Concerti Milano Lunedì 17 ottobre 2011

Andrea Giocchini Giops: è uscito l'album 'Io non sono Giuseppe Verdi'

Milano - «Quando si fa questo lavoro bisogna cercare di dare il massimo, ma senza prendersi troppo sul serio». Andrea Gioacchini in arte Giops ci parla del suo disco d'esordio il cui titolo Io non sono Giuseppe Verdi mette nero su bianco il proposito di leggerezza.

Prodotto da Nuvole Production - etichetta voluta da Fabrizio De André e diretta da Dori Ghezzi - l'album è nei negozi dalla fine di settembre e contiene dieci tracce, tra cui il singolo Mai più in rotazione alla radio. «Il brano è autobiografico - spiega Andrea, che ha conosciuto la visibilità grazie alla partecipazione alla seconda edizione di X-Factor - avevo la fortuna di lavorare nell'azienda di famiglia, però non mi sentivo a posto. Piuttosto di vivere tutta la vita con il rimorso ho preferito provare e correre il rischio di tornare a casa con la coda tra le gambe».

Autodidatta, Giops non ha alle spalle studi musicali, ma buoni mentori: «Sono cresciuto molto grazie a Dori, a Morgan (ndr tutor di squadra) e X Factor, mi sono avvicinato alla musica italiana. Sì, sono stato fortunato - ammette - però la fortuna va anche ricercata».
Nel suo caso, il progetto del disco è nato cammin facendo, senza nulla di prestabilito: «Dori mi ha visto in tv e ha contattato Morgan per proporre un brano inedito per la fase finale della gara, ma poco dopo sono stato eliminato - lo dice con il sorriso, senza sofferenza - le ho comunque scritto e ci siamo visti. È stato bellissimo scoprire l'entusiasmo di Dori, sapere che si interessava a me. Le ho fatto ascoltare i provini, mi ha dato dei consigli e poi il disco è nato, in maniera naturale».

Ascoltando il disco emergono storie di vita quotidiana - ansia, inadeguatezza, un filo di follia - capaci di tratteggiare senza stereotipi una generazione, quella dei trentenni di cui Giops fa parte: «Prendi È colpa Mia, il pezzo è di Felice Simeone che l'aveva scritto negli anni '80 - le mani si muovono a seguire il filo dei pensieri - io l'ho rimodernato, racconta l'apatia di chi si sente in gabbia, non sa che fare e sceglie di non fare nulla».

Apprezzato per le sue capacità da performer messe in mostra sul palco del talent-show - «credo che per essere cantanti sia necessario comunicare attraverso il corpo, non solo con la voce» dice come schernendosi - Giops ha iniziato la gavetta musicale come ogni altro milanese che voglia fare il cantante: «Ho iniziato ad esibirmi alle Scimmie (via Sforza 49), da lì sono passati praticamente tutti - racconta - se dovessi suggerire a chi sta iniziando un posto dove farsi avanti direi la Blues House (via S. Uguzzone 29), lì ho trovato persone che credono nella musica e lasciano spazio a live di inediti e non solo cover band».

Potrebbe interessarti anche: , JazzMi 2018, date e ospiti: il programma dei concerti da non perdere , U2 e J-Ax, David Garrett e Billy Corgan, Baglioni e Hotei: il calendario dei concerti di ottobre 2018 a Milano , Milano Music Week 2018, la settimana della musica da Elisa a Ramazzotti , Vasco Rossi nel 2019 in concerto a San Siro: 4 date a Milano (come minimo) , Stabilimento Estivo Base 2018: a Milano un'estate di eventi non stop, il programma

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Pupazzi senza gloria Di Brian Henson Azione, Commedia, Crimine U.S.A., 2018 Guarda la scheda del film