'ha cresciuta («Dai Led Zeppelin ad Aretha Franklin fino ad Anastacia – racconta da sempre per spiegare il suo background musicale – ma anche Battisti, Mannoia e De Gregori»), che questa sera al Teatro Dal Verme (via San Giovanni sul Muro 2) sarà in scena a partire dalle 21 per la seconda anteprima del RossoNoemi Tour 2012 (la prima è stata al Parco della Musica di Roma lo scorso 25 marzo).

Fresca di compleanno dei trent'anni, formazione e studi musicali sin dall'adolescenza, la rossa romana ha dato la svolta alla sua carriera proprio sul palco di X Factor. Dopo la (poca) gavetta tra cori, comparsate video e spot tv da giovanissima, tutto è cominciato dalla partecipazione all’edizione 2009 della trasmissione di Rai 2: l'incontro con il suo primo mentore Morgan, i primi discografici a credere «nella ragazza che credeva di saper cantare solo canzoni in inglese» - come ammetteva Noemi stessa nel loft milanese dove vivevano i ragazzi in gara al talent -, le prime collaborazioni con grandi artisti, le buone prove a Sanremo (nell’ultima edizione è arrivata terza con Sono solo parole, per numerosi critici il pezzo vincitore morale della kermesse) e i due album di inediti. E a confermarla come una della realtà della canzone italiana il recente Disco d'oro.

Dalle prime cover in italiano, proprio sul palco di X Factor (tra tutte, le più scaricate sono ancora La costruzione di un amore di Ivano Fossati e Altrove di Morgan, che non portarono Noemi alla finalissima ma conquistarono pubblico e critica), sono infatti nati Sulla mia pelle (2009) e RossoNoemi (2011), da quest'anno in tour promozionale, suonato dalla band composta da Emanuele Fontana alle tastiere, Marcello Surace alla batteria, Gabriele Greco al basso, Bernardo Baglioni alla chitarra e Giacomo Castellano alla chitarra elettrica.

In mezzo tanti duetti di prestigio con pezzi grossi della musica italiana – da Fiorella Mannoia a Claudio Baglioni e Gianluca Grignani fino al mostro sacro Vasco Rossi - e una sola polemica. Tra i pezzi del nuovo album - insieme alla hit sanremese e la Vuoto a perdere scritta da Vasco e Gaetano Curreri - c’è anche una versione di Amarsi un po' di Mogol e Battisti mixata con la traduzione inglese To feel in love, realizzata dal cantautore nell'album Images per il mercato statunitense. Una scelta che ha fatto infuriare i fan della coppia più celebre della nostra canzone e la vedova Battisti, che ha minacciato ritorsioni legali nel caso la cover (cantata in coppia con la cantautrice inglese Sarah Jane Morris) venisse pubblicato su disco.

«Capisco la perplessità - ha affermato Noemi ai giornalisti nei giorni dell'ultimo Festival di Sanremo, dove ha presentato in anteprima il duetto - ma Battisti non ha bisogno di essere difeso, la sua eredità artistica non ha bisogno di avvocati, e in fondo una canzone pubblicata su disco diventa di tutti». Probabilmente ai fan puristi della produzione Mogol-Battisti sarebbe bastato ascoltare To feel in love/Amarsi un po' versione rosso Noemi per passare sopra alla cover non autorizzata.
L'oggetto della discordia è un duetto potente e raffinato ri-arrangiato in chiave soul, dove i testi italiano e inglese sembrano intrecciati da Barry White: il risultato è un sound avvolgente, che abbraccia l'ascoltatore dalla prima nota all'ultima. È musica, buona da ascoltare. Il resto – per dirla alla Noemi – sono solo parole.

Potrebbe interessarti anche: , JazzMi 2018, date e ospiti: il programma dei concerti da non perdere , U2 e J-Ax, David Garrett e Billy Corgan, Baglioni e Hotei: il calendario dei concerti di ottobre 2018 a Milano , Milano Music Week 2018, la settimana della musica da Elisa a Ramazzotti , Vasco Rossi nel 2019 in concerto a San Siro: 4 date a Milano (come minimo) , Stabilimento Estivo Base 2018: a Milano un'estate di eventi non stop, il programma

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

A-X-L Un'amicizia extraordinaria Di Oliver Daly Azione 2018 Sullo sfondo dei classici film per famiglie degli anni '80, un'avventura, quella di un ciclista adolescente, Miles, che si imbatte in un cane militare robotizzato, chiamato A.X.L. Dotato di intelligenza artificiale di nuova generazione ma con il cuore... Guarda la scheda del film